Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Gestione del Debito » Pignoramento » Servizi Finanziari / Opposizione al pignoramento: come reagire all’esecuzione

Opposizione al pignoramento: come reagire all’esecuzione

Scopri come si effettua l'opposizione al pignoramento e quali procedure adottare per difendersi.

di The Wam

Aprile 2022

Oggi parliamo dell’opposizione al pignoramento e di tutte le procedure da intraprendere per difendersi da quest’atto esecutivo. Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Opposizione al pignoramento: cos’è il pignoramento

Il pignoramento è un atto giudiziario con il quale si effettua l’espropriazione forzata di uno o più beni.

A dare il via all’azione è la sentenza di un tribunale a seguito del mancato pagamento di debiti verso privati o enti pubblici.

Il pignoramento può essere diretto, cioè con il trasferimento al creditore della proprietà del bene pignorato, o indiretto, cioè attraverso un’asta nella quale vengono venduti i beni e il ricavato, successivamente, trasferito a chi ne ha diritto.

Riguarda sia beni immobiliari, anche la prima casa, i beni mobiliari, come l’auto o elettrodomestici, ei beni presso terzi, sottraendo tutto o una parte del denaro presente sul conto corrente.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Opposizione al pignoramento: come reagire all’esecuzione

L’opposizione al pignoramento è quell’azione che permette di fermare o annullare la procedura esecutiva di espropriazione.

Viene proposta sia dal debitore stesso che si vede recapitare l’atto esecutivo, sia chi detiene il bene sottoposto a pignoramento.

Ha un procedimento preciso e si divide in due categorie:

L’opposizione al pignoramento viene gestita dal Giudice di Pace per crediti inferiori ai 5mila euro.

Se, invece, il credito è superiore o il pignoramento riguarda beni particolari come i fondi rustici o i crediti di lavoro, sarà il Tribunale a occuparsene.

L’opposizione preventiva può essere effettuata appena si riceve la notifica fino al compimento del primo atto di esecuzione dell’esproprio.

L’opposizione successiva, invece, può essere fatta anche quando l’esecuzione è già cominciata. Non può essere presentata, però, oltre la disposizione della vendita o l’assegnazione del bene ad un creditore. Ci sono solo due casi, però, dove quest’ultima ipotesi viene superata:

Prima di concludere, vista la grande complessità e la delicatezza dell’argomento, se hai ricevuto un avviso di pignoramento e vorresti fare opposizione, rivolgiti ad un avvocato con un’esperienza consolidata in merito.

Se, invece, vuoi approfondire ulteriormente gli aspetti dell’opposizione al pignoramento, leggi questo articolo.

Opposizione al pignoramento: come reagire all'esecuzione
Opposizione al pignoramento: come reagire all’esecuzione

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp