Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Consigli per gli acquisti / Luce e gas con Poste Italiane: a chi conviene l’offerta?

Luce e gas con Poste Italiane: a chi conviene l’offerta?

Luce e gas con Poste Italiane: in cosa consiste l'offerta, a chi conviene e quando. Scopri tutti i dettagli nell'approfondimento.

di Imma Duni

Febbraio 2023

Luce e gas con Poste Italiane: in cosa consiste l’offerta, a chi conviene e quando sfruttarla? Scopri tutti i dettagli nell’approfondimento (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Luce e gas con Poste Italiane: in cosa consiste l’offerta

Luce e gas con Poste Italiane? Se desideri una tariffa di luce e gas costante e prevedibile e vuoi cambiare fornitore, puoi scegliere Poste Italiane.

Le condizioni firmate al momento del contratto restano invariate per due anni, ma sono modificabili dopo uno.

La fornitura di Poste Italiane può essere sottoscritta online, tramite il sito web, o in qualsiasi ufficio postale della tua città. Questa è l’offerta ideale per chi non ama le “sorprese in bolletta“.

Poste Italiane consente di bloccare il prezzo con due opzioni:

Scopri la pagina dedicata alla gestione del risparmio e agli investimenti.

Il fornitore, per stabilire la rata costante, prende in considerazione i consumi dell’utente dei dodici mesi precedenti e suddivide il totale per ogni mese e produce una rata costante da pagare.

La rata mensile comprenderà anche il Canone Rai, fino a quando il Governo non apporterà le modifiche necessarie adeguandosi alla normativa europea.

Dopo i primi 12 mesi viene effettuato un controllo per verificare se la rata è adeguata o deve essere modificata.

Se il consumo è inferiore rispetto alle previsioni, il cliente ha diritto a un rimborso che potrà essere scalato dalle successive bollette o potrà essere accreditato sul conto BancoPosta o sulla Carta Postepay Evolution.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Luce e gas con Poste Italiane: a chi conviene e quando

Luce e gas con Poste Italiane: ma l’offerta è davvero conveniente?

Secondo alcuni siti di comparazione, l’offerta è molto conveniente per i consumatori che scelgono Poste Italiane per l’offerta combinata: energia elettrica + gas.

L’offerta di Poste Italiane prevede il prezzo migliore per il gas tra le offerte che si basano sul costo fisso. Per la sola fornitura di gas, invece, le previsioni sono variabili, anche se attualmente, l’offerta di Poste Italiane è la migliore.

Per chi sceglie solo l’energia elettrica, invece, non è Poste Italiane al primo posto di convenienza, ma NeN (che pure offre un prezzo fisso mensile).

Esempio

Se in un anno dovessi consumare 3.180 kWh di energia elettrica e 1.400 mc di gas, con Poste Italiane e rata costante, pagheresti 3.194 euro all’anno, ovvero 266 euro al mese (per luce e gas).

Luce e Gas con Poste Italiane
Luce e Gas con Poste Italiane: in foto un fornello acceso in cucina.

Luce e gas con Poste Italiane: i passi per cambiare fornitore

La procedura da seguire prima di cambiare fornitore di luce e gas è la seguente:

  1. Verifica la disponibilità: assicurati che il nuovo fornitore sia attivo nella tua zona e che possa fornirti luce e gas;
  2. Confronta le tariffe dei vari fornitori, per scegliere quella migliore e più conveniente;
  3. Controlla le condizioni contrattuali e assicurati di comprenderli davvero. Dovrai tenere conto anche dei termini di fatturazione (se a 28 o a 30 giorni) delle tariffe per eventuali servizi aggiuntivi e della durata del contratto;
  4. Verifica la compatibilità dell’impianto: assicurati che il tuo impianto sia compatibile con il nuovo fornitore e che non siano necessari interventi o adattamenti;
  5. Richiedi un preventivo dettagliato per verificare il costo del passaggio;
  6. Dai un’occhiata alle recensioni: cerca le opinioni di altri clienti sul nuovo fornitore perché questo potrà servirti a farti un’idea reale sull’eventuale cambio;
  7. Dopo aver scelto il nuovo fornitore, comunica il cambiamento al tuo vecchio fornitore e segui le sue istruzioni per la disdetta del contratto e per il passaggio.

Cambiare fornitore di luce e gas è un processo abbastanza semplice, ma segui questi passaggi affinché tutto vada liscio.

Per cambiare fornitore di luce e gas

Se vuoi cambiare fornitore di luce e gas e passare al mercato libero, dovresti prestare attenzione ai seguenti aspetti:

Valuta attentamente tutte le opzioni prima di prendere una decisione e se pensi che il nuovo fornitore, Poste Italiane, possa fare al caso tuo, stipula un nuovo contratto online, o in un ufficio postale.

Abbiamo visto luce e gas con Poste Italiane. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp