Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Disoccupazione » Lavoro / Pagamenti disoccupazione agricola 2022: le date

Pagamenti disoccupazione agricola 2022: le date

Quando arriva la disoccupazione agricola 2022? Scopri le prime date di pagamento pubblicate dall'INPS.

di The Wam

Giugno 2022

Quando arriva il pagamento della disoccupazione agricola 2022? Vediamo quali sono le prime date previste a giugno 2022 per l’erogazione dell’indennità. Spiegheremo anche chi ne ha diritto e come verificare lo stato della domanda online (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unicoLeggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

AGGIORNAMENTO: in questo articolo trovate le nuove date di pagamento della disoccupazione agricola a giugno 2022

La disoccupazione agricola è una prestazione economica destinata ai lavoratori disoccupati che hanno lavorato per almeno 102 giorni, nel biennio precedente al 2022 (2020-2021); periodo che deve essere comunicato correttamente dal datore di lavoro con il modello DMAG.

La disoccupazione agricola verrà pagata a partire dal 6 o dal 7 giugno 2022 a diverse categorie di lavoratori: fra le quali, come vedremo in dettaglio fra poco, rientrano gli operai agricoli a tempo determinato e indeterminato, i piccoli coloni e i lavoratori agricoli che si dimettono per giusta causa.

Indice

Disoccupazione agricola 2022: come funziona e a chi spetta

La disoccupazione agricola è una prestazione economica erogata dall’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale), destinata agli operai impegnati nel settore dell’agricoltura e iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli. L’iscrizione deve essere riferita all’anno in cui si presenta la domanda (per esempio 2022) o a un rapporto di lavoro agricolo a tempo indeterminato almeno in parte riferito all’anno di competenza della prestazione.

Per ricevere questa indennità bisogna aver lavorato almeno 102 giorni nel biennio precedente alla domanda (nel caso del 2022, si fa riferimento al periodo 2020-2021).

I giorni di lavoro effettuati devono essere comunicati dal datore di lavoro attraverso il modello DMAG. La disoccupazione agricola spetta a queste categorie di lavoratori:

Fra i requisiti richiesti ci sono almeno due anni di anzianità nell’assicurazione contro la disoccupazione involontaria.

Scopri la pagina dedicata alla disoccupazione e al reinserimento lavorativo.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Disoccupazione agricola 2022: quando arriva il pagamento

La prima data di pagamento della disoccupazione agricola è lunedì, 6 giugno 2022, e martedì, 7 giugno 2022. Non c’è un giorno valido per tutti per l’erogazione della prestazione economica. Le tempistiche di pagamento dell’indennità, infatti, sono influenzate dal momento in cui è stata presentata la domanda e dal tempo impiegato dall’INPS per elaborare la richiesta.

Le procedura per ottenere la prestazione economica si presenta entro il 31 marzo di ogni anno.

La data di accredito della disoccupazione agricola va controllata nella sezione “Pagamenti” sul fascicolo previdenziale Inps, accessibile dal sito dell’ente nazionale di previdenza sociale.

Disoccupazione agricola 2022: come controllare la domanda

La domanda della disoccupazione agricola 2022 si controlla nell’area riservataMyINPS” sul sito ufficiale dell’ente. Si deve cliccare dal menù a sinistra la voce “Prestazioni-Pagamenti” e scegliere il tasto in corrispondenza della “disoccupazione agricola”. In questo modo sarà possibile consultare:

Per accedere alla piattaforma Inps è necessario usare il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), Carta d’identità elettronica (CIE) oppure Carta nazionale dei servizi (CNS).

Quanto si prende di disoccupazione agricola?

L’indennità è pagata direttamente dall’INPS in un’unica soluzione e corrisponde al 40% della retribuzione di riferimento per gli OTD (operai a tempo determinato) e al 30% per gli OTI (operai a tempo indeterminato), cifre calcolate sulla base della retribuzione prevista dai contratti collettivi.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp