Pagamenti reddito di emergenza: 7 giorni decisivi per le date

Pagamenti reddito di emergenza: ecco le prime date per scoprire se la domanda è stata accolta o no. Vediamo insieme quando dovrebbero iniziare i pagamenti.

4' di lettura

Pagamenti reddito di emergenza: settimana decisiva per tutti i beneficiari dell’incentivo. Vediamo cosa accadrà nei prossimi giorni.

(entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

In questo articolo approfondiremo le ultime novità che ci sono sui pagamenti del reddito di emergenza e faremo una stima anche sulle date dei primi accrediti di agosto.

Pagamenti reddito di emergenza: parla l’Inps

Le principali novità sui pagamenti Reddito di Emergenza, sono arrivate dall’Inps. L’ente infatti ha comunicato che entro il 15 agosto saranno esaminate buona parte delle domande di incentivo presentate.

Tenendo conto che il 15 è domenica, entro il 13 agosto dovrebbero essere accettate o respinte le richieste di Rem presentate dai beneficiari.

Al massimo l’Inps potrebbe allungare i tempi alla mattinata del 14 agosto anche se è difficile che si arrivi al fine settimana di Ferragosto.

Quindi ricapitolando, entro il 15 agosto l’Inps comunicherà se la tua domanda per ricevere il Reddito di Emergenza è stata accettata o meno.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Pagamenti reddito di emergenza: quando?

Sull’inizio dei pagamenti l’Inps non ha comunicato date ufficiali. Tuttavia, basandoci sulle esperienze dei mesi scorsi, possiamo fare una prima stima.

Dal momento dell’accetazione della domanda (entro il 15 agosto), l’Inps ha massimo cinque giorni di tempo per comunicare al beneficiario la data dell’accredito dell’assegno di emergenza.

In genere l’inizio dei pagamenti è nei dieci giorni successivi alla comunicazione della data.

Quindi i pagamenti del reddito di emergenza dovrebbero iniziare tra l’ultima settimana di agosto e la prima di settembre.

Pagamenti reddito di emergenza agosto: le prime date.
Pagamenti reddito di emergenza agosto: le prime date.

Pagamenti reddito di emergenza: come controllare lo stato della domanda

Per sapere se la tua richiesta dell’assegno di emergenza è stata accettata o respinta, bisogna fare un controllo online.

Devi infatti aprire il tuo cassetto previdenziale Inps. Se al posto della scritta “completata” ti uscirà “domanda accolta“, riceverai il reddito di emergenza.

Se invece comparirà la scritta “domanda respinta” vuol dire che non rientri tra i beneficiari del reddito di emergenza e quindi che non potrai ricevere l’assegno.

Se la tua domanda viene respinta, non hai più possibilità di presentare una nuova documentazione per il Reddito di Emergenza. I termini infatti per le nuove richieste sono scaduti. Per ottenere il Rem bisogna rispettare questi requisiti:

    • chi fa domanda deve essere residente in Italia.
    • Il valore del reddito familiare, nel mese di aprile 2021, determinato in base al principio di cassa, deve essere inferiore all’ammontare mensile del beneficio Rem. La soglia è aumentata di un dodicesimo del canone di locazione come dichiarato ai fini ISEE).
    • Il valore del patrimonio mobiliare familiare, con riferimento al 31 dicembre 2020, deve essere inferiore a 10.000 euro. Soglia aumentata di 5.000 euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di euro 20.000. Cifra che sale a 25mila se in famiglia c’è una persona in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza, come definite ai fini ISEE
    • Il valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) deve essere inferiore a 15.000 euro.
    • Nessun membro del nucleo familiare deve ricevere o aver percepito trattamenti economici legati alla emergenza COVID 19 di cui all’articolo 10, del Decreto Legge 22 marzo 2021, n.41 (i cosiddetti bonus stagionali da 2400 euro e 1600 euro)
    • Nessun membro del nucleo familiare deve essere titolare di pensione diretta o indiretta ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità.
    • Nessun membro del nucleo familiare deve essere titolare di un rapporto di lavoro dipendente la cui retribuzione lorda mensile supera la soglia massima di reddito familiare.
    • Nessun membro della famiglia deve ricevere Reddito o Pensione di Cittadinanza ovvero di analoghe misure istituite dalle province autonome di Trento e Bolzano.

    Tutto chiaro? Se hai delle domande sui pagamenti del reddito di emergenza, scrivici su Instagram. Alla prossima!

    Potrebbero interessarti anche:

    Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

    Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

    1. Telegram - Gruppo esclusivo

    2. WhatsApp - Gruppo base

    Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



    Come funzionano i gruppi?
    1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

    2. Niente spam o pubblicità

    3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

    4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

    5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie