Dall’autismo agli aborti spontanei: no-vax, cosa dicono davvero

Le teorie più diffuse fra chi non crede all'utilità dei vaccini. Associazioni e movimenti che si sono sviluppati in tutta Europa. Scopriamo cosa dicono.

Teorie no-vax e rischio influenza. Il punto della situazione
Teorie no-vax e rischio influenza. Il punto della situazione
2' di lettura

Dibattito sulla vaccinazione anti-influenzale e Covid-19. La resistenza dei no-vax e le principali teorie. Mentre l’Istituto Superiore di Sanità invita a vaccinarsi. Occorre sensibilizzare l’opinione pubblica. Il punto della situazione.

No-vax: chi sono e cosa vogliono

Se ne è parlato spesso durante la pandemia. Per schernirli. Pensando che la gravità della situazione italiana avesse fatto desistere i più recalcitranti antivaccinisti.

Invece no. Sono più agguerriti di prima, manifestano contro i vaccini e gridano alla “dittatura sanitaria”. Una lotta ideologica senza quartiere dove il materiale scientifico di supporto è spesso scarsamente attendibile.

Molte le regioni italiane in cui sono attive organizzazioni di questo tipo. Gruppi di cittadini che si “informano” sulla presunta nocività dei vaccini obbligatori/consigliati.

Esiste anche un meccanismo di coordinamento europeo, il Forum Europeo per la Vigilanza sui Vaccini (EFVV). La sua missione? Abolire la vaccinazione obbligatoria in tutta Europa.

Dall’autismo agli aborti spontanei: è colpa del vaccino

I no-vax dicono di battersi per la libertà di scelta e per le “vittime” delle vaccinazioni.

Tre i temi principali. I vaccini possono causare morti bianche, insorgenza di forme di autismo e aborti spontanei. Queste le battaglie su cui si concentra maggiormente l’attenzione di questa frangia di “cittadini preoccupati” (concerned citizens).

Un fenomeno di origine statunitense che si è diffuso a macchia d’olio a partire dagli anni ’90. La supposizione che i vaccini possano nuocere gravemente alla salute avrebbe anche un fondamento scientifico, a detta dei sostenitori.

Ma non la dicono tutta. Le ricerche, su cui si fondano queste teorie cospirazioniste, sono una esigua minoranza rispetto alla maggioranza degli studi. Ampiamente screditati da istituti autorevoli, dalle organizzazioni internazionali e dai governi.

Il caso del vaiolo

Il vaiolo è stato eradicata ufficialmente nel 1980 in tutto il mondo.

Questa ferocissima malattia, incurabile con antibiotici, è stata sconfitta grazie alle vaccinazioni. Per merito di una campagna condotta dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) dal 1967 fino al 1977.

Un esempio del ruolo della vaccinazione nella prevenzione e nella risposta al rischio pandemia.

Correre ai ripari: Covid-19 e influenza stagionale

In questo periodo, è in corso il dibattito sulla vaccinazione anti-influenzale.

Gli esperti dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità) affermano che bisogna correre ai ripari e hanno stilato una lista di categorie di cittadini a rischio.

Infatti, questo autunno sarà caratterizzato dalla presenza di due virus: l’influenza e il Covid-19.

Non si può attendere oltre, affermano gli esperti. Difendersi dall’influenza avrebbe un effetto positivo sulla salute complessiva della popolazione. In più, ci sarebbe meno pressione sugli ospedali e sui medici di base, più risorse da destinare ai malati di Covid-19.

Urge una campagna di comunicazione per sensibilizzare l’opinione pubblica al tema della vaccinazione. Non si può rimandare oltre.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie