Pagamento assegno unico su Rdc scaduto: come non perderlo

Pagamento assegno unico su Rdc scaduto: che fare? Ne parliamo dopo la pubblicazione di una interessante circolare INPS.

4' di lettura

Pagamento assegno unico su Rdc scaduto: come comportarsi per non perdere l’integrazione? Ne parliamo in questo articolo (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sul bonus per i figli a carico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Pagamento assegno unico su Rdc

Il pagamento dellAssegno unico universale spetta in automatico, sulla Carta Rdc, alle famiglie che percepiscono il reddito di cittadinanza. Tutti gli altri nuclei familiari, con figli fiscalmente a carico, devono presentare domanda all’INPS dal sito dell’ente, chiamando il call center dell’istituto o affidandosi a intermediari quali Caf (Centri di Assistenza Fiscale) e patronati.

L’assegno spetta senza distinzione di reddito alle famiglie con figli minorenni dai sette mesi ai diciotto anni, con figli fino a 21 anni solo a certe condizioni e con figli con disabilità senza limiti di reddito.

Per calcolare l’importo del sussidio bisogna partire dalla fascia ISEE della famiglia, moltiplicare la somma per il numero dei figli a carico e aggiungere le maggiorazioni riconosciute. Nel caso dei nuclei familiari che percepiscono l’Rdc, all’importo di base dell’assegno va tolta la quota minori del reddito di cittadinanza.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’assegno per i figli e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Pagamento assegno unico su Rdc scaduto: che fare?

L’INPS, nella circolare 53/22, ha spiegato che chi termina il reddito di cittadinanza, deve presentare domanda di assegno unico nello stesso mese in cui è scaduto l’Rdc. Se il sussidio scade ad aprile, l’assegno va chiesto prima che termini la mensilità di aprile 2022.

E, come funziona, per chi termina le diciotto o le trentasei rate del reddito di cittadinanza di aprile e non ha ancora ricevuto l’assegno di marzo? L’integrazione verrà riconosciuta sulla vecchia scheda Rdc o bisognerà comunque fare domanda per il contributo?

INPS, per casi simili, non ha fornito spiegazioni. Consigliamo, perciò, di recarsi in sede il prima possibile. Riteniamo che, probabilmente, i cittadini che si trovano in questa situazione dovranno fare domanda per l’assegno e riceveranno il contributo di aprile e gli arretrati di marzo.

RIPETIAMO: si tratta di una nostra interpretazione e, per questo, suggeriamo comunque di confrontarsi con l’INPS prima di procedere.

Pagamento assegno unico su Rdc: quando arriva?

Il pagamento dell’assegno sul reddito di cittadinanza è arrivato, negli scorsi giorni, ad alcune famiglie. Tante altre, purtroppo, attendono ancora il pagamento. Non è escluso che questi nuclei familiari saranno obbligati a compilare il modello Rdc-Com/AU, quando sarà resto disponibile dall’INPS, per fornire ulteriori dati all’ente nazionale di previdenza sociale e sbloccare i pagamenti.

In questo articolo abbiamo fatto il punto della situazione proprio per quelle famiglie che non hanno ancora ricevuto la ricarica. Chi non riceve l’Rdc e aspetta l’assegno unico, invece, può controllare le date di pagamento sul «Fascicolo previdenziale del cittadino», area riservata del sito INPS, accessibile con le credenziali personali: SPID, CNS o CIE.

Come fare domanda per l’assegno unico

L’assegno si può richiedere presentando la domanda all’INPS:

  • attraverso il Contact Center dell’istituto al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) o al numero 06 164 164 (a pagamento da cellulare);
  • rivolgendosi a un CAF o a un patronato che facciano da intermediari per conto del cittadino;
  • inoltrando la richiesta sul sito dell’Inps.
    • Per richiedere l’assegno online, si accede a questa pagina con identità digitale (SPID, CNS o CIE), inserendo:
      • informazioni sui figli;
      • dati per il pagamento dell’Assegno;
      • dichiarazioni di responsabilità;
      • riepilogo dei dati inseriti, prima di cliccare sul pulsante per l’invio definitivo della domanda;

Trova lavoro: ecco le aziende che assumono in Italia. Scopri tutte le offerte aggiornate.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie