Obbligo vaccino. Il lavoratore può essere licenziato?

2' di lettura

Obbligo vaccino Covid. In Italia si discute circa la legittimità dell’obbligo vaccinale. Mentre sacche di opinione pubblica, si schierano contro il vaccino. Quali sono le regole e cosa dice la legge. Il lavoratore può essere licenziato se rifiuta di vaccinarsi?

Indice:


La polemica sull’obbligo del vaccino

Il 22 dicembre 2020 l’AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato il vaccino Pfizer per l’immissione in commercio, decretandone così l’efficacia e sicurezza.

Ma mentre il 27 dicembre ha avuto inizio la campagna vaccinale in tutta l’Unione Europea, in Italia la questione dell’obbligatorietà dei vaccini si scalda.

Complice l’intervento del magistrato Raffaele Guariniello che, in una recente intervista riportata da OPEN, avrebbe incautamente affermato la presunta liceità del licenziamento in caso un dipendente si rifiutasse di farsi vaccinare. Insomma, secondo la sua interpretazione, ci sarebbero gli estremi per un licenziamento, se il ricollocamento nella persona in un’altra mansione non è possibile.

“Guariniello fonda questo convincimento sul principio, previsto dal Testo unico della Sicurezza sul Lavoro (D.lgs. 81/2008, art. 279), che impone al datore di lavoro di mettere a disposizione vaccini efficaci per quei lavoratori che non sono già immuni all’agente biologico, da somministrare a cura del medico competente” (OPEN)

Ma l’affermazione del togato è tutt’altro che popolare e affatto scontata. Infatti, come fa notare OPEN, attualmente l’obbligo vaccinale “non è connaturato alle mansioni lavorative”. Per non parlare del fatto che attualmente nessun cittadino italiano è obbligato a dichiarare pubblica se ha fatto o no il vaccino.

Ma non è tutto. Il vaccino è somministrato dallo Stato, non per mezzo o tramite un azienda. Semmai spetta al Governo e alle agenzie pubbliche interessate dettare linee guida per i comportamenti da tenere anche negli ambienti di lavoro.

Obbligo vaccino coronavirus e licenziamento. Come funziona
Obbligo vaccino coronavirus e licenziamento. Come funziona

Obbligo vaccino Covid: come funziona?

Il vaccino ad oggi non è obbligatorio, è disponibile e caldamente consigliato. Ma non bisogna farlo per forza.

Dopo il gran rifiuto dei medici NO-VAX, il problema dell’obbligatorietà del vaccino è più attuale che mai.

Secondo quanto riportato da ANSA, “l’Ordine dei medici di Roma ha avviato un procedimento disciplinare nei confronti di 13 medici no vax che hanno espresso le loro convinzioni sui social e in tv”.

Ma spetterà allo Stato valutare come agire su questo territorio spinoso, che molto prima del Coronavirus aveva creato divisioni e frazioni nell’opinione pubblica.

Una cosa è certa. Le fonti ufficiali assicurano la sicurezza ed efficacia di questo vaccino, ad oggi l’unica speranza di tornare alla “normalità”.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie