Sequestrati 11 chili di cocaina e oppio a Capodichino

Sequestrati 11 chili di cocaina e oppio nell'aeroporto di Capodichino a Napoli. In manette due corrieri della droga di origine africana provenienti da Parigi. Dalla droga sequestrata avrebbero potuto essere ricavate 300.000 dosi, con un valore sul mercato di circa due milioni. Qualche mese fa un altro sequestro nello scalo napoletano, sempre un giovane africano e sempre proveniente da Parigi: aveva un chilo di eroina in ovuli nell'intestino.

Sequestrati 11 chili di cocaina e oppio a Capodichino
Sequestrati 11 chili di cocaina e oppio nell'aeroporto di Capodichino a Napoli. In manette due corrieri della droga di origine africana provenienti da Parigi.
2' di lettura

Sequestrati 11 chili di oppio e cocaina a Capodichino. In manette sono finiti due corrieri della droga di origine africana, un 45enne e un 23enne. Sono atterrati nell’aeroporto napoletano con un volo proveniente da Parigi.

La droga, 11 chili e 300 grammi era stata nascosta all’interno di due bagagli depositati nella stiva dell’aereo.

I due sono stati fermati dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli insieme ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in servizio presso lo scalo partenopeo.

Sequestrati 11 chili di oppio e cocaina a Capodichino

I corrieri stavano per lasciare l’aeroporto, o meglio la “sala arrivi”, pensavano di aver superato i controlli. Si sbagliavano. Sono stati fermati dai militari e controllati. A qualche domanda hanno risposto evidenziando contraddizioni molto sospette. Al punto da convincere gli investigatori che sarebbe stato meglio dare un’occhiata ai bagagli.

Aeroporto di Capodichino, Napoli

Valore sul mercato di due milioni

Sequestrati 11 chili di oppio e cocaina a Capodichino. I sospetti si sono rivelati fondati. Nei bagagli la guardia di finanza ha trovato 569 ovuli pieni di cocaina per un peso complessivo di 8 chili e 300 grammi e 3 chili e cento di oppio.

La droga era all’interno di alcune bottiglie e confezioni per l’igiene intima.

Per gli investigatori la sostanza era pronta per essere distribuita nelle piazze dello spaccio campane.

La sostanza stupefacente sequestrata è particolarmente pura. Si sarebbero potute immettere sul mercato 300.000 dosi per un ricavo di oltre due milioni di euro.

I due africani sono stati reclusi in carcere. Nei loro confronti è stato ipotizzato il reato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

In volo con l’eroina nella pancia

Il 29 ottobre, sempre a Capodichino e sempre la guardia di finanza in collaborazione con i funzionari dell’agenzia delle Dogane, hanno fermato un giovane gambiano. Il 22enne, come i due africani fermati questa mattina, proveniva da Parigi. Ma non aveva droga nei bagagli, l’aveva ingerita. Decine di ovuli, per un peso complessivo di un chilo. Era tutta eroina.

Gli investigatori sono certi che esista una tratta della droga che leghi Parigi a Napoli e utilizzi corrieri africani per far arrivare la sostanza stupefacente in Campania.

Con la cocaina in carcere

A proposito di ovuli, solo qualche giorno fa sempre in Campania, nel carcere di Ariano Irpino, un detenuto ne ha ingeriti una decina prima di tornare in cella dopo un permesso premio. Uno degli involucri si è aperto, il giovane ha rischiato di morire.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie