Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Disoccupazione » Lavoro / Naspi marzo, dopo il caos nuove date

Naspi marzo, dopo il caos nuove date

Dopo il caos dell’INPS, arrivano finalmente le date di pagamento della Naspi a marzo 2024. Scopri quali sono e a chi spetta.

di Romina Cardia

Marzo 2024

Ecco le date di pagamento della Naspi a marzo 2024 (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Naspi a marzo 2024: si paga il 20 e il 22

La Naspi a marzo 2024 sarà pagata nei giorni mercoledì 20 e venerdì 22 per chi vede queste date sul proprio fascicolo previdenziale.

L’INPS, dopo il caos generato a inizio mese, finalmente ha pubblicato le date. Ricordiamo cosa è successo.

Negli ultimi tempi, alcuni beneficiari della Naspi hanno riscontrato una situazione insolita. Inizialmente, consultando la documentazione previdenziale, si poteva notare una prevista data di pagamento relativa alla Naspi, programmata per l’8 marzo 2024 e elaborata dall’INPS.

Tuttavia, molti utenti si sono trovati nella spiacevole condizione di non aver ricevuto alcun versamento il giorno stabilito e, aggiungendo ulteriore confusione, la voce riguardante il pagamento era improvvisamente scomparsa dai documenti consultati.

Attraverso la pagina Facebook INPS per la Famiglia, l’Istituto di previdenza ha chiarito che la scomparsa della voce era dovuta ad un’azione finalizzata alla risoluzione del problema, con la programmazione di nuove date di accredito.

A questo punto, sembra che il problema sia stato risolto. Le date ufficiali di accredito della Naspi per marzo 2024 rimangono quelle riportate sopra: il 20 e il 22 marzo 2024.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=yu4wY_odo9s?si=jCqwBfNBNcNpKiYw&w=560&h=315]

Bonus sulla Naspi a Marzo 2024

Il Bonus Renzi sulla disoccupazione o Bonus IRPEF per la Naspi sarà sempre pagato nei giorni 20 e 22 marzo 2024. A fine mese, invece, verrà pagato con il cedolino dello stipendio, in busta paga per chi ne ha diritto.

Ricordiamo che il Bonus di 150 euro sulla Naspi è destinato a coloro che hanno ricevuto l’indennità di disoccupazione a novembre 2022 e non hanno mai ricevuto questa somma. L’INPS non ha specificato tempi per i pagamenti retroattivi.

Come scegliere tra Naspi e Assegno ordinario: le due misure sono incompatibili, come decidere tra le due? Le valutazioni da fare sono diverse, in particolare economiche e contributive. C’è comunque l’opportunità di bloccare l’indennità di disoccupazione e tornare all’Assegno ordinario di invalidità quando a causa del decalage la Naspi non è più vantaggiosa.

Come verificare il pagamento della Naspi a marzo 2024

Per verificare il pagamento della Naspi a marzo 2024, è possibile utilizzare il sito dell’INPS. È necessario avere accesso tramite una delle seguenti credenziali:

Scopri qual è l’importo della Naspi 2024 e requisiti che bisogna rispettare per presentare la domanda e vedersela accolta.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=gG0c1ncWBW8?si=KKDf35KxSgGziEVB&w=560&h=315]

A chi spetta la Naspi

La Naspi è destinata a coloro che hanno perso il lavoro in modo involontario e soddisfano i seguenti requisiti:

Scopri quali sono se c’è compatibilità tra l’Assegno di inclusione e Naspi e quali sono le principali differenze tra le due.

Naspi a marzo 2024
Naspi a marzo 2024. Nella foto: calendario 2024.

Quando avviene il primo pagamento della Naspi

Il primo pagamento della Naspi richiede generalmente tra i 3 e i 4 mesi per essere accreditato. Questo periodo di attesa è chiamato “decorrenza” e dipende dalla seguente timeline:

È importante notare che chi ha ricevuto la Naspi al termine del rapporto di lavoro non ha diritto al congedo straordinario secondo la Legge 104.

Naspi anticipata: procedura

La pagina dedicata alla Naspi anticipata dell’INPS spiega come presentare la richiesta per ottenere questa prestazione. La domanda deve essere inviata entro 30 giorni dall’inizio dell’attività lavorativa in uno dei seguenti casi:

Se l’attività è stata avviata durante un lavoro dipendente che ha dato diritto alla disoccupazione, la domanda deve essere trasmessa entro 30 giorni dalla richiesta della Naspi.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=Wds8w-73_cM?si=lHGDhy3909Que_W5&w=560&h=315]

Come richiedere la Naspi

La richiesta dell’indennità di disoccupazione deve essere presentata attraverso il servizio online dell’INPS Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASPI). La procedura di invio della domanda è disponibile sul sito dell’INPS.

FAQ: domande frequenti sulla Naspi

Gli insegnanti precari possono richiedere la Naspi?

Gli insegnanti precari hanno diritto alla Naspi se soddisfano i requisiti necessari.

Quali documenti sono necessari per la Naspi 2023?

Ecco i documenti utili per la domanda da inviare all’INPS:

Chi viene escluso dal pagamento della Naspi?

Vengono esclusi dalla Naspi i lavoratori che hanno terminato il lavoro dopo le dimissioni o la risoluzione consensuale, tranne in presenza di dimissioni per giusta causa o di una risoluzione inclusa in una specifica procedura conciliativa.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp