Il delitto di Avetrana diventa una serie tv. Nuove rivelazioni

La vicenda del'omicidio di Sarah Scazzi, che tenne incollati i telespettatori di tutta Italia, sarà sceneggiato e diventerà una serie tv. Una casa produttrice ha infatti acquistato i diritti del libro "Sarah - La ragazza di Avetrana", pubblicato a luglio e già alla seconda ristampa.

Il delitto di Avetrana diventa una serie tv. Nuove rivelazioni
Il caso Scazzi diventerà una serie tv e sarà prodotta dal gruppo Groenlandia.


1' di lettura

L’omicidio di Avetrana, dove perse la vita la quindicenne Sarah Scazzi, diventerà una serie tv. Le puntate saranno prodotte dalla società di produzione Groenlandia, che ha acquistato i diritti del libro “Sarah – La ragazza di Avetrana“, scritto da Piccinni e Gazzanni per la Fandango Libri.

Il libro, pubblicato a Luglio e già alla seconda ristampa, contiene altre novità mai conosciute prima. Comprende inoltre anche una lettera di Michele Misseri, scritta dal carcere e inviata agli autori, dove continua a proclamarsi l’unico colpevole e racconta alcuni episodi della sua infanzia.

Omicidio Scazzi: la tragica storia in una serie tv

Il delitto di Sarah Scazzi tenne incollata tutta Italia ai televisori. Il 26 agosto del 2010 la ragazzina di Avetrana uscì di casa per non tornare più. Cominciò quindi una ricerca serrata nel paese pugliese, che terminerà solo 42 giorni dopo.

Dopo una serie di dichiarazioni contrastanti e ricostruzioni incongruenti, gli investigatori diressero la loro attenzione verso lo zio di Sarah, Michele Misseri, e sua moglie, Cosima Serrano.

Dopo 9 ore di interrogatorio Misseri confessa di aver prima provato a stuprare Sarah, poi di averla uccisa e infine di aver nascosto il corpo in un pozzo nelle campagne di Avetrana. Il corpo viene effettivamente ritrovato in quel luogo e la notizia venne data alla famiglia in diretta tv durante la trasmissione Chi l’ha visto?.

Le condanne

Le indagini proseguirono e, alla fine del travagliato percorso giudiziario, vennero condannati:

Sabrina Misseri e Cosima Serrano (cugina e zia della vittima) all’ergastolo, per concorso in omicidio volontario aggravato dalla premeditazione; Michele Misseri a 8 anni, per occultamento di cadavere e inquinamento delle prove; Carmine Misseri (fratello di Michele) per concorso in occultamento di cadavere.

In un processo bis inoltre, sono state comminate altre 11 condanne per aver mentito agli investigatori e tentato di depistare le indagini.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie