Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Previdenza e Invalidità / Pensione maggio 2023, si parte oggi: importi e date

Pensione maggio 2023, si parte oggi: importi e date

Scopri i prossimi giorni di pagamento della pensione di maggio 2023 e quali sono le cifre previste.

di The Wam

Maggio 2023

Si avvicina il pagamento della pensione di maggio 2023. Vediamo a chi spetta e quali sono le date previste per gli accrediti. (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Pensione di maggio 2023: ecco quando verrà pagata

La pensione di maggio 2023 verrà pagata da martedì, 2 maggio 2023, per chi riceve l’accredito con bonifico bancario o attraverso:

Chi ritira la pensione in contanti alle Poste, invece, dovrà seguire i turni regolati con le iniziali dei cognomi dei pensionati. Ecco lo schema da seguire:

Martedì 2 maggioCognomi A-B;
Mercoledì 3 maggioCognomi C-D;
Giovedì 4 maggioCognomi E-K;
Venerdì 5 maggioCognomi L-O;
Sabato 6 maggio (solo mattina) – Cognomi P-R;
Lunedì 8 maggioCognomi S-Z.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali. Per qualsiasi dubbio o domanda sulle pensioni contattaci nel gruppo Telegram.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come controllare il cedolino della pensione di maggio 2023

Il cedolino della pensione è uno strumento che permette ai pensionati di conoscere l’importo del proprio assegno pensionistico e controllare tutte le informazioni relative alle prestazioni che percepiscono.

Il documento può scaricato dal sito INPS

Per accedere al portale è necessario avere a disposizione una delle credenziali:

Bisogna cliccare su “Prestazioni e Servizi” inserendo la parola di ricerca “Cedolino”. Quindi cliccando sulla voce “Cedolino pensione e servizi collegati” si ha accesso a tutte le funzionalità di cui si ha bisogno.

Fra le informazioni accessibili, ci sono quelle relative a:

pagamenti-pensione-2-maggio-2023-date-importi
Due anziani, mano nella mano, di schiena.

Aumenti sulle pensioni di maggio 2023? Purtroppo non è detto

L’INPS a fornito notizie sugli importi aggiornati delle pensioni di maggio 2023. Purtroppo, gli aumenti promessi dal governo Meloni sulle pensioni minime potrebbero non arrivare con la mensilità di maggio 2023.

Si tratta di due mini-bonus aggiuntivi dell’1,5% e del 6,4% (a seconda dell’età del pensionato “al minimo”), che l’istituto di previdenza ha confermato con una circolare pubblicata lo scorso 3 aprile.

Come spiegato in alcuni approfondimenti dedicati alle pensioni di maggio su TheWam.net, nella circolare mancava il mese in cui l’INPS avrebbe provveduto a erogare gli aumenti sui trattamenti minimi.

Si era ipotizzato che potessero arrivare a maggio 2023, ma dalle verifiche effettuate sugli importi dei cedolini da alcuni cittadini, neppure il mese prossimo sono previsti aumenti sulle minime.

Senza il messaggio dell’INPS e una tempistica ufficiale, è difficile stabilire con certezza quando l’istituto manterrà le promesse fatte dal governo Meloni con l’ultima legge di bilancio.

Se voi lettore aveste delle novità, rispetto a questi aumenti, potete scriverle alla email [email protected].

Quando i nuovi importi verranno riconosciuti, ai pensionati al minimo saranno corrisposti anche gli arretrati da gennaio in poi.

Quei pensionati titolari di pensione minima sotto i 75 anni di età hanno diritto a un aumento dell’1,5% che farà lievitare l’importo dell’assegno dagli attuali 563 euro a 572 euro al mese.

Invece, per chi ha almeno 75 anni di età, l’aumento è del 6,4%: dai 563 euro attuali, l’assegno arriverà fino a 599 euro al mese.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp