Nuova Ape Sociale 2023: le proposte per la Riforma Pensioni

Ape Sociale 2023: diventerà strutturale? Verrà allargata la platea di beneficiari? Ecco tutte le proposte al vaglio del Governo.

4' di lettura

Nuova Ape Sociale 2023: quali sono le proposte al vaglio per la riforma delle pensioni? Vediamole insieme in questo articolo (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE:

Nuova Ape Sociale 2023: di cosa parliamo?

Ci sarà la proroga dell’Ape Sociale per il 2023? Come potrebbe cambiare e sarà possibile allargare la platea dei beneficiari? Sono solo alcune delle domande che circolano intorno alla nuova Ape Sociale 2023.

Nei giorni scorsi il ministro del Lavoro, Andrea Orlando ha aperto alla possibilità di prorogare l’Ape Sociale anche per il prossimo anno, permettendo, in questo modo, alle categorie di lavoratori ritenute più fragili di andare in pensione a 63 anni e con un’anzianità contributiva compresa tra i 30 e i 36 anni.

Prima di addentrarci nel merito, è necessario chiarire in cosa consiste l’Ape Sociale: parliamo di quell’indennità erogata dall’INPS ad alcune categorie di lavoratori (caregiver, invalidi almeno al 74%, disoccupati, impiegati in lavori gravosi e usuranti) dai 63 anni (età minima per accedere all’Ape Sociale) fino al raggiungimento dell’età per la pensione di vecchiaia (nel 2022 e anche nel 2023 è 67 anni).

I disoccupati, i lavoratori invalidi civili con almeno il 74% di invalidità riconosciuta e i caregiver possono accedervi con 30 anni di contributi, ai lavoratori impiegati in mansioni gravose ne servono 36, mentre i lavoratori edili possono fare richiesta con 32 anni di contributi.

Scopri la pagina dedicata all’Ape Sociale per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Alle lavoratrici madri viene tolto un anno di contributi per ogni figlio, fino a un massimo di 2 anni: quindi a una madre lavoratrice, con 2 figli, basteranno 28 anni di contributi per accedere all’Ape Sociale.

In questo articolo di The Wam.net, invece, vi abbiamo descritto cosa potrebbe accadere alle pensioni anticipate nel 2023.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Ape Sociale 2023: sarà strutturale? Proposte al vaglio

Come detto, una delle ipotesi al vaglio del Governo, in tema di riforma delle pensioni, è quella di rendere strutturale la nuova Ape Sociale 2023.

Se dovesse passare la proposta del presidente dell’INPS, Pasquale Tridico, la nuova Ape Sociale 2023 diverrebbe una pensione contributiva di garanzia a carico dello Stato.

L’obiettivo è di rendere più flessibile il pensionamento dei lavoratori più svantaggiati, limitando al massimo le differenze tra le varie categorie di lavoratori.

Ape Sociale 2023
Ape Sociale 2023: proposte per il nuovo anno.

Secondo l’ex ministro del Lavoro, Cesare Damiano, la nuova Ape Sociale 2023 andrebbe estesa anche ai disoccupati che non hanno fruito degli ammortizzatori sociali, a causa della mancanza dei requisiti richiesti, oppure perché rimasti senza lavoro alla scadenza dei contratti a termine.

Anche i lavoratori autonomi, al momento esclusi dall’Ape Sociale, potrebbero essere inclusi nella categoria dei lavoratori svantaggiati e accedere alla nuova Ape Sociale 2023.

È necessario chiarire, però, che quanto descritto in questo articolo è, al momento, soltanto una delle tante proposte formulate per la riforma delle pensioni. Nulla di ufficiale, dunque, ma solo un’ipotesi per il prossimo anno.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie