Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Assegno Unico / Pagamento assegno unico dicembre, caos INPS: slitta a gennaio

Pagamento assegno unico dicembre, caos INPS: slitta a gennaio

Caos INPS sul pagamento dell'assegno unico temporaneo di dicembre. Scopri cosa sta succedendo.

di The Wam

Dicembre 2021

Il pagamento dell’assegno unico temporaneo di dicembre è diventato un piccolo grande caso. Quello che è accaduto sulla pagina Facebook, “INPS per la famiglia“, è paradossale. Nel giro di un paio di giorni, con una autentica giravolta, sono cambiati i tempi per l’accredito dell’assegno. Facciamo il punto. (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

Nell’articolo parleremo di:

INDICE

Pagamento assegno temporaneo di dicembre: quando arriva?

La pagina Facebook “Inps per la famiglia“, quattro giorni fa, ha annunciato a un utente che si stava lavorando per rendere possibile il pagamento dell’assegno unico temporaneo di dicembre entro fine mese. Poi, quattro giorni dopo, sulla stessa pagina è arrivata una risposta differente.

Acquista la nostra Guida Completa sull’Assegno Unico 2024. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

pagamento assegno unico temporaneo di dicembre su reddito di cittadinanza

Le previsioni sono completamente cambiate: il pagamento dell’assegno temporaneo di dicembre sarà a gennaio. Insomma, il caos regna sovrano. Ovviamente, la confusione non va imputata ai gestori della pagina Facebook “INPS per la famiglia”.

pagamento assegno unico temporaneo dicembre slitta a gennaio
Il messaggio della pagina INPS per la famiglia che annuncia come l’accredito dell’assegno temporaneo dovrebbe slittare a gennaio.

Chi gestisce i social network, infatti, si confronta prima con i referenti delle sedi centrali dell’INPS o, comunque, riceve direttive dall’ente. La questione, quindi, è quando quelle direttive siano confuse ed errate. Una premessa che, inevitabilmente, si ripercuote sugli utilizzatori finali dei servizi: i cittadini.

Le uniche buone notizie, come vi abbiamo raccontato negli ultimi giorni, sono arrivate dal capitolo arretrati.

L’INPS sta procedendo con il pagamento dell’assegno unico temporaneo di novembre. Per alcuni beneficiari, l’accredito è arrivato il 27 dicembre 2021, per altri è atteso il 29 dicembre e per altri ancora lunedì, 3 gennaio 2022.

Tutte date riferite all’assegno temporaneo di novembre con domanda. Questi pagamenti, infatti, non riguardano i beneficiari del reddito di cittadinanza che dovranno attendere ancora l’integrazione. La tabella di seguito riassume il caos di questi giorni.

Tipo di prestazioneData prevista per il pagamento
Assegno unico temporaneo novembre con domanda o su Rdc27 dicembre 2021, 29 dicembre e per altri beneficiari dal 3 gennaio 2022
Assegno unico temporaneo di dicembre con domandaINPS ha detto genericamente: “Da gennaio”, sulla pagina Facebook “INPS per la famiglia”.
Assegno unico temporaneo dicembre su RdcProbabilmente dal 14 gennaio 2022
Assegno unico temporaneo di dicembre con domandaNon ci sono ancora date ufficiali

Ricevi ogni giorno sul cellulare le ultime notizie su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Vuoi leggere ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale? Allora entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Visita il sito assegnotemporaneo.com se hai qualche domanda sul contributo economico.

Pagamento assegno unico 2021: cosa fare in caso di ritardi

I cittadini, in caso di ritardi nei pagamenti dell’assegno temporaneo, hanno tre strade principali da percorrere:

La data di pagamento dell’assegno di dicembre va verificata online dal sito INPS, accedendo all’area riservata “prestazioni e servizi” con le credenziali personali: SPID, CIE o CNS. Cliccando su “Assegno Temporaneo Figli Minori” si accederà all’area dedicata al contributo economico. Da quella sezione si può approfondire lo stato della pratica, cliccando su “Consulta e gestisci le domande che hai presentato”, o verificare gli accrediti nell’area “Pagamenti”.

pagamento assegno unico temporaneo dicembre e gennaio
Utente nel caos per i messaggi contraddittori di INPS della famiglia sul pagamento dell’assegno unico temporaneo di dicembre

Assegno temporaneo: a chi spetta?

L’assegno temporaneo, entrato il 1° luglio 2021 e valido fino a marzo del 2022, è un contributo economico destinato a quelle famiglie (anche monoparentali) che rispettano alcuni requisiti: hanno uno o più figli minori a carico (con meno di 18 anni), un ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) inferiore ai 50mila euro, residenza in Italia (o permesso di soggiorno di lungo corso da almeno due anni) e non percepiscono gli assegni familiari (ANF).

Pagamento assegno unico: come calcolare l’importo con e senza Rdc

L’assegno temporaneo prevede il pagamento di una quota mensile per ogni figlio minore a carico (fino a 18 anni), con delle maggiorazioni previste in caso di famiglie numerose o con figli con disabilità.

L’importo del contributo economico si può controllare usando queste tabelle. E’ sufficiente avere un ISEE familiare aggiornato. L’indicatore della situazione economica e reddituale è un documento fondamentale per accedere a numerose misure di sostegno.

Chi riceve il reddito di cittadinanza ha diritto in automatico all’assegno temporaneo, come integrazione sulla carta Rdc. La somma, da aggiungere all’importo di base del reddito di cittadinanza, si ottiene sottraendo la quota minori Rdc alla cifra prevista per l’assegno.

La quota minori indica quanti soldi del reddito di cittadinanza sono riconosciuti per i figli minorenni a carico e si calcola grazie alla scala di equivalenza. Secondo quel parametro: la prima persona in famiglia vale “1”, ogni maggiorenne “0,4” e ogni minorenne “0,2”.

Il valore complessivo della scala di equivalenza non può superare 2,1, elevato a 2,2 in quando in famiglia ci sono delle persone con gravi disabilità.

Assegno temporaneo su Rdc: un esempio di calcolo

In una famiglia di quattro persone (due maggiorenni e due minorenni), con un ISEE inferiore ai 4000mila euro e un Rdc di 400 euro mensili, a quota minori si calcola così:

[Importo mensile dell’Rdc (400 euro) x valore minori (0,2 x 2)]: scala di equivalenza di tutta la famiglia (1 + 0,8) = 88,88 euro

All’importo di base dell’assegno temporaneo (167,5 x 2 figli = 335 euro), vanno sottratti i 88,88 euro. Saranno, perciò, accreditati 247 euro in più sulla carta Rdc.

Se hai delle domande sul pagamento dell’assegno temporaneo, scrivici su Instagram.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp