Napoli, l’attacco piange: Gattuso aspetta Osimhen

Dopo due mesi di assenza a causa di una lussazione alla spalla destra, Osimhen è prossimo al rientro in campo. Il Napoli lo aspetta, anche perché nelle sette uscite di dicembre, la squadra di Gattuso ha segnato appena nove reti, quattro di queste a Crotone. Con Mertens e Lozano fuori, si spera nel recupero del nigeriano già per il 10 gennaio.

2' di lettura

Un solo punto nelle ultime tre giornate. Il Napoli di fine 2020 ha proceduto a passo lento, intascando soltanto un pareggio in extremis con il Torino, grazie alla solita magia di Insigne. Troppo poco. E’ chiaro che i malanni della formazione di Gattuso siano dovuti all’assenza di alternative di spessore agli infortunati Mertens, Lozano e soprattutto Osimhen, fuori dai giochi da due mesi e prossimo al rientro.

Osimhen, manca poco

L’attaccante nigeriano, calciatore più pagato della gestione De Laurentiis con un investimento totale di circa 80 milioni di euro (70 per il cartellino più 10 di bonus), si infortunò il 13 novembre, durante una gara di qualificazione alla Coppa d’Africa tra la sua Nigeria e la Sierra Leone, subendo una lussazione alla spalla destra, che ha richiesto un intervento chirurgico e settimane di riabilitazione ad Anversa, dove l’attaccante si è trasferito negli ultimi tempi per accelerare il processo di recupero, in un centro specializzato diretto dal fisioterapista Lieven Maesschalck.

L’ultima volta con la maglia del Napoli è datata 8 novembre, nella trasferta di Bologna. Poi quasi due mesi di assenza, in media con un infortunio del genere. Osimhen scalpita, il Napoli lo aspetta a braccia aperte, ma il rientro in campo avverrà con calma, soltanto dopo l’esito di nuovi esami strumentali che dovranno accertare il buono stato della spalla destra.

Impossibile, quindi, vederlo giocare mercoledì 3 gennaio, molto più probabile una sua presenza, almeno in panchina, per la gara del 10 gennaio sul campo dell’Udinese. Altrimenti l’obiettivo dello staff medico azzurro e di Gennaro Gattuso è di riaverlo a disposizione almeno per la Supercoppa Italiana del 20 gennaio, che si disputerà a Reggio Emilia contro la Juventus.

Attacco abulico

Manca poco, dunque. Un rientro importante, dal momento che nelle sette uscite di dicembre, il Napoli ha segnato appena nove reti, di cui sette in campionato (quattro solo nella gara di Crotone) e due in Europa League.  Nelle ultime tre giornate, i partenopei hanno timbrato una sola volta il cartellino con Insigne, contro il Torino. E nulla più.

C’è poi da considerare che alla defezione di Osimhen si è aggiunta quella altrettanto pesante di Mertens, senza dimenticare le noie fisiche accusate da Lozano e il turno di squalifica rimediato da Insigne. A Cagliari, nel primo match del 2021, Gattuso schiererà il tridente composto da Politano, Zielinski e Insigne, alle spalle di Petagna, rimasta l’unica punta a disposizione del tecnico calabrese dopo le esclusioni eccellenti di Milik e Llorente, messi fuori lista.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie