Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Mutui e Prestiti » Servizi Finanziari / Mutuo per la prima casa: che reddito serve?

Mutuo per la prima casa: che reddito serve?

Mutuo per la prima casa: che reddito serve? Scopri quanto serve guadagnare al mese per ottenerlo.

di The Wam

Aprile 2022

Mutuo per la prima casa: che reddito serve? Vediamo insieme se esiste un reddito minimo per ottenere un mutuo e quanto serve guadagnare al mese (Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Mutuo per la prima casa: che reddito serve? Cos’è un mutuo?

Mutuo per la prima casa: che reddito serve? Un mutuo è un tipo di finanziamento concesso dalle banche. In molti casi riguarda cifre di denaro molto alte e viene utilizzato, di solito, per acquistare una casa.

Proprio per la sua natura, non viene concesso facilmente: le banche richiedono molte garanzie per essere tranquillizzate sulla possibilità di riavere il denaro prestato.

Per ottenere un mutuo, quindi, si dovrà dimostrare di avere delle entrate fisse e di non essere iscritti nelle liste dei cattivi pagatori. Oltre a questo, le banche chiederanno un’ipoteca e, in certi casi, anche un garante che subentra nel caso in cui si dovesse verificare qualche problema con i pagamenti.

I soldi si restituiscono tramite una serie di rate composte da una quota capitale, che serve a ridare il denaro prestato, e una quota di interessi, che rappresenta il guadagno vero e proprio della banca. I tassi di interesse possono essere fissi o variabili.

Prima di capire quanto bisogna guadagnare mensilmente per avere un mutuo, scopri quali sono le banche che concedono mutui al 100% e che mutuo si ottiene con una busta paga da 600 euro.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Mutuo per la prima casa: che reddito serve?

Mutuo per la prima casa: che reddito serve? Partiamo con una buona notizia: non esiste un reddito minimo per chiedere un mutuo. Per calcolare le rate entra in gioco un fattore fondamentale: il guadagno netto mensile.

Infatti la quota della rata non supererà il 25/30% delle entrate nette mensili di chi sta richiedendo il finanziamento. Detto questo, è chiaro che meno si guadagna, più le banche faranno fatica a concedere un finanziamento perché, nel tempo, potrebbero sorgere problemi.

Facciamo un esempio di calcolo.

Una persona guadagna 35mila euro netti all’anno. La rata del mutuo richiesto costerà 500 euro al mese. Con un rapido calcolo veniamo a conoscenza della quota annuale delle rate 500 x 12 = 6.000 euro all’anno di rate.

Per calcolare la percentuale dobbiamo fare questa operazione: 6.000€ / 35.000€ x 100. Il risultato è 17,15% approssimato. Questa percentuale è molto al di sotto del 30% massimo, quindi l’istituto di credito sarà propenso a concedere il mutuo.

C’è anche un altro fattore da tenere in considerazione: quando il mercato immobiliare è in crescita, le banche abbassano un po’ la “guardia”, e permettono di aprire mutui con più facilità. Viceversa, quando il prezzo delle case è in forte calo, esigeranno molte più garanzie.

C’è una possibilità offerta anche a chi guadagna poco: il garante. Questa figura viene inserita nel contratto del mutuo come “garanzia”. Ciò significa che se ci saranno problemi nei pagamenti, il garante subentrerà e farà in modo che i soldi vengano restituiti alla banca.

Naturalmente questa persona dovrà dimostrare di avere un’ottima solidità finanziaria, magari offerta da un lavoro a tempo indeterminato. Ci sono, poi, casi particolari, come i mutui per i giovani, dove il garante diventa lo Stato. In questo caso la possibilità di vedersi concedere un mutuo aumenta sensibilmente.

Prima di chiudere ricorda che un mutuo è un impegno serio e duraturo. Se hai dei dubbi consulta un esperto e non fermarti al primo istituto: consulta varie banche prima di firmare qualsiasi contratto, così da avere più piani d’ammortamento da confrontare.

Mutuo per la prima casa: che reddito serve?
Mutuo per la prima casa: che reddito serve?

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp