Nuovo DPCM: ecco le regole per fare sport zona per zona

Come cambiano le regole per fare sport con il nuovo DPCM di Draghi? Scopri cosa si può fare e cosa è vietato nella zone rossa, arancione e gialla.

4' di lettura

Quali sono le nuove regole per fare sport in base al nuovo DPCM emanato dal Governo Draghi, in vigore da sabato 6 marzo? È una domanda ricorrente, che molti italiani si pongono alla luce delle misure restrittive e di contenimento imposte per limitare al massimo il contagio del Covid-19.

Il nuovo Governo ha seguito la strada avviata dal precedente Governo Conte, confermando, nel nuovo DPCM, la suddivisione in zone, dalla bianca alla rossa, passando per le zone gialle e arancioni.

Regole per fare sport nel nuovo DPCM

In zona rossa, con il nuovo DPCM, sono sospese tutte le attività sportive previste dall’articolo 17, commi 2 e 3, anche se svolte nei centri sportivi all’aperto. Inoltre sono sospesi tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva.

Le attività previste dall’articolo 17, commi 2 e 3, sono le seguenti:

palestre,

piscine e centri natatori,

centri benessere e termali,

sport di contatto (escluse le competizioni sportive di interesse nazionale),

attività sportiva dilettantistica di base,

scuole e attività formativa connesse agli sport di contatto

attività sportiva di base e quella motoria svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, anche se svolte nel rispetto delle norme di distanziamento interpersonale e senza assembramenti.

Zona rossa: si può fare sport in forma individuale?

Le nuove regole per fare sport con il nuovo DPCM consentono, però, di praticare attività motoria individualmente, in prossimità della propria abitazione, rispettando la distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con l’obbligo di utilizzare dispositivi di protezione delle vie respiratorie. È inoltre consentito svolgere attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale.

Nuovo DPCM: le palestre restano chiuse in zona rossa, arancione e gialla

Sport in zona gialla e arancione

Anche in zona gialla e arancione cambiano le regole per fare sport con il nuovo DPCM. In questo caso, pur sospendendo le attività di palestre, piscine, centri natatori e centri benessere, è consentita l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, nel rispetto delle norme di distanziamento interpersonale e senza alcun assembramento, con la prescrizione che è interdetto l’uso di spogliatoi interni.

Inoltre, con il nuovo DPCM, sono consentite le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere e centri termali per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza e per le attività riabilitative o terapeutiche e sono possibili le attività dei centri di riabilitazione, nonché quelle dei centri di addestramento e delle strutture dedicate esclusivamente al mantenimento dell’efficienza operativa in uso al Comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico, che si svolgono nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti.

Nuovo DPCM: le piscine restano chiuse con le nuove misure del Governo

È comunque consentito, con il nuovo DPCM, svolgere attività sportiva o motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, rispettando la distanza di sicurezza di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività, salvo che sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non autosufficienti.

Zona gialla e arancione: attività sportive sospese

Con il nuovo DPCM resta sospeso lo svolgimento degli sport di contatto e sono sospese l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto nonché tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere ludico-amatoriale.

Con il nuovo DPCM consentiti soltanto gli eventi e le competizioni – di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP) – riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico.

Nuovo DPCM: gli impianti sciistici possono essere utilizzati solo da atleti riconosciuti da CONI e CIP

In zona gialla e arancione, con il nuovo DPCM, restano chiusi gli impianti sciistici, gli stessi possono essere utilizzati solo da atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti dal CONI dal CIP.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie