Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per Partite Iva / Nuovi contributi a fondo perduto dal MISE, ecco per chi

Nuovi contributi a fondo perduto dal MISE, ecco per chi

Nuovi contributi a fondo perduto dal MISE per le imprese di ristorazione collettiva. Importo e requisiti.

di The Wam

Gennaio 2022

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha sbloccato 100 milioni di euro da destinare, come nuovi contributi a fondo perduto, alle imprese dei servizi di ristorazione collettiva, comprese le mense e i catering (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

L’importo sarà diviso in parti uguali e spetta alle aziende che hanno subito dei cali di fatturato per via delle restrizioni applicate per fronteggiare l’epidemia da Covid-19.

In attesa di un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che regoli termini e modalità di erogazione dei nuovi contributi a fondo perduto, ci sono già informazioni sui requisiti e sull’importo.

In questo articolo daremo tutte le informazioni attualmente disponibili e spiegheremo a chi spetta il beneficio.

Nuovi contributi a fondo perduto per aziende della ristorazione

I nuovi contributi a fondo perduto spettano a quelle imprese che svolgano servizi di ristorazione, definiti da un contratto con committente pubblico o privato.

La ristorazione offerta, non occasionale, deve essere destinata a una comunità ben definita: scuole, uffici, università, caserme, strutture ospedaliere, assistenziali, detentive…

Inoltre, le imprese interessate a ricevere il contributo, devono aver registrato una riduzione del fatturato, nel 2020, di almeno il 15% rispetto al 2019.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Nuovi contributi a fondo perduto, importi

L’importo sbloccato dal MISE è di 100 milioni di euro e, da decreto, andrebbero divisi equamente per ogni azienda.

«Andrebbero» perché c’è una soglia che non si può superare; ogni impresa non avrà più di 10.000 euro.

Il decreto dovrà essere registrato dalla Corte dei Conti, manca solo l’ultimo provvedimento dell’Agenzia delle Entrate per mettere in modo la macchina delle domande.

Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo Economico, ha espresso soddisfazione e vicinanza al settore della ristorazione, duramente colpito dal Covid-19:

«È importante sostenere il settore della ristorazione collettiva perché svolge, con la sua attività quotidiana di mensa nei luoghi di lavoro e nelle strutture scolastiche e ospedaliere, una funzione anche sociale.

Per favorire la ripresa economica del nostro Paese è quindi necessario aiutare con contributi a fondo perduto anche queste realtà imprenditoriali».

Nuovi contributi a fondo perduto dal MISE, ecco per chi
Nuovi contributi a fondo perduto dal MISE, ecco per chi

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp