Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Diritto » Invalidità Civile » Previdenza e Invalidità » Salute / Niente revisione, invalidità revocata: se ha torto l’Inps

Niente revisione, invalidità revocata: se ha torto l’Inps

Niente revisione, invalidità revocata: l'Inps non sente ragioni e va avanti con i provvedimenti, ma a volte non ha ragione come dimostra questa sentenza.

di The Wam

Aprile 2022

Niente revisione, invalidità revocata: come sapete l’Inps applica la sospensione e poi la revoca a chi salta la revisione dell’invalidità, ma non sempre ha ragione. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

In alcuni casi la decisione dell’Inps è stata contestata e i tribunali hanno dato ragione alle persone con invalidità, disabilità o handicap che hanno scelto la via giudiziale per rispettare i loro diritti.

In questo articolo verifichiamo uno di questi casi. Potrebbe essere utile a chi dovesse trovarsi in una condizione simile.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Le ultime notizie sull’invalidità civile, la legge 104, i bonus e le agevolazioni

Invalidità revocata: il fatto

Il fatto. L’Inps ha sospeso la prestazione previdenziale a un bambino che non era presente alla visita di revisione. I genitori del piccolo hanno presentato ricorso contro la decisione dell’ente previdenziale.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Invalidità revocata: motivi del ricorso

Per questi motivi:

L’Inps ha poi riconvocato a visita l’anno successivo un anno dopo.

Invalidità revocata: giudice del lavoro

Il giudice del lavoro ha accertato che non c’è nessuna prova che le due convocazioni a visita siano pervenute ai genitori del bambino.

Lo conferma anche il fatto che mesi dopo l’Inps ha poi inviato una terza convocazione a visita.

Tutte le tabelle per l’invalidità civile suddivise per patologie con relative percentuali

Invalidità revocata: sospensione illegittima

Il magistrato ha ritenuto illegittima la sospensione dell’indennità di accompagnamento per due motivi:

È cosa ormai chiara che la mancata presenza a una visita di revisione causata da una notifica sbagliata da parte dell’Inps (magari un indirizzo diverso da quello reale), non fa venir meno i requisiti che hanno in precedenza portato al riconoscimento del contributo assistenziale.

Elenco delle agevolazioni previste in base alla percentuale di invalidità riconosciuta

Invalidità revocata: la legge

Vediamo cosa dice la legge (articolo 3 ter del decreto legge numero 850 del 1976):

«Gli organi preposti alla concessione di benefici economici a favore dei ciechi civili, invalidi civili e sordomuti hanno facoltà, in ogni tempo, di accertare la sussistenza delle condizioni per il godimento dei benefici previsti, disponendo la eventuale revoca delle concessioni con effetto dal primo giorno del mese successivo alla data del relativo provvedimento».

Ricevi subito la guida illustrata con tutte le agevolazioni per l’invalidità civile

Quindi, ok, l’Inps può in ogni momento disporre una revisione e revocare eventualmente il procedimento. Fin qui ci siamo.

Poi continua:

«Con decreto del Ministro del Tesoro sono stabiliti i criteri e le modalità per verificare la permanenza nel beneficiario del possesso dei requisiti prescritti per usufruire della pensione, assegno o indennità previsti dalle leggi indicate nel comma 1 e per disporne la revoca in caso di insussistenza di tali requisiti, con decreto dello stesso Ministro, senza ripetizione delle somme precedentemente corrisposte».

Ma il passo cruciale è questo:

«Nei procedimenti di verifica, compresi quelli in corso, finalizzati ad accertare, nei confronti di titolari di trattamenti economici di invalidità civile, la permanenza dei requisiti sanitari necessari per continuare a fruire dei benefici stessi, l’Inps dispone la sospensione dei relativi pagamenti qualora l’interessato, a cui sia stata notificata la convocazione, non si presenti a visita medica senza giustificato motivo. Se l’invalido, entro novanta giorni dalla data di notifica della sospensione ovvero della richiesta di giustificazione nel caso in cui tale sospensione sia stata già disposta, non fornisce idonee motivazioni circa la mancata presentazione a visita, l’Inps provvede alla revoca della provvidenza a decorrere dalla data della sospensione medesima».

Invalidità revocata: questione di notifica

E dunque la mancata presentazione alla visita di revisione (senza nessuna successiva giustificazione) porta alla sospensione e alla successiva revoca della prestazione ma solo se si dimostra che sia sia stata una regolare notifica dell’invito.

Per questi motivi il ricorso dei genitori è stato accolto. E per questi stessi motivi ora l’Inps insieme all’invito (raccomandata A/R) si premunisce ora di effettuare anche una telefonata all’assistito.

Ma, come vedete, se l’invito non viene inviato al giusto indirizzo e quella telefonata non arriva, l’ente non avrebbe il diritto di sospendere nessuna prestazione.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1