Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico / Assegno unico e domanda in istruttoria: 7 giorni decisivi

Assegno unico e domanda in istruttoria: 7 giorni decisivi

Scopri quando è previsto il pagamento dell'assegno unico di marzo 2022 e cosa significa domanda in istruttoria.

di The Wam

Marzo 2022

Saranno 7 giorni decisivi per il pagamento dell’Assegno unico di marzo e per chi vede le domande ancora in istruttoria. In questo articolo analizziamo i tempi per ricevere il contributo economico (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Assegno unico, cos’è e a chi spetta

L’Assegno unico universale è un sussidio mensile che spetta a tutte le famiglie per ogni figlio a carico dal settimo mese di gravidanza e fino ai 18 anni.

Quando il figlio diventa maggiorenne l’Assegno unico spetta solo ad alcune condizioni fino a 21 anni.

Nel caso di figli con disabilità l’assegno viene erogato senza limiti d’età finché il figlio resta fiscalmente a carico.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Assegno unico per figli maggiorenni

Tra i 18 e i 21 anni l’assegno spetta soltanto se la ragazza o il ragazzo sono iscritti a:

Alternativamente alla formazione si può ottenere l’Assegno unico anche con un contratto di apprendistato o un tirocinio, a patto che il reddito complessivo sia inferiore a 8.000 euro annui.

Ha diritto all’assegno anche chi svolge il Servizio Civile Universale o è registrato come disoccupato al Centro per l’Impiego, così dimostrando di essere in cerca di lavoro.

Guarda il video e scrivi nei commenti su Youtube “Calendario” per ricevere le date di assegno unico e temporaneo. Quando abbiamo registrato non avevamo ancora la data di febbraio 2022

Quando ci sarà il pagamento assegno unico di marzo

L’INPS ha pubblicato la prima data di pagamento dell’assegno unico di marzo 2022: mercoledì 16 marzo 2022. Questa ricarica spetta a chi non riceve il reddito di cittadinanza.

Le erogazioni non avvengono per tutti nello stesso giorno, perciò nei prossimi 7 giorni è attesa la pubblicazione delle date di pagamento.

La ricarica si controlla sul «Fascicolo previdenziale», sul sito dell’INPS.

Guarda il video e scrivi nei commenti su Youtube “Pagamenti” per ricevere il calendario di marzo 2022

Assegno unico, come fare domanda

La domanda per l’assegno deve essere presentata da quelle famiglie che non percepiscono il Reddito di cittadinanza. La richiesta può essere inoltrata in uno di questi tre modi:

  1. Chiamando il Contact Center dell’Inps al 803 164(gratuito da rete fissa) al numero 06 164 164 (a pagamento da cellulare);
  2. Facendo fare la procedura a un CAF o a un patronato;
  3. Inoltrando la richiesta autonomamente sul sito dell’Inps.

Assegno unico: perché la mia domanda è ancora in istruttoria?

Molti aspiranti beneficiari dell’assegno vedono la propria richiesta in istruttoria e si stanno preoccupando. Non c’è ragione, ogni procedura infatti è in istruttoria prima che l’INPS ne comunichi l’esito. Questo significa, soltanto, che l’ente deve ancora valutare la domanda.

Purtroppo, anche se chi attende è comprensibilmente arrabbiato proprio per i tempi lunghi, tutto rientra nella norma. Quelli che verranno saranno 7 giorni decisivi.

L’INPS, infatti, aveva annunciato che entro il 21 marzo sarebbero partiti i pagamenti dell’assegno unico per chi ha richiesto il bonus a gennaio o a febbraio 2022.

Assegno unico, domanda sul sito dell’Inps, procedura guidata

L’Assegno si chiede autonomamente, accedendo a questa pagina con identità digitale (SPID, CNS o CIE) e poi inserendo le informazioni richieste nella sezione dedicata al contributo economico:

  1. Informazioni sui figli;
  2. Dati per il pagamento dell’Assegno;
  3. Dichiarazioni di responsabilità;
  4. Riepilogo dei dati inseriti;
  5. Pulsante per l’invio definitivo della domanda.

Le mamme in gravidanza, con figli di almeno sette mesi, dovranno aspettare di partorire prima di poter chiedere l’assegno con gli arretrati. Solo in quel momento, infatti, avranno a disposizione il codice fiscale del figlio o della figlia necessari per la domanda.

Guarda il video e scrivi nei commenti su Youtube “Bonus 2022” potrai ricevere l’elenco di tutti i bonus attivi nel 2022

Assegno unico, calcolo dell’importo

Quanti soldi spettano con l’assegno? Questa è una delle domande più diffuse in queste settimane. L’importo cambia in base all’Isee e al numero dei figli a carico. Alla somma di base, quando previsto, vanno aggiunte le maggiorazioni, variabili in base alle caratteristiche del nucleo familiare.

Le famiglie che hanno meno redditi e patrimonio riceveranno più soldi. Questa tabella riassume gli importi in base al reddito; fra una fascia e l’altra ci sono altre cifre intermedie, che potete visionare in questo articolo:

ISEEImporti assegno
Figlio minorenneFiglio maggiorenne fino a 21 anni
Fino a 15 mila euro175 euro85 euro
20 mila euro150 euro73 euro
25 mila euro125 euro61 euro
30 mila euro100 euro49 euro
35 mila euro75 euro37 euro
da 40 mila euro50 euro25 euro

In questo approfondimento, invece, trovi l’elenco di tutte le maggiorazioni previste: ci sono aumenti di base che vanno da 85 a 105 euro e che possono essere cumulati (sommati fra loro).

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp