Covid in Catalogna, il Napoli contatta l’Uefa: a Barcellona non giochiamo

Lettera del Napoli all'Uefa: al Camp Nou non giochiamo

1' di lettura

Venerdì abbiamo riportato come siano esplosi i casi di Covid19 in Catalogna, con il governo Catalano che ha istituito un nuovo lockdown a Barcellona e in tutta la regione.

Oltre 1100 casi al giorno, una situazione che sta tornando velocemente a marzo, a quando l’Europa si ritrovò investita da questa emergenza.

La seconda ondata preoccupa e non poco l’autorità spagnola. Non stupisce allora che il Napoli sia pronto a disdire la trasferta per la Champions League.

Il Napoli all’Uefa: a Barcellona non giochiamo

Il Napoli, preoccupato dalla situazione, a Barcellona, ha inviato una lettera all’Uefa comunicando di non voler giocare in Catalogna il ritorno degli ottavi di finale di Champions, in programma tra circa 3 settimane. Partita in programma proprio al Camp Nou.

La situazione è preoccupante e il Napoli vorrebbe che l’Uefa decidesse di cambiare la sede del match, in un campo neutro, più rassicurante.

L’Uefa non ha risposto ovviamente, monitorerà la situazione in Spagna e il “trasloco” della partita, invocato dagli azzurri, alla fine potrebbe arrivare.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie