Bonus 200 euro, lavorazioni per nuove date: ecco per chi

Nuove date in cantiere per il bonus 200 euro: chi saranno i fortunati? Scopri tutti i dettagli in questo articolo.

8' di lettura

Se per qualcuno il bonus 200 euro è stato motivo di confusione e incertezza, qualcun altro non può lamentarsi. Stiamo parlando in particolare della categoria di lavoratori domestici, che ha avuto la possibilità di vedere il sussidio nei tempi prestabiliti (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ma le sorprese non sono ancora finite. Su TheWam.net abbiamo raccontato della “giravolta INPS” rispetto ai pagamenti del bonus 200 euro su Rdc che potrebbe non arrivare a chi ha terminato il reddito di cittadinanza a giugno 2022.

Negli ultimi giorni abbiamo visto che, sabato 30 luglio, sono partite le prime integrazioni del bonus 200 euro su Rdc, dopo i ritardi dei pagamenti per i percettori di Reddito di cittadinanza e le risposte contrastanti da parte dell’INPS.

Nel frattempo, su The Wam abbiamo anche parlato del nuovo bonus 200 euro, che dovrebbe essere molto diverso dal primo annunciato nel Decreto Aiuti, a partire dal numero ridotto di destinatari. Secondo le indiscrezioni del momento, i soldi risparmiati serviranno a finanziare l’aumento delle pensione previsto a settembre 2022.

Prima di procedere con la lettura, scopri questa guida al bonus 200 euro con tutte le risposte alle domande più frequenti e anche il calendario dei prossimi pagamenti INPS di agosto 2022. Non perderti le ultime novità sul bonus 200 euro esteso anche ad altri beneficiari.

INDICE:

Bonus 200 euro e nuove lavorazioni: chi sono gli interessati?

Negli ultimi tempi ci sono state diverse novità riguardo al bonus 200 euro. E non sono ancora finite!

Infatti, con l’inizio del nuovo mese sono partite delle lavorazioni per nuove date di pagamento bonus 200 euro, da disporre probabilmente nei prossimi giorni.

Ma chi sono i fortunati?

Con ogni probabilità, una categoria interessata al pagamento dell’indennità di 200 euro è quella dei lavoratori domestici (che comprende colf e badanti).

Dopo le tre date di luglio già annunciate e pagate, rispettivamente 18,19 e 28 luglio 2022, ne saranno aggiunte altre per quella fetta di lavoratori domestici che ancora non hanno visto i 200 euro sul proprio conto e lo stanno aspettando con ansia.

Inoltre, è possibile che le lavorazioni interesseranno anche altre categorie che non hanno visto i soldi a luglio, per esempio i percettori di Rdc.

Per il resto, purtroppo, non ci sono novità rilevanti su queste nuove disposizioni. L’unica cosa che si puà fare è aspettare che vengano annunciate ufficialmente dall’INPS oppure che vengano segnalate da qualche utente che vede la data nell’area personale del sito dell’Istituto.

Nell’attesa di queste novità, intanto, potrebbe essere utile un riepilogo dei requisiti previsti per questa categoria più volte nominata, e cioè i lavoratori domestici.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili. Su TheWam.net abbiamo analizzato una questione molto dibattuta: è possibile risparmiare il bonus 200 euro accreditato su Rdc e come comportarsi quando il reddito di cittadinanza termina?

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro per lavoratori domestici: requisiti

La notizia di nuove disposizioni di pagamento in corso lascia sempre sorpresi, visto che di solito siamo abituati a ricevere comunicazioni di ritardi e mancati pagamenti.

In effetti, se consideriamo che i lavoratori domestici dovevano essere tra le categorie in lista per i pagamenti di ottobre, non possiamo fare altro che essere contenti che le cose siano andate diversamente.

Come abbiamo detto, finora i pagamenti disposti ed effettuati per colf e badanti sono stati 3 per il mese di luglio.

In attesa di avere comunicazioni sulle lavorazioni di agosto, ricordiamo che per ottenere il bonus 200 euro, introdotto a maggio con il dl 50/2022 (Decreto Aiuti), è necessario rispettare alcuni requisiti.

Nello specifico, come è stato confermato anche dalla circolare INPS n.73/2022, per accedere al bonus, al momento della domanda i lavoratori domestici devono:

  • avere attivo uno o più rapporti di lavoro alla data del 18 maggio 2022 e per i quali risulti attiva l’iscrizione del rapporto di lavoro nella Gestione dei Lavoratori domestici dell’INPS;
  • non essere titolari di uno o più trattamenti pensionistici, ossia di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civiloi, ciechi e sordi, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione, con decorrenza entro il 30 giugno 2022;
  • avere un reddito personale assogettabile a IRPEF (per l’anno 2021) non superiore a 35mila euro al netto dei contributi previdenziali e assistenziali;
  • essere cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione europea o titolari del diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente.

Per quanto riguarda la modalità di pagamento, i richiedenti devono indicare le modalità di accredito preferite all’interno della domanda, scegliendo tra codice IBAN per bonifico bancario/postale, accredito su libretto postale o bonifico domiciliato o anche il pagamento in contanti presso lo sportello delle Poste.

A proposito di domanda, i lavoratori domestici non sono gli unici a dover fare richiesta dell’indennità una tantum. Se non ricordi di chi si tratta, niente paura: te lo diciamo nel prossimo paragrafo.

Ma prima, dai un’occhiata all’ultimo video di “Redazione The Wam” sul bonus 200 euro esteso ad altre categorie di beneficiari e date di pagamento di assegno unico e Naspi di agosto.

Bonus 200 euro: chi deve fare domanda

Come abbiamo visto in questi mesi, tra i beneficiari del bonus 200 euro si possono distinguere due gruppi: coloro che lo ricevono in automatico e chi invece deve presentare un’apposita istanza per ottenere i soldi spettanti dall’INPS.

Concentriamoci un momento su questi ultimi. Secondo la circolare INPS menzionata prima, oltre ai lavoratori domestici, dovranno presentare domanda all’Istituto queste categorie di lavoratori:

  • i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, iscritti alla Gestione separata e con un contratto attivo alla data del 18 maggio 2022 e reddito derivante dai suddetti rapporti non superiore a 35.000 euro per il 2021;
  • gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo, con 50 contributi giornalieri nel 2021, da cui deriva un reddito non superiore a 35.000 euro;
  • gli autonomi occasionali (senza partita IVA), non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, già titolari nel 2021 di contratti disciplinati dall’articolo 2222 del Codice Civile, iscritti alla Gestione Separata alla data del 18 maggio 2022, che abbiano versato almeno un contributo mensile nel corso del 2021;
  • stagionali, a tempo determinato e intermittenti (compresi i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo) con 50 giornate di lavoro effettivo nel 2021 da cui deriva un reddito non superiore a 35mila euro;
  • incaricati alle vendite a domicilio, titolari di partita IVA attiva e iscritti alla Gestione Separata alla data del 18 maggio 2022, che possano far valere per il 2021 un reddito superiore a 5.000 euro derivante da tale attività.

In particolare, mentre i lavoratori domestici, come colf e badanti, dovranno presentare la richiesta per il bonus 200 euro entro il 30 settembre 2022, tutti gli altri appena menzionati hanno la scadenza entro il 31 ottobre 2022.

Per quanto riguarda la procedura per fare domanda, questa è molto simile alla maggior parte di quelle previste per altre prestazioni economiche erogate dall’INPS.

Infatti, anche per la domanda di bonus 200 euro è necessario innanzitutto andare sul sito dell’INPS , poi bisogna scrivere nella barra di ricerca “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche“.

A quel punto apparirà in automatico, in alto a sinistra, una sezione di colore rosa con scritto “Servizio“. Bisogna cliccarci sopra e fare l’accesso attraverso le proprie credenziali SPID, CIE o CNS.

All’interno della sezione, in basso a destra, dovrebbe apparire il link dedicato alla richiesta del bonus 200 euro.

In ogni caso, per conoscere i passaggi della procedura per filo e per segno, potrebbe interessarti questa guida illustrata di TheWam.net.

Bonus 200 euro, lavorazioni per nuove date: ecco per chi.

Bonus 200 euro: le ultime novità

Concludiamo questo approfondimento, che sicuramente ti avrà lasciato un po’ sulle spine, facendo un breve riepilogo degli ultimi pagamenti relativi al bonus 200 euro.

Come sappiamo, nel mese di luglio hanno ricevuto l’indennità una tantum i dipendenti pubblici e privati, i pensionati (compresi i titolari di trattamenti per l’invalidità e di accompagnamento alla pensione), i lavoratori domestici e alcuni percettori di Reddito di cittadinanza.

Questi ultimi sono quelli che hanno dovuto penare di più. Infatti, dopo i ritardi nell’erogazione del bonus per il giorno 28 luglio 2022, molti pagamenti sono arrivati su Rdc sabato 30 luglio 2022.

A questa, si aggiungeranno poi altre date sempre destinate a chi percepisce il Rdc, che corrispondo alla prima settimana di agosto 2022.

Infine, per gli altri beneficiari di Rdc si attendono ulteriori pagamenti insieme alla ricarica del sussidio di fine agosto. Invece, per tutte le altre categorie, tra cui per esempio i titolari di disoccupazione Naspi, si dovrà aspettare ottobre 2022.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie