Nuovo Dpcm e zona rossa: quali regioni ancora off limits?

Nuovo Dpcm e fine della zona rossa generale prevista per il 6 gennaio 2021. Dal 7 si torna al sistema a colori, restrizioni differenziate in base al contagio.

Finisce la zona rossa. Ma forse non per tutte le regioni
Finisce la zona rossa. Ma forse non per tutte le regioni
3' di lettura

Il 6 gennaio è l’ultimo giorno della zona rossa generalizzata prevista dal decreto Natale. Dopo l’Epifania, il paese torna a colori con il nuovo Dpcm che sarà varato dal governo, con ogni probabilità il 15 di gennaio. Le regioni saranno sottoposte a restrizioni di varia intensità in base all’indice Rt. Sei regioni rischiano di restare rosse. Vediamo le ipotesi più accreditate al momento.

Indice:


Fine della zona rossa – Verso il nuovo Dpcm

Il 6 gennaio 2021 è la data prevista per la fine delle restrizioni del Decreto Natale. La “zona rossa ad intermittenza”, intervallata da giorni arancioni, sta per finire. Da oggi, (2 gennaio 2021) è previsto solo un giorno arancione, lunedì 4 gennaio.

Per il resto dei giorni valgono le regole che già conosciamo (clicca qui per leggere tutti i divieti previsti in zona rossa):

  • spostarsi sempre muniti di autocertificazione e solo per ragioni di comprovata necessità (lavoro e salute);

  • visitare amici e parenti, spostandosi in massimo due persone, per una volta al giorno entro il coprifuoco, dalle 5.00 di mattina alle 22.00 di sera.

Ma dal 7 gennaio la musica cambierà completamente. Si ritorna al sistema della divisione a colori.

Di che colore sarà l’Italia il 7 gennaio?

La risposta non è univoca.

Dopo l’Epifania saranno i dati raccolti nel monitoraggio dell’ISS, Istituto Superiore di Sanità a fare la differenza.

Il report settimanale indica alcuni parametri che misurano la diffusione del contagio. Se le informazioni raccolte mostreranno che il contagio è sotto controllo, quindi che l’indice Rt (che dà indicazione sulla diffusione del virus) si avvicina allo zero, quasi tutto il paese potrebbe tornare in zona gialla.

Come spiega il Corriere delle Sera, presto, il 15 gennaio, finirà anche la restrizione sulle chiusure anticipate alle 18.00 di bar e ristoranti. Ma non è ancora chiaro quale pacchetto di norme, seguirà quello in scadenza per far fronte alle riapertura.

Una cosa è certa, meglio non fare previsioni prima prima del 6 gennaio.

Saranno i dati raccolti dal monitoraggio a stabilire quali regioni si coloreranno di giallo e quali no.

Regioni a rischio zona rossa

In particolare, secondo quanto riportato da Corriere delle Sera, in base ai dati del report sarebbero 6 le regioni che al momento rischiano di restare rosse dopo il 7 gennaio:

  • Calabria – Rt: 1.03

  • Liguria – Rt: 1

  • Veneto – Rt: 1.08

  • Basilicata – Rt: 1.17

  • Lombardia – Rt: 0.97

  • Puglia – Rt: 0.96

Dati che preoccupano le autorità e che potrebbero rivelarsi decisive per le disposizioni previste nel nuovo dpcm che sarà varato dal governo. Al punto che il Ministro della Salute Roberto Speranza avrebbe detto al Corriere delle Sera che se la situazione non si evolvesse positivamente, è possibile che prevarrà “la linea del rigore”.

Zona rossa – rischio per sei regioni

L’indice Rt è un parametro che indica il “tasso” di diffusione di un’epidemia. In parole povere, se l’indice Rt fosse pari a 3 significherebbe che ogni persona ne riesce a contagiare ben 3. Questo scenario, del tutto fittizio e ipotetico, spiega perché è importante che l’indice rimanda al di sotto il valore 1.

All’entità dell’indice si associa la capacità del sistema sanitario di far fronte alla crisi.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie