Naspi, più soldi e per tre anni: la «rivoluzione» Inps

Naspi, rivoluzione Inps: aumento dell'importo e estensione della durata a 36 mesi. Le proposte di Tridico e le ultime novità sull'indennità di disoccupazione.

3' di lettura

Entro lunedì il ministro Orlando dovrebbe rendere noto il piano per la riforma degli ammortizzatori sociali. Nel dossier verrà dato ampio spazio alla Naspi, per cui è prevista una vera rivoluzione.

La pressione sul Mistero del Lavoro è tanta e non proviene soltanto dai lavoratori e dai sindacati, ma anche direttamente dall’Inps (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Il presidente dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, Pasquale Tridico, infatti, ha dichiarato, senza mezzi termini, che sarebbe il caso di investire più soldi per potenziare la Naspi ed estenderla.

Naspi, più soldi e per tre anni: la «rivoluzione» Inps

Il piano del presidente Tridico per la nuova Naspi si articola su due punti ed è dedicato principalmente ai disoccupati con più di 55 anni.

La prima tappa prevede l’estensione della Naspi di almeno il 50% rispetto a quanto accade oggi.

La seconda, invece, punta a ridurre il taglio obbligato del 3% mensile a partire dal terzo mese.

Nuova Naspi: 36 mesi per gli over-55

La soglia anagrafica non è ovviamente scelta in modo casuale: secondo le statistiche proprio 55 anni sarebbe l’età peggiore per reinserirsi nel mondo del lavoro poiché si è troppo giovani per andare in pensione e troppo anziani per essere competitivi.

Ecco perché, secondo l’Inps, sarebbe opportuno dare almeno un altro anno di Naspi per potersi formare o, magari, raggiungere l’età pensionabile.

Secondo le proiezioni di Tridico la spesa, se dovesse essere concessa l’estensione, sarebbe di circa 1 miliardo di euro all’anno. Si arriverebbe a questa cifra però solo a piano regime nel 2025.

Ecco la sintesi di Tridico in audizione alla commissione parlamentare di controllo sull’attività degli enti gestori:

«Aumentare la durata teorica della Naspi per i lavoratori più anziani, viste le difficoltà di rioccupazione, incrementandola del 50% rispetto alla durata attualmente prevista (con durata massima teorica pari a 36 mesi).

[…] Se tale modifica si applicasse a partire dalle cessazioni dei rapporti di lavoro dell’anno 2021 di lavoratori con età superiori ai 55 anni, si stimano effetti finanziari a regime dal 2025 poco superiori al miliardo di euro».

Naspi, più soldi e per tre anni: la «rivoluzione» Inps
Naspi, più soldi e per tre anni: la «rivoluzione» Inps

Nuova Naspi: più soldi e taglio al 2%

La seconda tappa da perseguire, secondo l’Inps, è quella della diminuzione del taglio al 3%, che scatta nel quarto mese di Naspi.

L’obbiettivo è portare il taglio dal 3% al 2%. Questo aumenterebbe l’importo e, sul lungo termine, porterebbe una diminuzione della cifra spettante solo del 30%, rispetto al 50% di oggi.

In alternativa alla diminuzione del cosiddetto «décalage» si potrebbe spostare il mese di avvio delle decurtazioni dal terzo al settimo.

In entrambi i casi le proiezioni di spesa si aggirano sempre intorno a 1 miliardo all’anno.

Quindi, se Orlando dovesse recepire tutte le proposte di Inps, significherebbe richiedere al Parlamento e al Governo un finanziamento di 2 miliardi.

Nella stessa audizione, citata poco sopra, Tridico ha riassunto così la proposta:

«Attenuare il meccanismo del décalage riducendolo ad esempio dal 3% al 2% al mese o spostando dal terzo al settimo mese l’inizio della riduzione con l’obiettivo di portare dal 50% al 30% la riduzione dell’importo finale prevedendo una durata massima di 24 mesi.

Se tale modifica fosse di tipo strutturale avrebbe effetti sulla finanza pubblica con costi annui di poco superiori al miliardo di euro».

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie