Home / Assegno Unico » Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Assegno Unico su Rdc luglio e agosto: sarà pagato ancora?

Assegno Unico su Rdc luglio e agosto: sarà pagato ancora?

Scopri cosa succederà ai pagamenti dell'Assegno Unico a luglio e ad agosto 2023.

La redazione di thewam.net è composta da giornalisti e copywriter esperti in welfare, fisco, lavoro e disabilità.
Conoscici meglio

6' di lettura

Vediamo cosa fare per ricevere il pagamento dell’Assegno Unico su Rdc per chi terminerà il Reddito di cittadinanza a giugno 2023 e quando è prevista la ricarica del sussidio a luglio 2023 (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Pagamento Assegno Unico luglio 2023

Il pagamento dell’Assegno Unico di luglio 2023, sarà pagato dopo il 10 luglio per chi non ha subito variazioni degli importi rispetto ai mesi precedenti e dopo il 20 luglio 2023 per chi ha subito variazioni degli importi. Queste sono le tempistiche fornite dall’INPS che, negli scorsi mesi, le ha purtroppo disattese per alcuni beneficiari.

Il pagamento dell’Assegno Unico sarà erogato sul Reddito di cittadinanza sarà erogato fra il 28 e il 31 luglio 2023. Questa ricarica è riferita a giugno 2023.

A chi riceverà l’ultima ricarica del Reddito di cittadinanza a luglio 2023, perché definito occupabile, consigliamo di fare domanda per l’Assegno Unico entro il 30 giugno 2023.

Questo permette di ricevere la mensilità di luglio sul conto corrente ed evitare un eventuale blocco degli accrediti se la carta Rdc divenisse inutilizzabile.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Pagamento Assegno Unico su Rdc dopo luglio 2023

La Legge di Bilancio 2023 ha stabilito che luglio sarà l’ultimo mese in cui verrà pagato il Reddito di cittadinanza agli occupabili.

Si definiscono occupabili le famiglie che non hanno al loro interno:

  • una persona di almeno 60 anni,
  • o un figlio minorenne (con meno di 18 anni),
  • oppure una persona con disabilità ai fini ISEE.

Per gli occupabili, quindi, il pagamento dell’Assegno Unico di luglio (che dovrebbe arrivare sulla carta Rdc ad agosto), potrebbe riscontrare dei problemi. Non sono state fornite istruzioni in merito.

Per evitare un possibile blocco, come dicevamo, si consiglia di fare richiesta dell’Assegno Unico entro il 30 giugno 2023. Inoltre, è consigliato confrontarsi con un patronato per ottenere ulteriori dettagli su questa questione.

Come controllare il pagamento dell’Assegno Unico di giugno 2023

Per controllare le date di pagamento dell’Assegno Universale sul sito dell’INPS, accedendo al fascicolo previdenziale del cittadino, con una delle seguenti credenziali personali:

  • SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)
  • CIE (Carta Nazionale dei Servizi)
  • CNS (Carta di Identità Elettronica)

Bisogna procedere così:

  • cliccando su “Prestazioni”,
    • cliccando su “Pagamenti”,
      • scegliendo l’anno di riferimento, per esempio “2023”.
pagamenti-assegno-unico-su-rdc-luglio-agosto-2023
L’Assegno Unico su Rdc sarà pagato a luglio 2023 – Nella foto delle mani che contano le banconote.

Assegno Unico importi: tabelle e fasce ISEE

Clicca sul pulsante “Download”e scarica le tabelle con gli importi dell’Assegno Universale 2023 per scoprire a che importi hai diritto, in base alla tua fascia ISEE.

L’importo dell’Assegno Universale cambia rispetto ad alcuni fattori:

Maggiorazioni Assegno Unico 2023

Nella lista di seguito sono elencate le maggiorazioni riconosciute sull’Assegno Universale:

  • Per ogni figlio fiscalmente a carico successivo al secondo, viene pagata una somma da 15 a 85 euro, a seconda dell’ISEE della famiglia;
  • Per i figli con invalidità che hanno un’età compresa tra 18 e 21 anni, viene erogato un importo fisso di 80 euro al mese. Dopo i 21 anni, la somma della maggiorazione oscilla da 15 a 85 euro, a seconda dell’ISEE;
  • Per i figli minorenni con disabilità, sono erogati importi specifici in base al grado di non autosufficienza:
  • Se entrambi i genitori guadagnano un reddito da lavoro, viene pagato un importo aggiuntivo di 30 euro al mese per ISEE bassi. Questo aumento è riconosciuto, per un massimo di cinque anni, anche a quelle famiglie dove ci sono genitori rimasti vedovi che lavorano;
  • I nuclei familiari con quattro o più figli beneficeranno di una maggiorazione forfettaria di 150 euro al mese;
  • Le famiglie con un ISEE inferiore a 25.000 euro, che nel 2021 ricevevano l’ANF (Assegno per il Nucleo Familiare), percepiranno un importo che diminuirà gradualmente fino a scomparire nel 2023;
  • Le madri con meno di 21 anni di età riceveranno una maggiorazione di 20 euro.

La legge di bilancio 2023 garantisce:

  • un aumento dell’importo del 50% per il primo anno di vita del figlio a carico,
  • un aumento dell’importo del 50% fino al compimento dei tre anni per quelle famiglie che hanno tre o più figli fiscalmente a carico,
  • la conferma delle maggiorazioni per figli con disabilità fino ai 21 anni.

Domanda Assegno Unico: come controllare se è stata accettata

Per controllare le date di pagamento dell’Assegno Universale si deve accedere al fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, usando una delle proprie credenziali personali:

Ecco come procedere:

  1. Accedere al portale INPS con le credenziali personali: Spid, Cie o Cns;
  2. Cliccare su “Consulta e gestisci le domande presentate”;
  3. Leggere le informazioni sulla domanda dell’Assegno Unico.

FAQ: domande frequenti sull’Assegno Unico

Assegno Unico maggio ritardo: quando arriva?

I pagamenti di arretrati e conguagli dell’assegno per i figli sono stati in parte pagati a giugno 2023 e continueranno nei prossimi mesi.

Nuovi importi Assegno Unico luglio 2023: aumenti in vista?

Non ci saranno aumenti per l’Assegno Unico a luglio 2023. Nel mese di giugno 2023 sono stati riconosciuti conguagli e arretrati a molti beneficiari.

A luglio verranno riconosciuti importi maggiori su alcune pensioni, ma non sull’assegno per i figli.

Assegno Unico giugno conguaglio: quanto spetta?

Da giugno 2023, l’INPS ha stabilito i pagamenti di conguagli (somme arretrate) dell’Assegno Unico per alcuni beneficiari. L’importo è proporzionato alle cifre dovute e non versate in precedenza.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno Universale:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie