Mutuo: qual è l’importo massimo che puoi richiedere?

Qual è l'importo massimo che puoi richiedere per il mutuo? Scopri come decidono le banche e come calcolare la rata del finanziamento.

5' di lettura

Qual è l’importo massimo che puoi richiedere per il mutuo? Quanti soldi, insomma, puoi farti prestare dalla banca?

Il calcolo non è complesso. Sono pochi e determinanti i fattori da tenere d’occhio. C’è anche un concetto inglese da introdurre. Parlo del loan to value: il prestito da valutare. 

Capiremo cos’è e come influisce sulla decisione delle banche. Il resto lo faranno il reddito e le eventuali garanzie. Quasi sempre, almeno.

Capirai come funzionano i calcoli per stabilire l’importo massimo del mutuo e come analizzare la tua situazione di partenza.

INDICE

Qual è l’importo massimo che puoi richiedere per il mutuo? Fattore 80%

Di solito l’importo massimo che puoi richiedere alla banca per il mutuo, non supera mai l’80% del valore di mercato dell’immobile oggetto di ipoteca.

L’ipoteca è un diritto reale che la banca può vantare sulla casa che metti come garanzia.

L’istituto bancario, in questo modo, si tutela dal cosiddetto rischio di insolvibilità. Quella brutta situazione nella quale potresti incappare, non pagando le rate previste.

Cosa abbiamo capito fino a ora? Non potrai (quasi) mai ottenere un finanziamento di importo uguale o superiore a quello della casa che metti come garanzia.

Se la casa è valutata 220mila euro, potrai ottenere un importo massimo di 176mila euro sul mutuo. Questa cifra ammonta esattamente all’80% del valore della casa [(220.000:100) x 80).

(Scopri tutte le alternative per ottenere un mutuo senza garante nel 2021) (Se vuoi ricevere tutte le news su mutui, bonus, Naspi e lavoro, entra nel gruppo whatsapp)

Mutuo: importo massimo al 100%

Ci sono delle eccezioni. La delibera CICR del 1995 (Comitato Interministeriale per il Credito e il Risparmio) spiega come si può ottenere un finanziamento di importo pari al 100% del valore dei beni ipotecati.

Per riuscirci avrai bisogno di altre garanzie. Per esempio:

  • Fideiussioni bancarie e assicurative
  • Contributi a carico dello Stato
  • Fondi di garanzia
  • Polizze di assicurazione

Ecco il testo della norma che ci interessa: 


“L’ammontare massimo dei finanziamenti di credito fondiario è pari all’80 per cento del valore dei beni ipotecati o del costo delle opere da eseguire sugli stessi. Tale percentuale può essere elevata fino al 100 per cento, qualora vengano prestate garanzie integrative, rappresentate da fideiussioni bancarie e assicurative, polizze di compagnie di assicurazione, cessioni di annualità o contributi a carico dello Stato o di enti pubblici, fondi di garanzia ed altre idonee garanzie, secondo i criteri previsti dalla Banca d’Italia”.

(Scopri se nel 2021 è meglio un finanziamento a tasso fisso o variabile)

Mutui al 100%? Rari come gli unicorni

E’ bene precisare che questa è la teoria. Molte banche, infatti, si rifiutano di concedere mutui al 100%. Il motivo è chiaro: tutelarsi da ogni rischio di inadempienza.

Un esempio: espropriando la tua casa e mettendola all’asta, in caso di mancati pagamenti, difficilmente la banca riuscirebbe a recuperare l’intero capitale prestato.

Mutuo importo massimo al 100% raro come un unicorno

Qual è l’importo massimo che puoi richiedere per il mutuo? Fattore Loan to Value

La banca, per valutare l’importo da erogare, esamina il rapporto credito-valore. Il cosiddetto Loan to Value ratio.

Una cifra che viene fuori dal rapporto fra la somma richiesta e il valore dell’immobile usato per l’ipoteca.

Facciamo un esempio. Prendiamo come riferimento un immobile del valore di 220mila euro. 

Hai deciso di chiedere 198mila euro alla banca. In questo caso il Loan To Value (LTV) sarà del 90% [198.000: (220000:100)] 

Di solito un Loan to Value superiore all’80% identifica un finanziamento troppo rischioso per la banca. (Se vuoi fare domande specifiche su mutui, bonus e lavoro seguici su Instagram)

Come il reddito incide sull’importo massimo del mutuo

La banca valuta anche il reddito di chi fa domanda. Sia che abbia una busta paga, sia che sia un libero professionista.

Una valutazione che si estende al garante, qualora sia presente. In questo caso l’istituto di credito predilige entrate stabili e un rapporto reddito-mutuo molto favorevole alla banca.

In parole povere? Di solito la rata non supera mai un terzo del reddito garantito da chi richiede il finanziamento. 

Con uno stipendio di 1500 euro, per esempio, è difficile che la rata del mutuo concesso possa superare i 350 euro al mese(In questa guida ti spieghiamo come scegliere un mutuo online davvero conveniente)

RIEPILOGO

  • L’importo massimo del mutuo difficilmente supera l’80% del bene ipotecato e l’80% del Loan To Value
  • L’importo massimo della rata del mutuo difficilmente supera un terzo del reddito fisso mensile di chi chiede il pagamento
  • Con l’aggiunta di garanzie si può arrivare a ottenere un mutuo al 100% ma è raro come un unicorno

Hai ancora dei dubbi sul calcolo dell’importo massimo del mutuo? Scrivimi a bonuselavorothewam@gmail.com o scrivimi sui nostri gruppi social per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Aggiungiti a una community di oltre 74mila persone che ogni giorno guardano le nostre video-guide sul canale YouTube di TheWam.net.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie