Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Disoccupazione / Naspi, istruttoria sospesa: cosa posso fare?

Naspi, istruttoria sospesa: cosa posso fare?

Cosa fare se la Naspi è in istruttoria sospesa? Scoprilo subito in questo articolo.

di The Wam

Novembre 2021

Cosa accade quando la Naspi è in istruttoria sospesa? Soprattutto, quanto tempo dura l’istruttoria prima del pagamento dell’indennità di disoccupazione? Ne parliamo fra pochissimo. (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

Nell’articolo vedremo:

INDICE

Naspi in istruttoria sospesa: cosa significa?

L’indennità di disoccupazione può essere chiesta dal giorno successivo a quello in cui si perde il lavoro. Si hanno comunque 68 giorni di tempo per presentare la domanda.

L’INPS, dopo aver ricevuto la richiesta, valuterà che chi ha fatto domanda possieda tutti i requisiti richiesti per poter chiedere la Naspi. Successivamente, l’istituto farà partire il pagamento.

La valutazione dei requisiti da parte dell’INPS non ha tempi uguali per tutti i beneficiari. E’, quindi, fondamentale armarsi di pazienza e controllare la situazione attraverso il fascicolo online dell’INPS. Un’area riservata sul portale dell’ente accessibile con le credenziali personali: SPID, CIE O CNS.

naspi istruttoria sospesa domanda

Ma, cosa accade se, durante la valutazione dei requisiti, si legge questa definizione: “domanda sospesa in attesa di istruttoria“? Tranquilli, in questo caso l’ente sta valutando ancora che il potenziale beneficiario possieda tutti i requisiti necessari a ricevere la Naspi. Un passaggio fondamentale per poi spedire il pagamento.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Pagamento della Naspi in ritardo: cosa fare?

Il pagamento dell’indennità di disoccupazione, di solito, avviene a partire dal giorno 8 di ogni mese ed entro il giorno 16. Con il primo pagamento, si riceverà anche il riconoscimento di eventuali arretrati.

In caso di ritardo nel pagamento o nella comunicazione dell’esito della domanda da parte di INPS, l’utente può comunque:

Come si chiede la Naspi? Ecco i requisiti

L’indennità di disoccupazione è destinata ai lavoratori dipendenti che hanno perso il lavoro involontariamente o che si sono dimessi per “giusta causa”.

Per chiedere la Nuova assicurazione sociale per l’impiego è necessario rispettare alcuni requisiti (Li abbiamo raccolti qui in maniera più schematica). Nello specifico, è necessario avere:


Per il 2021 non è fondamentale rispettare il requisito delle 30 giornate lavorative effettuate nei dodici mesi precedenti alla richiesta di disoccupazione. Questo requisito dovrebbe essere nuovamente applicato nel 2021.

Se si possiedono tutti i requisiti, come va presentata la domanda di disoccupazione? (ecco dopo quanto tempo si ottiene risposta di solito)

La richiesta si può presentare con l’aiuto di un Caf o da soli con il servizio disponibile sul portale dell’Inps (Qui ne abbiamo scritto più nello specifico). Se si segue questa strada, la procedura va fatta online.

Come si controlla l’importo della Naspi?

Per controllare l’accredito dell’indennità sul sito INPS si procede così:

  1. visita l’area “Tutti i servizi” accedendo a “Nuova Assicurazione sociale per l’impiego (NASpI): consultazione domande”,
  2. inserisci le credenziali (PIN o SPID)
  3. cerca le informazioni relative all’ultima domanda presentata.
  4. Accanto alla voce “Pagamento in corso” dovrebbe esserci la data dell’accredito


Se hai delle richieste sulla Naspi in stato di istruttoria, scrivici su Instagram.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp