Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Assegno Unico genitori vedovi: cosa cambia

Assegno Unico genitori vedovi: cosa cambia

Spunta una nuova maggiorazione dell’Assegno Unico per genitori vedovi.

7' di lettura

Nell’articolo di oggi vedremo come cambia l’Assegno Unico per genitori vedovi, con la nuova maggiorazione attiva da giugno 2023 (scopri le ultime notizie sull’Assegno Unico e sui bonus attivi in Italia. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Assegno Unico per genitori vedovi: cosa cambia a giugno 2023?

Una grande novità investe l’Assegno Unico per i figli a partire dal 1° giugno 2023, poiché per effetto del Decreto Lavoro (48/2023), di recente convertito in legge, viene ampliata la platea di beneficiari di una delle maggiorazioni.

In base alla normativa dell’Assegno Unico (D.lgs. 230/2021, articolo 4, comma 8) se nel nucleo familiare lavorano entrambi i genitori, al nucleo spetta una maggiorazione, cioè un aumento dell’importo mensile di base.

L’articolo 22 del Decreto Lavoro aggiunge una porzione di testo al regolamento dell’Assegno Unico, che parla proprio di questa maggiorazione:

la maggiorazione di cui al presente comma è riconosciuta, altresì, nel caso di unico genitore lavoratore al momento della presentazione della domanda, ove l’altro risulti deceduto, per un periodo massimo di 5 anni successivi a tale evento, nell’ambito del limite di godimento dell’assegno”.

In parole povere la maggiorazione per entrambi i genitori lavoratori a partire dal 1° giugno 2023 spetta anche se, quando si richiede l’Assegno Unico, c’è un solo genitore lavoratore perché l’altro è deceduto. Tuttavia per chi si trova in queste condizioni la maggiorazione spetta solo per 5 anni calcolati a partire dalla data della morte dell’altro genitore.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come funziona la maggiorazione dell’Assegno Unico per genitori vedovi

A partire dal 1° giugno 2023 tra le tante maggiorazioni dell’Assegno Unico ce n’è una che spetta se nel nucleo entrambi i genitori lavorano o se al momento di presentare la domanda c’è un solo genitore lavoratore perché l’altro è deceduto. Si tratta di un importo che si somma alla regolare mensilità e viene corrisposto per ogni figlio minorenne.

Questa maggiorazione, come gli importi base dell’Assegno Unico, è modellata sull’ISEE, dove ai redditi più bassi spettano 32,4 euro per ogni figlio minore. La maggiorazione poi si riduce man mano che l’ISEE sale e si azzera se l’ISEE supera i 43.240,00 euro.

In pratica all’ultima fascia ISEE dell’Assegno Unico non spetta questa maggiorazione.

Assegno-Unico-per-genitori-vedovi-INPS
In foto, lo screen del sito dell’INPS.

Tabella degli importi dell’Assegno Unico 2023

La tabella più in basso mostra quali sono gli importi base dell’Assegno Unico nel 2023 per ogni figlio in base alla fascia ISEE di appartenenza. L’ultima colonna contiene invece gli importi della maggiorazione per nuclei vedovili o con due percettori di reddito.

La tabella è solo riassuntiva perché in realtà le fasce ISEE sono tantissime, in pratica ogni volta che l’ISEE sale di circa 100 euro l’Assegno Unico scende di 1 euro.

Potete consultare le tabelle complete degli importi dell’Assegno Unico e delle maggiorazioni 2023, con tutte le fasce ISEE, cliccando sul pulsante Download che si trova alla fine di questo paragrafo.

ISEEAssegno figli minori e disabiliAssegno figli 18-20 anniMaggiorazione dal 1° giugno 2023 (due genitori lavoratori o un genitore vedovo)
fino a 16.215,00 euro189,2 euro91,9 euro32,4 euro
da 19.998,51 a 20.106,60 euro169,7 euro82,6 euro27,8 euro
da 24.214,41 a 24.322,50 euro148,6 euro 72,4 euro22,7 euro
da 30.051,81 a 30.159,90 euro119,5 euro58,4 euro15,7 euro
da 35.024,41 a 35.132,50 euro94,6 euro46,5 euro9,7 euro
da 40.429,41 a 40.537,50 euro67,6 euro33,5 euro3,2 euro
oltre i 43.240,00 euro54,1 euro27,0 euronon spetta
    

Quali sono le altre maggiorazioni dell’Assegno Unico 2023

L’Assegno Unico 2023 prevede anche altre maggiorazioni oltre quella per i vedovi e i nuclei con due genitori lavoratori. Scendendo nello specifico queste sono le altre maggiorazioni in vigore nel 2023:

  • Nuclei con figli da 0 a 1 anno: + 50% dell’importo (a prescindere dall’ISEE) per ogni figlio con meno di 1 anno di età;
  • Nuclei con figli da 1 a 3 anni e con 3 o più figli a carico: + 50% dell’importo per ogni figlio da 1 a 3 anni di età (per livelli di ISEE fino a 42.240 euro)
  • Nuclei con 4 o più figli a carico: aumento della maggiorazione forfettaria che da 100 euro passa a 150 euro;
  • A fini degli importi i figli maggiorenni e disabili a carico, saranno considerati come i figli minorenni;
  • Per ciascun figlio dopo il secondo: un aumento compreso tra i 16,2 euro (ISEE sopra i 43.240 euro) e i 91,9 euro (ISEE fino a 16.215 euro);
  • Ulteriore maggiorazione per i figli con disabilità fino ai 21 anni: 91,9 euro, se affetto da disabilità media; 102,7 euro, se affetto da disabilità grave; 113,5 euro se in condizione di non autosufficienza.
  • Una maggiorazione transitoria per i nuclei entro i 25.00 euro di reddito che percepivano gli Anf nel 2021.

Tabella delle altre maggiorazioni dell’Assegno Unico 2023

ISEEMaggiorazione figli ulteriori al secondoMaggiorazione figli non autosufficienti < 21 anniMaggiorazione figli con disabilità grave < 21 anniMaggiorazione figli con disabilità media < 21 anniMaggiorazione figli per madre di età <21 anni
fino a 16.215,00 euro91,9 euro113,5 euro102,7 euro91,9 euro21,6 euro
da 19.998,51 a 20.106,60 euro81 euro113,5 euro102,7 euro91,9 euro21,6 euro
da 24.214,41 a 24.322,50 euro69,2 euro113,5 euro102,7 euro91,9 euro21,6 euro
da 30.051,81 a 30.159,90 euro52,9 euro113,5 euro102,7 euro91,9 euro21,6 euro
da 35.024,41 a 35.132,50 euro38,9 euro113,5 euro102,7 euro91,9 euro21,6 euro
da 40.429,41 a 40.537,50 euro23,8 euro113,5 euro102,7 euro91,9 euro21,6 euro
oltre i 43.240,00 euro16,2 euro113,5 euro102,7 euro91,9 euro21,6 euro
Tabella delle altre maggiorazioni dell’Assegno Unico 2023

FAQ sull’Assegno Unico

Quali sono i requisiti per ottenere l’Assegno Unico?

Per poter beneficiare dell’Assegno Unico è necessario avere figli a carico, minorenni, maggiorenni tra i 18 e i 20 anni (compiuti) o disabili di tutte le età. Per i figli maggiorenni la prestazione spetta solo se sono a carico fiscale dei genitori, disoccupati o impegnati in un percorso di studi.

Qual è l’importo dell’Assegno Unico?

L’importo dell’Assegno Unico varia in base a diversi fattori, come il numero dei figli a carico, l’età degli stessi e il reddito familiare. L’INPS ha stabilito apposite tabelle per determinare gli importi mensili dell’Assegno Unico. È possibile consultare queste tabelle scaricando il file allegato a questo articolo.

Come posso richiedere l’Assegno Unico?

La richiesta dell’Assegno Unico può essere effettuata tramite la presentazione di un’apposita domanda all’INPS. È possibile compilare la domanda online sul sito ufficiale dell’INPS oppure recarsi presso Caf e Patronato.

Qual è la durata dell’Assegno Unico?

L’Assegno Unico dura un anno, ma non va rinnovato. I beneficiari devono solo stare attenti a compilare la DSU e aggiornare il proprio ISEE entro il 28 febbraio di ogni anno.

Cosa succede se cambiano le mie condizioni durante il periodo di percezione dell’Assegno Unico?

Se cambiano le condizioni del nucleo condizioni durante il periodo in cui sta percependo l’Assegno Unico, è importante comunicare tempestivamente tali cambiamenti all’INPS. Ad esempio, se ci sono variazioni nel numero dei figli a carico, nel reddito familiare o nella situazione lavorativa, è necessario informare l’ente per evitare eventuali problemi o sanzioni.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie