Nonno pedofilo abusa della nipotina neonata e fa il video

Nonno pedofilo. Un 74enne è stato arrestato dalla polizia postale di Milano per aver violentato la nipotina e aver poi diffuso le immagini sui canali streaming della rete. La piccola veniva lasciata dai genitori al nonno quando erano fuori. L'uomo avrebbe ripreso almeno venti violenza. Nella sua abitazione decine di migliaia di video pedopornografici, quasi tutti con bimbi in tenera età.

Nonno pedofilo abusa della nipotina neonata e fa il video
Nonno pedofilo: un 74enne è stato arrestato dalla polizia postale di Milano per aver violentato la nipotina e aver poi diffuso le immagini sui canali streaming della rete.
2' di lettura

Il nonno di una neonata è stato arrestato questa mattina per aver violentato la nipotina in tenerissima età e pedopornografia: ha ripreso e diffuso quegli abusi. Nella sua abitazione sono stati anche trovati migliaia di video simili.

Una indagine nata quasi per caso quella della polizia postale di Milano coordinata dalla Procura di Milano. Inizia dalla consueta attività di controllo sul web che viene svolta dal Centro Nazionale di Contrasto alla Pedopornografia online per cercare di porre un argine allo sfruttamento sessuale dei minori sulla rete.

Quel video con la violenza in diretta

Nei mesi scorsi gli investigatori investigatori hanno visto un video pubblicato in diretta su una piattaforma gratuita per lo streaming online. Si vedeva un uomo che abusava di una piccola di pochi mesi.

Sono subito partite le indagini. Il contenuto multimediale è stato “congelato” e acquisiti tutti i metadati contenuti, compreso l’indirizzo Ip da dove era stato inviato il video. Pochi giorni dopo gli agenti della polpost milanese sono riusciti a individuare l’indagato e iniziare una sorta di pedinamento digitale per raccogliere nei confronti dell’uomo una serie di elementi investigativi e soprattutto per accertare se davvero l’uomo avesse violentato la piccola.

Accertati gli abusi sono scattate le manette

Le indagini hanno purtroppo dimostrato che sì, l’indagato aveva davvero abusato della neonata. E l’uomo in questione era il nonno della vittima. I genitori gliela affidavano quando non erano in casa.

La procura è intervenuta subito. E’ stata chiesta al giudice per le indagini preliminari l’emissione di un provvedimento di custodia cautelare. Richiesta accolta. Questa mattina il presunto nonno pedofilo è stato prelevato dalla sua abitazione e recluso in carcere.

Durante la perquisizione domiciliare, gli agenti hanno trovato venti video che documentano le violenze sessuali sulla bambina, oltre a decine di migliaia di file pedopornografici che riprendono altri minori, tutti in tenera età.

L’operazione Luna Park

Pochi giorni fa, sempre la polizia postale di Milano, ha portato a termine una delle più importanti operazioni contro la pedopornogfrafia sul web, arrestando 15 persone e denunciandone altre 432: si scambiavano video con bambini violentati su gruppi WhattsApp e canali Telegram. A capo della organizzazione un ottico di Napoli e un giovane veneziano. L’operazione è stata denominata Luna Park. Arrestati sono stati effettuati in diverse nazioni del mondo.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie