Napoli, bilancio in rosso: perdite per 19 milioni

Più che azzurro Napoli, è rosso Napoli. La società di De Laurentiis ha chiuso il bilancio 2020 con una perdita di 19 milioni di euro, con fatturato in calo per l’effetto Covid rispetto all’esercizio precedente. Eppure non sono mancati gli affari, con plusvalenze per 60 milioni.

Napoli, conti in rosso: perdite per 19 milioni
Conti in rosso per il Napoli, che soffrono il periodo epidemico come le altre grandi squadre.
3' di lettura

I conti del Napoli, relativi all’esercizio di bilancio chiuso allo scorso 30 giugno fanno emergere una perdita di 19 milioni di euro. Nulla di preoccupante per la famiglia De Laurentiis, tenendo conto che al 30 giugno 2019 l’utile era stato di 29,1 milioni mentre l’anno precedente (bilancio a giugno 2018), aveva fatto segnare un meno 6,4 milioni.

Insomma, negli ultimi tre anni, il segno è comunque positivo per 3,7 milioni, senza dimenticare che nel bilancio figurano anche i compensi per gli amministratori (cioé Aurelio De Laurentiis, i figli Edoardo, Luigi e Valentina, la moglie Jacqueline e Andrea Chiavelli, consigliere delegato), pari a circa 2 milioni di euro, in totale quasi uno in meno nelle tasche della governance del Napoli rispetto al bilancio dell’anno precedente.

napoli-stipendi-aurelio-de-laurentiis
Aurelio de Laurentiis, presidente del Napoli Calcio.

Maggiori plusvalenze, meno sponsor

Tra le principali voci di fatturato per il Napoli, i ricavi da diritti tv sono stati pari a 121,2 milioni di euro (142,8 nel 2018/19) di cui 54,2 dalla Serie A e 61 milioni dalle competizioni Uefa, mentre le plusvalenze sono state pari a 95,8 milioni di euro (83,2 nel 2018/19), i ricavi da stadio pari a 13,1 milioni (15,8 nel 2018/19) e i ricavi da sponsorizzazioni pari a 27,1 milioni (36,7 nel 2018/19).

«A pesare nel calo dei ricavi, oltre alle gare disputate a porte chiuse, è stato lo spostamento nel bilancio della stagione 2020/21 di alcune entrate legate alle partite giocate dopo il 30 giugno: in particolare, circa 6,8 milioni di ricavi da sponsorizzazioni e 22,8 milioni di ricavi da diritti televisivi saranno contabilizzati nell’esercizio attualmente in corso.

Considerando quindi i circa 29,6 milioni di euro spostati nel bilancio 2021, i ricavi della stagione 2020 sarebbero stati superiori a quelli del 2018/19”, è l’analisi di Calcio e Finanza rispetto alla perdita evidenziata.

Ecco gli affari del Napoli

Per quanto riguarda le plusvalenze, i principali affari della gestione di De Laurentiis, relativa all’ultimo bilancio, hanno consentito di apportare ben 60 milioni di euro nelle casse del club partenopeo.

Nello specifico, queste sono state le vendite di calciatori con l’utile più evidente: Amadou Diawara ceduto alla Roma per 21 milioni: 19,3 milioni di plusvalenza; l’attaccante Roberto Inglese ceduto al Parma per 20 milioni: 16,9 milioni di plusvalenza; la cessione di Marko Rog al Cagliari per 15 milioni: 12,7 milioni di plusvalenza; Simone Verdi passato al Torino per 22 milioni: 11,1 milioni di plusvalenza.

Quasi 300 milioni di costi

I costi sono stati pari a 294,8 milioni di euro, in crescita del 17% dai 252 milioni di euro rispetto al bilancio chiuso al 30 giugno 2019. A pesare in particolare modo la crescita degli ammortamenti legati ai calciatori (passati da 82 a 118 milioni di euro) e la crescita nel costo del personale (da 135,1 a 140,7 milioni).

La crescita degli ammortamenti è legata al calciomercato. In particolare, gli acquisti più costosi dell’ultima stagione sono stati: Irving Lozano dal Psv per 35 milioni; Stanislav Lobotka dal Betis per 20,9 milioni; Andrea Petagna dalla Spal per 16,5 milioni; Elif Elmas dal Fenerbahce per 16,1 milioni; Amir Rrahmani dal Verona per 14,2 milioni.

Per quanto riguarda gli stipendi, i compensi dei calciatori sono passati da 101,6 a 112,1 milioni di euro, mentre i compensi degli allenatori, con l’uscita di Ancelotti e del suo staff, sono calati da 10,1 a 6,4 milioni di euro.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie