Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Pensioni di marzo da domani: aumenti, importi e trattenute

Pensioni di marzo da domani: aumenti, importi e trattenute

Pensioni di marzo 2023 in arrivo e importi aumentati: da quando e per chi? Ecco il calendario dei pagamenti e chi riceverà assegni più alti.

di Carmine Roca

Febbraio 2023

Pensioni di marzo 2023 in arrivo e importi aumentati per alcuni pensionati: ecco tutto quello che c’è da sapere su date, assegni e trattenute (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Pensioni di marzo 2023 in arrivo e importi aumentati: per chi?

Da domani, mercoledì 1° marzo, verranno pagate le pensioni di marzo: chi non ha goduto degli aumenti per la rivalutazione del 7,3% inizierà a ricevere importi adeguati e gli arretrati non erogati a gennaio e febbraio.

Parliamo di coloro che percepiscono una pensione di importo superiore a 2.101,52 euro lordi al mese.

Pensioni di marzo 2023 in arrivo e importi aumentati, ma non per tutti: chi ha già ricevuto l’aumento sulla pensione non godrà di altre maggiorazioni.

Quando partono i pagamenti? Chi preferisce l’accredito su conti correnti, libretti postali, conto Banco Posta e Poste Pay Evolution vedrà accreditarsi la mensilità di marzo domani, mercoledì 1° marzo.

Chi, invece, ha deciso per il ritiro in contanti presso gli uffici postali dovrà rispettare il consueto calendario ordinato in base alle lettere iniziali dei cognomi dei pensionati.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali. Per qualsiasi dubbio o domanda sulle pensioni scrivici nel nostro gruppo Telegram.

Di seguito vi riportiamo il calendario del mese di marzo 2023. Vi ricordiamo che sarebbe opportuno chiedere informazioni presso gli uffici postali del vostro comune di residenza perché il calendario potrebbe essere soggetto a variazioni:

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Pensioni di marzo 2023 in arrivo e importi aumentati: gli arretrati

Pensioni di marzo 2023 in arrivo e importi aumentati, dunque, per alcuni pensionati.

Riceveranno gli aumenti previsti dalla rivalutazione del 7,3% chi percepisce assegni di importo superiore a 2.101,52 euro lordi al mese.

L’INPS ha comunicato che, nei cedolini di marzo, saranno presenti anche gli arretrati degli aumenti non corrisposti a gennaio e febbraio.

Di seguito ecco gli arretrati previsti da chi percepisce pensioni da 2.500 a 6.000 euro lordi al mese:

IMPORTI PENSIONEIMPORTI ARRETRATI A MARZO
2.500 euro225 euro
2.800 euro218 euro
3.000 euro232 euro
4.000 euro274 euro
4.500 euro243 euro
5.000 euro270 euro
5.500 euro261 euro
6.000 euro284 euro
Pensioni di marzo 2023 in arrivo e importi aumentati: arretrati

Ricordiamo che sugli importi fino a 2.625 euro lordi al mese “pesa” l’anticipo di rivalutazione del 2% voluto dal Governo Draghi e calcolato a partire dalla mensilità di ottobre 2022. Quindi, sugli importi fino a 2.625 euro lordi al mese, la rivalutazione effettiva è del 5,3% (7,3% – 2% anticipato).

Pensioni di marzo 2023 in arrivo e importi aumentati: trattamenti al minimo

Riceveranno una pensione più alta anche i titolari dei trattamenti al minimo. Il governo Meloni ha integrato gli assegni già rivalutati del 7,3% con due mini-bonus.

Uno è dedicato ai pensionati titolari di trattamenti al minimo che non hanno compiuto 75 anni: l’importo a marzo sale da 563 euro a 572 euro. L’altro spetta a chi ha già compiuto 75 anni: nel loro caso l’assegno mensile sale da 563 euro a 597 euro.

Pensioni di marzo 2023 in arrivo e importi aumentati
Pensioni di marzo 2023 in arrivo e importi aumentati: in foto alcune banconote di euro.

Pensioni di marzo 2023 in arrivo e importi aumentati: trattenute e conguagli

A marzo, però, gli importi delle pensioni subiranno delle riduzioni dovute alle trattenute per le addizionali comunali e regionali e per i conguagli IRPEF a debito.

Volendo fare un esempio, su una pensione da 750 euro lordi vanno sottratti circa 10 euro di addizionale regionale, altri 9 euro circa di addizionale comunale, l’eventuale conguaglio IRPEF a debito e altre trattenute IRPEF, per un totale di circa 30 euro in meno sull’assegno di marzo 2023.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp