Nuovo decreto Conte: i colori di tutte le Regioni

Nuovo decreto Conte: una decina di Regioni dovrebbero passare in fascia arancione e tre in rosso, in zona gialla resterebbero solo Toscana, Molise e Campania. Sarà tutto definito oggi dopo il monitoraggio con i governatori. Ma anche in fascia gialla le misure saranno stringenti.

5' di lettura

Quasi tutta Italia cambia colore: dovrebbero restare in giallo, per i dati registrati negli ultimi giorni, solo Toscana, Molise e Campania. Le altre Regioni, secondo i nuovi criteri imposti dal nuovo decreto Conte (che entrerà in vigore domani 16 gennaio), passeranno in fascia arancione. Dovrebbero essere: Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, provincia autonoma di Bolzano, provincia autonoma di Trento, Puglia, Umbria e Veneto. Un bel pezzo del Paese.

Nuovo decreto Conte: chi rischia il rosso

Rischiano il rosso (hanno dati al limite), la Lombardia, l’Emilia Romagna e la Calabria.

Gran parte delle restrizioni restano ovunque, con divieti che aumentano gradualmente prima in fascia arancione e poi in quella rossa.

Rischia la fascia rossa – per i parametri del nuovo decreto Conte – anche la Sicilia, dove begli ultimi giorni l’aumento dei casi è stato molto sostenuto. Messina è già in fascia rossa. E ieri nell’isola ci sono stati 1.867 contagi, la terza regione in Italia dopo Lombardi e Veneto. La zona rossa per la Sicilia è stata evocata anche dal governatore Nello Musumeci.

C’è chi spinge per un lockdown nazionale

Confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5 e l’obbligo di mascherina all’aperto e al chiuso.

Per il ministro Speranza «i segnali che arrivano dagli altri Stati europei non sono buoni. Da noi ci aspettiamo un Rt più alto, potrebbe sfiorare 1,10, la settimana scorsa era 1,03».

Molti esperti (come la Fondazione Gimbe), hanno sollecitato misure ancora più stringenti nel nuovo decreto Conte, un lockdown nazionale, rigido come quello della scorsa primavera, per abbattere sul nascere la terza ondata (e la diffusioni delle nuove varianti più contagiose del coronavirus), in modo da facilitare la campagna di vaccinazione, non riempire di nuovi pazienti gli ospedali e per ritornare a effettuare un tracciamento efficace dei casi con l’inizio dell’estate.

Il governo ha scelto di puntare di nuovo sulle fasce colorate. Evidentemente il lockdown nazionale non viene ritenuto economicamente e socialmente sostenibile.

Nuovo decreto Conte: anche in giallo regole stringenti

Chi è fascia gialla potrà anche andare al ristorante a pranzo, ma i divieti e le regole previste nel nuovo decreto Conte restano comunque stringenti. Molto più della fascia gialla che abbiamo conosciuto nei mesi scorsi. Anche perché restano i vigore le restrizioni imposte durante il periodo delle feste di fine anno. Rimane, infatti, il divieto di spostamento fra le regioni fino al 15 febbraio.

Fino al 5 marzo sarà valida anche la regola che permette una sola volta al giorno ad un massimo di due persone (oltre ai minori di 14 anni conviventi o disabili non autosufficienti) di far visita a parenti o amici nella regione, se questa è in zona gialla, o nel comune se è in zona arancione o rossa. C’è comunque ancora la possibilità che il divieto di recarsi da amici e parenti fuori dal comune di residenza possa essere esteso anche a chi risiede in regioni in zona gialla.

Nuovo decreto Conte: le nuove restrizioni

Ne sapremo di più oggi, quando saranno determinate, dopo il monitoraggio con le Regioni, le nuove colorazioni.

Ma le misure principali, oltre a quelle già elencate restano queste.

Confini regionali

Sarà vietato superare i confini regionali anche per chi è in fascia gialla. «Fino al 15 febbraio 2021 – si legge nel nuovo decreto Conte – è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione».

Seconde case

Resta, fino al 15 febbraio, anche il divieto di raggiungere le seconde case che si trovano fuori regione. Se si è residenti in una regione in fascia arancione è vietato andare nella seconda casa fuori Comune. L’unica deroga riguarda motivi di urgenza.

Visite in due

Per le visite a parenti o amici anche nelle regioni in fascia gialla, è permesso lo spostamento «verso una sola abitazione privata abitata, nell’ambito del territorio comunale, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le 5 e le 22, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi».

Resta nel nuovo decreto Conte la deroga già imposta nelle feste di fine anno per i comuni con meno di 5.000 abitanti, dove sono consentiti spostamenti «per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia».

Musei e cinema

Piccolo alleggerimento delle restrizioni per i musei, che potranno restare aperti «dal lunedì al venerdì con esclusione dei giorni festivi», naturalmente con ingressi contingentati. Restano chiusi i cinema e i teatri.

Palestre e piscine

Fino al 5 marzo è stato prorogato il divieto di apertura di palestre e piscine ma dalla prossima settimana il Comitato tecnico scientifico potrebbe approvare le nuove linee guida che sono state proposte dal ministero dello Sport: potrebbero essere autorizzare almeno le lezioni individuali.

La fascia bianca

Nel nuovo decreto Conte è prevista la fascia Bianca per regioni con «scenario di tipo 1 e livello di rischio basso, «ove nel relativo territorio si manifesti una incidenza settimanale dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti». Tutte le attività potranno riaprire.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie