Nuovo Clan Partenio: prime condanne

Prime condanne nel processo sul Nuovo Clan Partenio. Sono state emesse al termine dei riti abbreviati celebrati davanti al gup di Napoli.

2' di lettura

Prime condanne nel processo sul Nuovo Clan Partenio. Il gup del tribunale di Napoli ha stabilito 13 anni e 4 mesi per Filippo Chiauzzi, 43 anni, di Avellino (la Procura aveva chiesto venti anni), 11 anni e 10 mesi per Elpidio Galluccio, 31 anni, di Avellino (La Procura aveva chiesto 18 anni), difeso dagli avvocati Carmine Danna e Gerardo Santamaria, quattro anni per Ferdinando Bianco, 45 anni, e 5 anni e 4 mesi Pasquale Bianco (Per entrambi la Procura aveva chiesto 10 anni), entrambi di Monteforte Irpino (Avellino). Gli avvocati difensori, Carmine Danna, Gerardo Santamaria, Quirino Iorio e Domenico Dello Iacono ricorreranno in Appello per ottenere uno sconto di pena.

La scorsa udienza il sostituto procuratore dell’Antimafia di Napoli, Simona Rossi, aveva chiesto le condanne per i quattro imputati ritenuti vicini al Nuovo Clan Partenio, per l’accusa una associazione a delinquere di stampo camorristico (ipotesi di reato che ora dovrà affrontare il vaglio del giudice) attiva fra Avellino e l’hinterland.

Indice:


Nuovo Clan Partenio: le richieste di condanna

Il Pm, in aula, aveva ricostruito una serie di episodi di estorsione che vengono contestati agli imputati. A Galluccio (per lui è caduto un capo d’accusa) e Chiauzzi è addebitato di aver preso attivamente parte all’associazione camorristica ipotizzata, ai due Bianco di aver agito con modalità mafiose nella commissione dei reati finiti nell’ordinanza cautelare.

Clan Partenio 2. Chieste le condanne per quattro imputati
Clan Partenio 2. Chieste le condanne per quattro imputati

Il business del Nuovo Clan Partenio

L’indagine ruota, principalmente, intorno a reati di usura ed estorsione: nelle sue accuse più gravi restituisce uno spaccato sociale strettamente legato alla crisi economica che ha colpito tanti settori. Nella rete degli strozzini, si legge nelle accuse formulate dai Pm, erano finiti piccoli professionisti e ludopatici. Nell’aula bunker di Napoli, si sta svolgendo il processo a ventidue imputati accusati di far parte dell’associazione a delinquere.

Le indagini parallele

Per ricostruire l’attività del Clan Partenio 2 ci sono voluti alcuni anni di indagine dei carabinieri del nucleo investigativo di Avellino, guidati dal capitano Quintino Russo. Il gip, nelle carte, parla della paura che il clan aveva creato nelle proprie vittime.

Al processo ci sarà solo una parte civile, le altre persone offese hanno deciso di rinunciare. Al momento l’impalcatura degli investigatori è stata ritenuta solida, i ricorsi degli avvocati contro gli arresti e l’aggravante camorristica, sono infatti stati bocciati sia al Riesame che in Cassazione. C’è una inchiesta parallela che ipotizza l’ingerenza del gruppo criminale, con la complicità di altri indagati, nell’esito di alcune aste giudiziarie.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie