Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico / Assegno Unico marzo: maggiorazioni e arretrati, le novità

Assegno Unico marzo: maggiorazioni e arretrati, le novità

Scopri le ultime novità dell’Assegno Unico a marzo 2023: cosa succede agli importi, arretrati e maggiorazioni.

di Chiara Del Monaco

Marzo 2023

Novità dell’Assegno Unico a marzo 2023 previste dalla legge di bilancio 2023 e dall’INPS. Ecco un quadro completo di quello che c’è da sapere (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Con l’inizio di marzo entreranno in vigore le novità dell’Assegno Unico, tra cui l’aumento degli importi dovuto alla rivalutazione, l’introduzione di maggiorazioni per alcune categorie di famiglie.

Oltre alle novità, sono attesi anche i conguagli legati agli arretrati per coloro che non hanno ricevuto alcune mensilità del 2022 o che hanno percepito importi più bassi di quelli dovuti.

Nei prossimi paragrafi, quindi, forniamo un quadro completo sulle novità dell’Assegno Unico a marzo 2023.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Indice

Novità dell’Assegno Unico a marzo 2023: importi

Gli importi dell’Assegno Unico 2023 hanno subìto cambiamenti importanti per tutti i cittadini. In particolare, con la legge di bilancio 2023 tutte le somme previste per i destinatari sono state adeguate alla rivalutazione pari all’8,1%. Di conseguenza, oltre agli importi base, sono aumentate anche le maggiorazioni e le soglie ISEE.

Visto che i nuovi importi hanno iniziato a essere riconosciuti a febbraio anziché a gennaio, i destinatari dell’Assegno Unico avranno diritto agli arretrati di gennaio 2023. Di seguito, ecco le tabelle ufficiali degli importi base e maggiorazioni dell’Assegno Unico 2023.

Invece, a partire da marzo gli importi dei singoli beneficiari cambieranno in quanto faranno riferimento al nuovo ISEE. Ricordiamo, infatti, che le somme erogate a gennaio e febbraio erano basate sull’ISEE 2022, mentre entro il 28 febbraio era necessario presentare i nuovi dati reddituali e patrimoniali.

Ciò vuol dire che chi ha un ISEE 2023 più alto rispetto all’ISEE 2022 (per esempio perché dal 2020 al 2021 c’è stato un aumento di reddito), ha diritto a un importo dell’Assegno Unico più basso. Dall’altro lato, le famiglie che con l’ISEE aggiornato da 2023 dichiarano un reddito più basso rispetto all’ISEE vecchio, riceveranno un importo base dell’Assegno più alto.

Tuttavia, in merito all’adeguamento degli importi al nuovo ISEE si sono già verificate i primi problemi. Di recente, alcuni cittadini hanno segnalato di aver ricevuto un importo dell’Assegno Universale più basso del dovuto, e l’INPS ha giustificato questa situazione, affermando che chi aveva presentato il nuovo ISEE in anticipo (per esempio a gennaio), ha ricevuto l’importo di febbraio sulla base dell’ISEE 2023, e non sull’ISEE 2022.

In ogni caso, poiché la normativa prevede che per le somme di gennaio e febbraio si faccia riferimento ancora all’ISEE dell’anno precedente (quindi al 31 dicembre 2022), i beneficiari coinvolti e danneggiati da questo nuovo adeguamento avrebbero la possibilità di presentare un ricorso all’INPS.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Di seguito, una guida molto utile per capire dove informarsi per avere tutti i dettagli su Reddito di cittadinanza e Assegno Unico.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Novità dell’Assegno Unico a marzo 2023: maggiorazioni

Nel paragrafo precedente abbiamo visto che gli importi dell’Assegno Unico sono stati adeguati alla rivalutazione all’8,1% da febbraio 2023 e saranno adeguati all’ISEE 2023 a partire dalla mensilità di marzo. Quindi, chi ha un valore ISEE 2023 più alto rispetto all’ISEE 2022, riceverà un importo inferiore rispetto a quello percepito finora, e viceversa con un valore ISEE più basso.

Oltre agli importi base, nel 2023 sono cambiate anche le maggiorazioni, sia perché sono state anche queste rivalutate sia perché ne sono state aggiunte nuove con la legge di bilancio.

Nello specifico, le maggiorazioni previste con l’Assegno Unico in aggiunta alla quota base sono le seguenti:

Per quanto riguarda le nuove maggiorazioni, la manovra finanziaria ha stabilito quanto segue:

Nel frattempo, scopri chi deve presentare la domanda dell’Assegno Unico nel 2023 e di quanto aumentano gli importi con le maggiorazioni. Leggi anche quanto costa non rinnovare l’ISEE per l’Assegno Unico 2023 e l’elenco delle novità dell’Assegno Unico 2023 in breve.

Novità dell’Assegno Unico a marzo 2023: in foto, una famiglia con due genitori, tre figli e due nonni seduta sul divano.

Novità dell’Assegno Unico a marzo 2023: conguagli

Tra le novità dell’Assegno Unico a marzo 2023 ci sono anche le note più dolenti, ossia gli arretrati attesi dalle famiglie che non hanno ricevuto alcune mensilità o che hanno percepito degli importi più bassi del dovuto.

In teoria, l’INPS avrebbe dovuto recuperare tutti gli arretrati spettanti tramite i conguagli di febbraio. Eppure, questi conguagli non sono stati effettuati e gli utenti hanno iniziato a chiedersi che fine abbiano fatto le mensilità arretrate.

Ma chi sono i cittadini interessati dalla questione “arretrati dell’Assegno Unico?”

Dunque, gli arretrati sono attesi a marzo 2023 da queste categorie di persone:

Scopri, invece, chi dovrà restituire i soldi dell’Assegno Unico 2023.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp