Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Carta acquisti, 2 pagamenti consecutivi: quando è possibile

Carta acquisti, 2 pagamenti consecutivi: quando è possibile

Pagamenti consecutivi per la Carta acquisti 2023: è possibile ricevere due accrediti in un mese? Rispondiamo alla domanda di un lettore e vediamo a chi spetta l'agevolazione.

di Carmine Roca

Aprile 2023

Pagamenti consecutivi per la Carta acquisti 2023: due ricariche in un mese, quando è possibile? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Pagamenti consecutivi per la Carta acquisti 2023: è possibile?

In questo articolo prendiamo spunto da un messaggio inviatoci da un nostro utente, riguardante la ricarica della Carta acquisti 2023:

“Dovrebbero ricaricarla una volta ogni due mesi, ma nel mese di marzo mi hanno ricaricato due mesi consecutivi. Perché?”.

Il nostro lettore ha ragione: gli accrediti avvengono ogni due mesi. Ma è possibile ricevere due accrediti consecutivi nello stesso mese o per due mesi di fila. Questo capita a chi non ha ricevuto l’accredito precedente (a febbraio) o gli arretrati spettanti.

Se gli accrediti sono regolari e non si ha diritto ad arretrati, allora non sono previsti pagamenti consecutivi per la Carta acquisti 2023. L’accredito è bimestrale e del valore di 80 euro.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Pagamenti consecutivi per la Carta acquisti 2023: cos’è la Carta acquisti?

Abbiamo visto come funzionano i pagamenti consecutivi per la Carta acquisti 2023. Ma cos’è la Carta acquisti e a chi spetta?

Parliamo di un’agevolazione introdotta nel 2008 (legge numero 133 del 6 agosto) in favore dei cittadini con più di 65 anni di età o per i nuclei familiari con bambini/e con meno di 3 anni di età.

Lo Stato mette a disposizione 80 euro ogni 2 mesi (40 euro al mese) per l’acquisto di beni alimentari, per coprire le spese sanitarie o per pagare bollette di luce e gas.

La Carta acquisti viene emessa da Poste Italiane (ma il credito è erogato direttamente dall’INPS) può essere sfruttata presso negozi alimentari, supermercati, farmacie e parafarmacie aderenti, ma anche per coprire i costi delle bollette o per godere di sconti presso i punti vendita convenzionati.

Pagamenti consecutivi per la Carta acquisti 2023: requisiti

Quali sono i requisiti per ottenere la Carta acquisti 2023? Con una nota stampa pubblicata il 2 gennaio 2023, il MEF ha aggiornato i limiti di ISEE da soddisfare per rientrare nella platea dei beneficiari dell’agevolazione.

Ecco tutti i requisiti per i cittadini con più di 65 anni di età:

Ecco tutti i requisiti per i richiedere la Carta acquisti 2023 con bambini al di sotto dei 3 anni di età:

Pagamenti consecutivi per la Carta acquisti 2023
Pagamenti consecutivi per la Carta acquisti 2023: in foto due anziani fanno spesa in un supermercato

Pagamenti consecutivi per la Carta acquisti 2023: come fare domanda?

Come fare domanda per la Carta acquisti 2023? L’agevolazione è completamente gratuita. La domanda va presentata presso un ufficio postale.

Su questo link è possibile scaricare il modulo per i cittadini over 65; su questo link è possibile scaricare il modulo per i genitori di figli sotto i 3 anni di età.

Alla domanda è necessario allegare:

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento durante l’anno in corso. In caso di accoglimento della domanda, verrà inviata una comunicazione presso l’indirizzo di residenza, per il ritiro della Carta acquisti 2023, presso l’ufficio postale di residenza.

Il ritiro avviene presentando all’ufficio postale la comunicazione originale, una copia della richiesta e un documento di identità valido.

Vi ricordiamo che, ogni anno, gli importi di reddito e l’indicatore ISEE sono rivalutati in base al tasso di inflazione ISTAT. Di conseguenza, se è stata presentata la DSU l’anno scorso, e si è titolare di Carta acquisti, sarà necessario presentare una nuova DSU per continuare a beneficiare dell’agevolazione, altrimenti si rischia la sospensione della prestazione.

Abbiamo visto perché avvengono pagamenti consecutivi per la Carta acquisti 2023. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp