Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Disoccupazione / Naspi 2022, così si riduce l’importo (décalage e calcolo)

Naspi 2022, così si riduce l’importo (décalage e calcolo)

Naspi 2022, così si riduce l'importo a partire da quest'anno: sono cambiati i termini del dècalage, ecco come si calcola l'importo.

di The Wam

Marzo 2022

Naspi 2022, così si riduce l’importo. Nella nuova Naspi sono state introdotti diversi cambiamenti. Uno riguarda la rideterminazione del décalage. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Il decalage è la quota di indennità che inizia a calare con il trascorrere dei mesi di disoccupazione.

Me vediamo nel dettaglio come funziona la Naspi 2022.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Naspi 2022: a chi spetta

La Naspi, lo ricordiamo, spetta a queste categorie di lavoratori che hanno perso l’occupazione:

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Naspi 2022: requisiti

Questi sono invece i requisiti necessari:

Naspi 2022: décalage

Veniamo al décalage, che quest’anno è cambiato.

La riduzione dell’indennità di disoccupazione era del 3% ogni mese iniziava a partire dal primo giorno del quarto mese di fruizione.

Nel 2021, anche a causa dell’emergenza covid, la riduzione del 3% dell’indennità è iniziata solo all’ottavo mese.

Pagamento bonus Irpef Naspi marzo 2022: date

Ora, per tutte le disoccupazioni iniziate a partire dal primo gennaio del 2022 questa è la situazione:

Come non perdere la disoccupazione Naspi, consigli utili

Naspi 2022: calcolo importo

Come si calcola la Naspi?

L’indennità viene calcolata in base alla retribuzione imponibile ai fini previdenziali degli ultimi 4 anni. Deve comprendere anche:

Il dato che si ricava deve essere poi diviso per le settimane che sono state coperte da versamenti contributivi e moltiplicare il tutto per in coefficiente fisso 4,33.

E quindi:

retribuzione imponibile degli ultimi 4 anni/ settimane coperte da contributi x 4,33 = retribuzione di riferimento.

Facciamo qualche esempio:

Comunque il massimale non può superare 1.360,77 euro.

Pagamento Naspi marzo 2022: il calendario

Naspi 2022: la domanda

La domanda per richiedere la Naspi spetta al lavoratore. Il diritto decade se trascorrono 68 giorni dalla cessazione del rapporto.

Per la domanda è anche possibile:

Naspi 2022: quando arriva l’assegno

Se la domanda viene accolta l’indennità mensile viene riconosciuta:

Il pagamento può essere accreditato sul conto corrente bancario o postale con un bonifico domiciliato presso l’ufficio postale.

Ti può interessare anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp