Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Assegno Unico aprile, più alto per chi ha avuto poco?

Assegno Unico aprile, più alto per chi ha avuto poco?

Alcuni nuclei familiari riceveranno un importo dell’Assegno Unico ad aprile 2023 più alto. Scopri perché.

di Chiara Del Monaco

Aprile 2023

Questo mese potrebbero arrivare degli accrediti più elevati dell’Assegno Unico per alcune famiglie. In questo approfondimento vediamo a chi spetta un importo dell’Assegno Unico ad aprile 2023 più alto e per quale motivo (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Tra le famiglie in attesa dell’Assegno Unico nei prossimi giorni, ci sono coloro che potrebbero ricevere più soldi rispetto al mese scorso. Ciò si deve al fatto che queste famiglie hanno ricevuto meno soldi nei mesi scorsi e l’INPS deve erogare la differenza spettante.

Chiariamo però che l’importo dell’Assegno Unico ad aprile 2023 più alto non riguarda tutti i beneficiari, ma solo quelli che hanno ricevuto una quota più bassa per diversi motivi.

Nei prossimi paragrafi spieghiamo di chi si tratta.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Indice

Importo dell’Assegno Unico ad aprile 2023: chi avrà più soldi

Se in questi giorni hai sentito delle voci sulla possibilità di ricevere più soldi dell’Assegno Unico ad aprile, sappi che questo è vero solo per alcune categorie di cittadini.

Un importo dell’Assegno Unico ad aprile 2023 più alto non riguarda tutti i nuclei destinatari del contributo per famiglie, come lo era l’aumento della quota base per la rivalutazione e per le maggiorazioni della legge di bilancio, ma riguarda solo determinate famiglie.

Si tratta cioè di coloro che il mese scorso o quelli ancora precedenti hanno ricevuto meno soldi del dovuto, per esempio perché non avevano aggiornato l’ISEE in tempo. A tale proposito, ricordiamo che le famiglie con figli a carico dovevano rinnovare ISEE e DSU 2023 entro il 28 febbraio 2023, poiché da marzo 2023 l’INPS ha iniziato a pagare i nuovi importi dell’Assegno Unico.

Chi non ha rinnovato l’attestazione del reddito, ha comunque ricevuto l’Assegno Unico a marzo, ma con l‘importo minimo, corrispondente a 54 euro a figlio. Infatti, è lo stesso importo destinato a chi non presenta l’ISEE o appartiene a una fascia molto alta.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Importo dell’Assegno Unico ad aprile 2023: quando arriva l’accredito più alto?

Proprio qualche giorno fa, un utente ha chiesto alla pagina Facebook INPS per la famiglia se ad aprile si sarebbe sbloccato l’importo giusto dell’Assegno Unico, visto che aveva rinnovato l’ISEE a marzo. L’Istituto ha risposto che probabilmente la differenza della quota di marzo arriverà ad aprile, ma è anche possibile che arrivi nei prossimi mesi.

Un altro caso che può aver fatto arrivare meno soldi ad alcuni cittadini è legato per esempio a un errore di calcolo da parte dell’INPS. In questa situazione, è bene segnalarlo subito all’Istituto, così questo provvederà a sbloccare la differenza al più presto. Come per il mancato aggiornamento dell’ISEE, l’accredito dell’arretrato potrebbe arrivare insieme alla mensilità di aprile, ma non è detto.

L’unico modo per scoprirlo è attraverso il fascicolo previdenziale del cittadino, cioè la sezione dell’area personale del sito INPS alla quale si accede tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Una volta dentro, bisogna andare sulla pagina dedicata al fascicolo previdenziale del cittadino e cliccare sul menu a sinistra la voce Prestazioni. Poi, bisogna selezionare la voce Pagamenti. Da qui, si clicca sull’anno di riferimento (2023) e sulla prestazione economica (Assegno Unico Universale).

A questo punto, ci si troverà davanti una tabella con vari dettagli sui prossimi pagamenti: data prevista di pagamento, importo in arrivo, ente erogatore, mensilità di riferimento. Così si può sapere fin da subito se ad aprile arriverà un importo più alto e in quale data.

Per controllare la disposizione di pagamento ci si può anche appoggiare al servizio gratuito di un CAF oppure si può chiamare il Contact Center dell’INPS al numero 803 164 gratuitamente da telefono fisso oppure 06 164 164 a pagamento da cellulare.

Nel frattempo, scopri chi deve presentare la domanda dell’Assegno Unico nel 2023 e di quanto aumentano gli importi con le maggiorazioni. Leggi anche quanto costa non rinnovare l’ISEE per l’Assegno Unico 2023 e l’elenco delle novità dell’Assegno Unico 2023 in breve.

Importo dell’Assegno Unico ad aprile 2023: in foto, diverse banconote in euro di diverso valore

Importo dell’Assegno Unico ad aprile 2023: le date previste ad aprile

Nei paragrafi precedenti abbiamo spiegato perché per alcuni destinatari è previsto un importo dell’Assegno Unico ad aprile 2023 più alto rispetto ai mesi scorsi. Poi, abbiamo chiarito che questo aumento potrebbe arrivare sia ad aprile, insieme alla mensilità del mese, sia nei prossimi mesi.

In ogni caso, è bene sapere che la differenza spettante sul proprio conto non verrà persa: tutti i beneficiari riceveranno gli arretrati dovuti.

A proposito di pagamenti dell’Assegno Unico, l’INPS ha erogato i primi arretrati riferiti a marzo, nella giornata di mercoledì 5 aprile 2023. Inoltre, un altro pagamento è previsto martedì 11 aprile 2023 e riguarda coloro che attendono l’arretrato di dicembre 2022.

Per quanto riguarda le altre tempistiche, non ci sono ancora delle date precise, ma probabilmente i pagamenti saranno erogati in questi giorni:

Anche per la mensilità corrente, l’unico modo più affidabile per sdapere quando sarai pagato è il fascicolo previdenziale del cittadino.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp