Omicidio ad Avellino, Aldo Gioia accoltellato a casa

Omicidio ad Avellino: un uomo di 53 anni, Aldo Gioia, è stato accoltellato nella sua abitazione di Corso Vittorio Emanuele, davanti alla moglie e alle figlie. È stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale Moscati dove è morto poco dopo il ricovero. Indaga la polizia. Nell'abitazione prima dell'omicidio erano presenti, così sembra, anche i fidanzati delle due ragazze.

2' di lettura

Omicidio ad Avellino, ieri sera, alle 22,45, al quinto piano di un edificio di Corso Vittorio Emanuele, a pochi metri dalla galleria dove c’è la sede di Forza Italia. Vittima un 53enne, Aldo Gioia. È stato accoltellato nella sua abitazione, era in compagnia della moglie e delle figlie. Sono stati fermati poche ore dopo la figlia 18enne della vittima e il suo fidanzato. Erano scappati a Cervinara.

I due fidanzati volevano una strage

A dare l’allarme sono stati gli stessi familiari, in stato di choc. Sul posto gli agenti della squadra mobile di via Palatucci e i medici del 118. Aldo Gioia è stato soccorso e trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’Ospedale Moscati.

Le cure dei medici non hanno evitato la morte del 53enne. Il decesso è stato certificato pochi minuti dopo il ricovero. Troppo gravi le ferite inferte molto probabilmente da una lama.

Familiari sotto choc

Ieri era sera il racconto dei familiari dell’uomo era ancora frammentario. Lo choc non ha consentito di ricostruire subito e nei dettagli quello che era accaduto all’interno dell’abitazione del corso.

Sembra, ma la ricostruzione è ancora da chiarire, che all’interno dell’abitazione, poco prima dell’accoltellamento, ci fossero anche i due fidanzati delle figlie di Aldo Gioia.

Diverse le ipotesi

Le ipotesi al momento restano molte. Non si esclude la lite familiare finita male, ma sono aperte anche altre piste. Gli investigatori hanno raccolto durante le notte le deposizioni di tutti i presenti e molto probabilmente anche dei vicini, se era stata una lite avrebbero dovuto sentire qualcosa.

Si stanno verificando anche le immagini riprese dalle videocamere di sicurezza installate nella zona. Tra le 22,30 e le 23 potrebbero aver registrato fotogrammi utili per accertare l’autore dell’omicidio di Avellino.

Un coltello da cucina?

Non è stato ancora trovato il coltello utilizzato per colpire Aldo Gioia. Dalle profonde ferite trovate sul corpo della vittima dell’omicidio di Avellino si suppone che sia un grosso coltello da cucina.

Omicidio ad Avellino, due fermati

Questa mattina sono stati fermati per l’omicidio di Aldo Gioia la figlia 18enne della vittima e il suo fidanzato. Resta da chiarire la dinamica e il movente del delitto.

Avrebbero confessato non solo l’omicidio, ma anche di aver pensato di uccidere anche la madre della ragazza e la sorella. (leggi qui i dettagli)

Questo articolo è stato aggiornato alle 8.52

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie