Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Disoccupazione agricola 15 e 19 luglio, non in queste città

Disoccupazione agricola 15 e 19 luglio, non in queste città

Quando arriva la disoccupazione agricola? In questa breve guida andremo ad analizzare nel dettaglio le date di accredito della disoccupazione agricola di luglio. Partiamo subito (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti […]

di Sara Fannino

Luglio 2022

Quando arriva la disoccupazione agricola? In questa breve guida andremo ad analizzare nel dettaglio le date di accredito della disoccupazione agricola di luglio. Partiamo subito (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Disoccupazione Agricola, per chi è e come è possibile richiederla

La disoccupazione agricola è una vera e propria prestazione economica che viene erogata dall’Istituto nazionale per la previdenza sociale a tutti gli operai impiegati nel settore dell’agricoltura e che rientrano negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli. L’iscrizione ai suddetti elenchi si riferisce all’anno stesso in cui il lavoratore interessato presenta la richiesta, oppure a un rapporto di lavoro agricolo e a tempo indeterminato legato all’anno di competenza della prestazione.

Potranno richiedere all’INPS la disoccupazione agricola tutti quei lavoratori che hanno lavorato nel biennio antecedente alla richiesta della prestazione economica e che abbiano svolto un minimo di 102 giorni di lavoro.

Insomma, coloro che vorranno richiedere la disoccupazione agricola nel 2022 dovranno aver svolto almeno 102 giornate lavorative nel biennio 2020 – 2021. Tra i requisiti necessari per poter ottenere il sostegno economico ci sono anche due anni di anzianità nell’assicurazione contro la disoccupazione involontaria.

Le giornate lavorative svolte dovranno essere comunicate al proprio datore di lavoro mediante il modello DMAG Unico. Nello specifico i fortunati che potranno richiedere questa indennità sono tutti i lavoratori:

In poche parole, per poter provvedere all’inoltro della richiesta all’istituto nazionale per la previdenza sociale per ottenere la disoccupazione agricola, occorre rispettare questi requisiti:

Attenzione, perché quando parliamo di contributi intendiamo tutte le giornate di lavoro ordinario svolte e prevalentemente legate all’attività agricola, oppure la contribuzione figurativa da maternità obbligatoria o per congedo parentale.

Ricordiamo, infine che la richiesta per ottenere la disoccupazione agricola potrà essere inoltrata direttamente sul sito dell’INPS, contattando i numeri di telefono INPS da rete fissa all’803-164, oppure da telefono cellulare allo 06-164-164, oppure mediante i servizi offerti dai patronati.

Per presentare la domanda sarà indispensabile allegare un proprio documento d’identità valido, come la carta d’identità o la patente, le buste paga dell’anno 2021 se presenti, gli allegati previsti dal modello RS25 nei casi particolari come lavoratori con partita iva e, infine, le dimissioni per giusta causa e contestazione.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Disoccupazione agricola 15 e 19 luglio dove arriva

Per alcuni lavoratori il pagamento della disoccupazione agricola è già stato ricevuto a inizio luglio, mentre altri attendono ancora le lavorazioni. Ricordiamo che questo sostegno economico viene versato dall’Istituto nazionale per la previdenza sociale secondo flussi di pagamento. Per questo motivo, qualcuno ancora attende l’esito.

Per il momento, le lavorazioni dell’indennità stanno procedendo a rilento (ricordiamo che alcuni pagamenti dovevano essere effettuati già nel mese di giugno) e, in particolare, queste città d’Italia segnalano ritardi sui pagamenti:

In poche parole, i ritardi dell’erogazione della disoccupazione agricola sono diffusi in tutta la penisola, ma dobbiamo rassicurare i percettori dicendo che nel giro di pochi giorni verranno sbloccati i pagamenti e gli accrediti arriveranno anche per chi ha la domanda ancora in istruttoria.

Alcuni beneficiari della prestazione hanno trovato la propria domanda accolta nelle scorse ore, in particolare in queste tre città:

Questo dimostra che le date di pagamento sono variabili e che l’istituto nazionale per la previdenza sociale procede a flussi. Per questo motivo, vi consigliamo di aver pazienza e attendere l’esito. Alcuni ex braccianti agricoli, infatti, hanno trovato sul fascicolo previdenziale anche la data di accredito del bonus Irpef 100 € sulla disoccupazione agricola nelle date del 15 e del 19 luglio. Andiamo a vedere com’è possibile visualizzare lo stato del pagamento.

Come verificare quando arriva l’accredito della disoccupazione agricola

Come abbiamo detto poc’anzi, le date di accredito della disoccupazione agricola variano da percettore a percettore tenendo conto della data di presentazione della domanda e della città in cui si risiede. Per verificare quando vi verrà effettuato l’accredito della prestazione vi basterà entrare sui servizi online dell’istituto previdenziale ed effettuare l’accesso con una delle tre identità digitali, quali:

Ricordiamo, infatti, che l’INPS non eroga più il PIN da ottobre 2020 e che dal 1° ottobre 2021 l’accesso ai servizi INPS può essere effettuato solo attraverso una delle identità digitali.

Una volta effettuato l’accesso potrete entrare nell’area dedicata alle prestazioni e visualizzare la lavorazione del pagamento, oppure la data in cui vi verrà accreditato l’importo.

 Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp