Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Assegno Unico oggi 30 marzo: orari, tabelle, nuove date

Assegno Unico oggi 30 marzo: orari, tabelle, nuove date

Scopri a chi spetta il prossimo pagamento dell'Assegno Unico di marzo 2023 e le nuove date di accredito in programma.

di The Wam

Marzo 2023

Oggi, giovedì 30 marzo 2023, sarà pagato l’Assegno Unico di marzo 2023 per chi aspetta la mensilità corrente. Vediamo a chi spetta l’accredito e facciamo il punto sugli accrediti (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno per i figli a carico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Quando pagano l’Assegno Unico a marzo 2023?

Il pagamento dell’Assegno Unico arriverà oggi, giovedì 30 marzo 2023, dopo le ore 18.00, per chi aspetta la mensilità di marzo 2023 e vede questa data sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS.

Le prossime date di accredito sono previste domani, venerdì 31 marzo 2023, e il 5 aprile 2023, entrambe riferite alla mensilità di marzo 2023.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Per poter controllare le date di pagamento del sussidio, bisogna accedere al servizio con:

I percettori del reddito di cittadinanza aspettano gli accrediti dell’assegno unico di febbraio 2023 fra il 28 marzo (qualcuno è già arrivato l’Assegno Universale su Rdc) e il 31 marzo 2023.

I percettori del Reddito di cittadinanza, che hanno compilato il modello Rdc Com Au, aspettano che l’INPS comunichi le date di pagamento.

Consulta l’approfondimento di TheWam.net con tutte le date di accredito dell’Assegno Universale previste a marzo 2023.

Per non perderle entra nel gruppo Telegram di news sull’assegno per i figli a carico e i bonus per famiglia. Visita la community di TheWam per leggere tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona. Questi servizi sono gratuiti e già utilizzati da decine di migliaia di persone ogni giorno.

Come sapere se l’Assegno Unico è stato accettato?

Lo stato della domanda dell’assegno unico è visibile sul sito dell’Inps, accedendo al servizio con le credenziali personali (Spid, Cie o Cns) e cliccando su “Consulta e gestisci le domande presentate”.

Come vedere se l’assegno unico è in pagamento?

Le date di pagamento dell’assegno universale si controllano sul sito dell’INPS accedendo alla sezione “fascicolo previdenziale del cittadino” con Spid , Cie o Cns:

Agenzia INPSImporto
Pagato
PrestazioneData
disponibilità
Ufficio
Pagatore
Note
XXXXXX525,00ASSEGNO UNICO18/03/2022Banca xxxxxxASSEGNO UNICO PER 3 FIGLI/O PER IL PERIODO DA 01-03-2022 A 31-03-2022 – NUMERO PRATICA
xxxxxxxx
Esempi di dati visibili sul fascicolo previdenziale

Qual è l’importo dell’Assegno Unico?

L’importo dell’Assegno Universale cambia da persona a persona in base a vari fattori:

Consulta le tabelle con gli aumenti dell’Assegno Universale 2023 per calcolare la somma alla quale hai diritto. Per scaricarle devi cliccare sul pulsante “Download” che è visibile sotto l’anteprima della tabella (Pdf, 483 kb).

Maggiorazioni Assegno Unico 2023

Di seguito trovi le maggiorazioni concesse sull’Assegno Universale in situazioni specifiche:

La legge di bilancio 2023 prevede:

pagamenti-assegno-unico-30-marzo-2023-tabelle-orari
Famiglia felice per i pagamenti in arrivo dell’Assegno Unico a marzo 2023.

Quante volte arriva l’Assegno Unico?

L’assegno universale viene pagato mensilmente dall’INPS, a partire dal settimo mese di gravidanza e per ogni figlio fiscalmente a carico fino al compimento dei 21 anni di età, per i mesi compresi fra marzo e il mese di febbraio dell’anno successivo.

La ricarica viene erogata al solo genitore richiedente (che fa domanda) che ha a carico il figlio o può essere divisa a metà fra i due genitori, se se ne fa esplicita richiesta.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno Unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp