L’Oms avverte: ad autunno boom di casi e di morti in tutta Europa

Hans Kluge, direttore della sezione europea dell'Oms, non ha dubbi: prima dell'inverno ci sarà una nuova ondata di casi con un numero elevato di morti. Ma non solo: non ha certezze sul vaccino, o meglio, non si può dire quando ne sarà trovato uno e quanto sarà efficace. E infine una considerazione sulla politica, che dovrebbe rispettare le indicazioni degli scienziati. E un consiglio per tutti: l'unica soluzione è imparare a convivere con il virus.

2' di lettura

Tutti abbiamo pensato: ok, il peggio è passato. Parliamo del Covid, chiaro. Poi ci hanno detto: attenzione, non si può escludere una seconda ondata. Oggi ci pensa l’Organizzazione mondiale della sanità a fornire inquietanti certezze. Non ci sarà neppure da aspettare molto, otto e novembre.

Ci sarà un boom di casi e di morti

«Ci sarà un boom di casi – ha dichiarato Hans Kluge, direttore della sezione europea dell’Organizzazione Mondiale della Sanità – e faremo i conti anche con un tasso di mortalità più alto». Una dichiarazione fin troppo chiara, quasi brutale, che toglie spazio a qualsiasi illusione del tipo «la pandemia sta finendo».

Poi ammette: «Mi rendo conto, siamo in un momento in cui la gente non vuole sentire queste notizie».

Il vaccino? Le ricerche sono ancora in corso

Proprio queste previsioni hanno spinto l’Oms a radunare fra lunedì e martedì i delegati di cinquanta Paesi europei. All’ordine del giorno la strategia da adottare in un piano quinquennale. Ovvero l’Oms guarda avanti anche se «in molti – ha continuato Kluge – siano convinti che il vaccino possa spegnere la pandemia, le ricerche sono ancora in corso».

«È prematuro sbilanciarsi – ha aggiunto – non sappiamo se un eventuale vaccino faccia effetto su l’intera popolazione. I riscontri sono contrastanti: su alcuni positivi, su altri meno. Inoltre, quando avremo il vaccino, subentrerà il problema della mole degli ordini e quindi della distribuzione».

La soluzione è imparare a convivere con il virus

E quindi? Come affrontare una pandemia che sembra destinata a durare più a lungo del previsto, ma non solo, che dovrebbe farsi sentire di nuovo in tutta la sua virulenza proprio tra qualche mese?

La ricetta di Kluge è semplice: «La soluzione migliore è imparare a convivere col virus, per arginarne la diffusione e questo dipende solo da noi».

La politica deve rispettare la scienza

L’Oms, per voce di Hans Kluge, ha parole chiare anche sulla gestione dell’epidemia.

«Bisogna mettere da parte la politica – ha dichiarato – e gestire la situazione secondo lo studio dei dati epidemiologici. Accontentare tutti è impossibile, in alcuni Paesi i medici devono sottostare a decisioni politiche, mentre bisogna fare i conti anche con lo scetticismo della gente e questo è pericoloso».

Alcune scuole potrebbero chiudere

Kluge ha poi concluso con una parola sulle scuole: «Alcune potrebbero dover chiudere temporaneamente poiché in zone particolarmente delicate sotto il profilo del contagio»

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie