Napoli Calcio – 93 di storia, 93 anni di rivalità con l’Avellino Calcio

3' di lettura

A cura di Raffaele Benevento

Novantatré anni di Napoli, 93 anni di scontri con l’U.S. Avellino 1912, 93 anni di “accesa” rivalità tra i partenopei e gli irpini.
Ecco alcuni scontri che hanno visto piangere i “cugini” azzurri.

Partiamo con le partite del primo Avellino di B, stagione 73/74, che quell’anno si aggiudicò la semifinale di Coppa Italia. La prima squadra che non resistette alla forza agonistica dei lupi fu proprio il Napoli. Sconfitta con il risultato di 3-2 nelle mura amiche dello Stadio Partenio.

L’ultimo anno di Serie B dei lupi, prima di ottenere la storica promozione in A, l’Avellino perse sempre al primo turno di Coppa Italia contro i partenopei allo Stadio San Paolo. Un netto 4-0 degli asinelli sui lupi.

Il primo derby di Serie A contro i partenopei si svolse all’ottava giornata di campionato il 19 novembre 1978 al Partenio. La partita finí in parità con il risultato di 1-1. Arbitrava il signor D’Elia e i marcatori della match furono il mitico Gil De Ponti per i biancoverdi e Savoldi per gli azzurri. Il ritorno al San Paolo, arbitrato dal signor Ciulli, terminò con il risultato di 3-0 per il Napoli. Una doppietta di Savoldi e il goal di Valente.

Stagione 1981/1982. L’Avellino di Luís Vinício, poi affidata a Claudio Tobia per gli scarsi risultati del brasiliano, fu per la prima volta imbattuta sia all’andata che al ritorno nel Derby del Sud. Il club biancoverde non subì neanche un goal dai partenopei. Difatti l’andata al San Paolo terminò con il risultato di 0-0 e il ritorno al Partenio vide prevalere i lupi con un netto 3-0 sugli azzurri– I marcatori di quella storica partita furono Giovannelli e Juary con una magnifica doppietta.

Mentre la stagione 1985/86 vide l’Avellino battuto per 1-0 sia all’andata che al ritorno. L’anno dopo, quello dello scudetto di Maradona, l’Avellino pareggiò 0-0 in casa, mentre in trasferta fu sconfitta per 3-0 con la rete di Bagni e la doppietta di Carnevale.

Il 14 febbraio 1988, la sconfitta più dolorosa dei lupi al San Paolo. Un 4-0 senza storia, con Maradona che riuscì a rompere il suo tabù contro i lupi. Il pibe de oro non aveva mai segnato contro i cugini biancoverdi, unica squadra a fermarlo sempre in tanti anni. Ci riuscì all’ultima occasione a disposizione, visto che l’Avellino in quella stagione salutò la massima serie. Per Maradona, però, restò il tabù Partenio, mai a segno nella tana biancoverde.

Durante la 5ª giornata di Serie B della stagione 2003/04, che vide l’Avellino vittoriosa per 3-0 sul Napoli, l’attenzione si spostò per lo più sugli scontri che videro protagonisti gli ultras napoletani che invasero il Partenio e distrussero il campo da gioco. Fu una brutta pagina del calcio italiano. Segnata da un evento tragico: la morte del tifoso del Napoli Sergio Ercolano. L’ira degli ultras partenopei fu dovuta al ritardo dei mezzi di soccorso per entrare in Curva Nord e recuperare il ragazzo, caduto da un’altezza importante, mentre provava ad entrare nello stadio. Per fortuna, quella sera, la Curva Sud dell’Avellino non si mosse e non rispose alle provocazioni dei rivali, che intanto misero a soqquadro il campo di gioco e una volta usciti, auto parcheggiate, vetrine di negozi e cartelli segnaletici.

Gli ultimi quattro scontri tra le due compagini campane furono giocati tutti tra la stagione 2004/2005, anno della promozione in B dell’Avellino. Due partite furono disputate durante la regolar season e due durante le finali play-off promozione.

L’Avellino quell’anno non perse mai, due pareggi per 0-0 e due vittorie, una per 2-0 durante la stagione e una per 2-1. Un Partenio Lombardi gremito. Proprio quei tifosi che rappresentano il dodicesimo uomo. Una spinta incredibile, che negli anni avvenire non sempre si sarebbe rivista. Ben 21763 spettatori che valsero la promozione in B dei lupi. I protagonisti di quel caldo 19 giugno furono il napoletano, “adottato” irpino Raffaele Biancolino, e il mitico “Bum Bum” Moretti. Al Napoli non è fu sufficiente il goal di Sosa per conquistare la B.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie