Osimhen e la variante africana del Covid: esami dell’Asl

È davvero Victor Osimhen il portatore della variante africana del Covid-19 in Italia? L'Università Federico II smentisce, ma il Pascale non è dello stesso avviso. Il Napoli resta in silenzio, intanto l'Asl vuole vederci chiaro e analizzerà i campioni di sangue di tutti i calciatori azzurri positivi al Covid-19.

2' di lettura

Victor Osimhen è il professionista che, di ritorno da un viaggio in Nigeria, ha portato in Campania e, quindi, in Italia la variante africana del Covid-19? Ieri l’indiscrezione pubblicata dal sito “Il Napolista” ha fatto il giro del web, subito dopo l’Università Federico II di Napoli, in una nota, ha escluso “categoricamente che il campione appartenga al calciatore del Napoli”, mentre il dipartimento di biologia cellulare dell’ospedale Pascale non ha confermato, né smentito la possibilità che la provetta analizzata sia di Osimhen.

Osimhen è il professionista positivo?

Osimhen – rientrato in Italia positivo al Covid-19 probabilmente contagiato durante la sua festa di compleanno tenuta in Nigeria senza rispettare protocolli e adottare precauzioni – se dovesse essere il portatore della variante africana del virus, diventerebbe più che mai prezioso per la scienza e per la medicina, nello studio della sequenza anomala riscontrata in un campione di sangue di un “professionista”, termine utilizzato dalla Regione Campania, rientrato in Italia da un viaggio in Africa.

Osimhen: la festa di compleanno dell’attaccante organizzata in Nigeria

Intanto l’Asl di Napoli e la Regione Campania vogliono vederci chiaro e poco prima della partenza del Napoli per la Spagna (questa sera gli azzurri di Osimhen affronteranno il Granada per la gara di andata dei sedicesimi di Europa League), il direttore dell’Asl 1 di Napoli, Ciro Verdoliva si è recato in visita a Castel Volturno per incontrare lo staff sanitario del club partenopeo e ricevere i campioni di sangue dei calciatori del Napoli positivi al Covid-19 (tra cui Koulibaly, africano come Osimhen…) dal momento del ritorno in Italia di Osimhen. Un atto dovuto, nel nome della scienza e dell’attività di sorveglianza dell’evoluzione del virus, sempre più mutevole con le sue varianti.

Osimhen: il silenzio del Napoli

Il Napoli, per ora, non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito, turbata dalla diffusione delle generalità di Osimhen da parte della stampa. Il club si è affidato alla smentita dell’università Federico II, ricordando di aver immediatamente posto in isolamento Osimhen al suo ritorno dalla Nigeria e di averlo sottoposto al tampone di controllo, poi risultato positivo. Inoltre, il Napoli, nei giorni successivi ha regolarmente sottoposto tutto il gruppo squadra a tamponi di controllo, per verificare l’esistenza di altri calciatori contagiati dal virus, oltre a Osimhen, il quale, dal ritorno dalla Nigeria fino alla guarigione dal Covid-19, non ha avuto rapporti con alcun compagno di squadra.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie