Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Naspi gennaio 2023, 2 date di pagamento in queste città

Naspi gennaio 2023, 2 date di pagamento in queste città

Alcuni cittadini hanno visto la data di pagamento dell’indennità di disoccupazione. Scopri quando arriva la Naspi a gennaio 2023.

di Chiara Del Monaco

Gennaio 2023

Le prime date di accredito della Naspi di gennaio sono previste la prossima settimana. In questo articolo vediamo quando arriva la Naspi a gennaio 2023, in quali città e come controllare l’accredito (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

L’indennità di disoccupazione Naspi, a differenza di altre prestazioni economiche, non ha subìto cambiamenti rispetto all’anno scorso.

I pagamenti sono attesi generalmente entro la metà del mese, a eccezione di alcune categorie di cittadini che ricevono il pagamento frazionato.

Nei prossimi paragrafi spieghiamo quando arriva la Naspi a gennaio 2023, in base alle segnalazioni di alcuni beneficiari, e in quali città è previsto l’accredito.

Ricordiamo che le date di accredito cambiano da persona a persona e vanno controllate periodicamente sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, accessibile tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Indice

Quando arriva la Naspi a gennaio 2023: date e città

La Naspi, cioè la Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego, è un’indennità di disoccupazione istituita dal dl 22/2015 per coprire gli eventi di disoccupazione involontaria a partire dal 1° marzo 2015. Per accedere a questa prestazione economica è necessario presentare un’apposita domanda.

I beneficiari della Naspi ricevono l’importo spettante ogni mese a partire dalla seconda settimana. Per quanto riguarda gennaio 2023, alcuni destinatari hanno segnalato due date di pagamento presenti nell’area riservata del sito INPS.

In particolare, se ti stai chiedendo quando arriva la Naspi a gennaio 2023, potresti riceverla in uno di questi giorni:

Rispetto ai mesi precedenti, il pagamento della Naspi è quindi previsto un po’ più tardi, anche perché il 15 gennaio capita di domenica. Inoltre, ricordiamo che il pagamento della disoccupazione si riferisce sempre al mese precedente: l’importo di gennaio 2023, infatti, riguarda il periodo 1°-31 dicembre 2022.

In ogni caso, le date cambiano da persona a persona e qualcuno potrebbe ricevere l’indennità anche dopo la metà del mese. Si tratta soprattutto dei cittadini che hanno appena richiesto la Naspi. Nel prossimo paragrafo spieghiamo meglio come funziona per questi beneficiari.

Scopri la pagina dedicata alla disoccupazione e al reinserimento lavorativo.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Quando arriva la Naspi a gennaio 2023: altre date per questi disoccupati

Nel paragrafo precedente abbiamo visto quando arriva la Naspi a gennaio 2023: a qualcuno arriverà venerdì 13 o lunedì 16 gennaio 2023.

Ma visto che le date di accredito cambiano da persona a persona, alcuni beneficiari potrebbero riceverla in giorni diversi della prossima settimana. In quel caso, invitiamo i nostri lettori a segnalarci nuove date tramite un commento ai video del canale YouTube Redazione The Wam o tramite una mail all’indirizzo [email protected].

Tuttavia, ricordiamo che non tutti i destinatari della Naspi avranno l’importo spettante entro la metà di gennaio 2023. In particolare, coloro che hanno presentato domanda da poco potrebbero avere il pagamento più tardi e con un importo frazionato. Cosa vuol dire questo?

Come per i mesi precedenti, anche a gennaio i primi pagamenti della Naspi sono frazionati in questo modo:

Per sapere con certezza quando arriva la Naspi a gennaio 2023, l’unico strumento affidabile è il fascicolo previdenziale del cittadino. Nel prossimo paragrafo spieghiamo come funziona.

Quando arriva la Naspi a gennaio 2023: in foto, un calendario per consultare i pagamenti.

Quando arriva la Naspi a gennaio 2023: come controllare data e altri dettagli

Nei paragrafi precedenti abbiamo segnalato alcune date di pagamento per sapere quando arriva la Naspi a gennaio 2023. Poi, abbiamo anche specificato che i primi pagamenti per chi ha appena fatto domanda potrebbero arriva in modo frazionato, e cioè in due momenti del mese e non tutti insieme.

In ogni caso, visto che la Naspi, proprio come altre prestazioni economiche, arriva in giorni diversi a seconda dei beneficiari, è molto importante controllare la data. Per farlo, la modalità più affidabile è senza dubbio il sito ufficiale del sito INPS e in particolare il fascicolo previdenziale del cittadino.

Si tratta dell’area riservata di ogni cittadino, dove è possibile vedere tutti i dettagli dei contributi economici come Naspi, Rdc, Assegno Unico o altri Bonus. Per accedere al fascicolo previdenziale del cittadino per sapere quando arriva la Naspi a gennaio 2023, bisogna entrare nel sito INPS e scrivere nella barra di ricerca (“Cerchi servizi, prestazioni, informazioni”) “fascicolo previdenziale del cittadino“.

A quel punto, bisogna fare l’autenticazioni con le proprie credenziali digitali, e cioè:

Una volta dentro il proprio Cassetto previdenziale del cittadino, è necessario selezionare dal menù a sinistra “Prestazioni” e seguire questi passaggi:

Questa procedura è sicuramente la più veloce, ma se non hai dimestichezza con i mezzi informatici ti ricordiamo che puoi sempre rivolgerti a un CAF (Centro di assistenza fiscale) che la eseguirà al posto tuo. In alternativa, è comunque possibile rivolgersi al Contact Center Multicanale dell’INPS, chiamando il numero 803 164 gratuitamente da rete fissa o 06 164 164 a pagamento da cellulare.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp