Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Pagamento bollo auto usata, nuova e km 0: cosa cambia?

Pagamento bollo auto usata, nuova e km 0: cosa cambia?

Pagamento bollo auto: cosa cambia in caso di acquisto un'auto nuova, usata o a km 0? Scoprilo in questo articolo.

di Carmine Roca

Novembre 2021

Pagamento bollo auto. Ogni anno, il proprietario di un veicolo, ha l’obbligo di pagare un’imposta chiamata bollo auto (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Il bollo auto è legato al possesso di un veicolo, va versato entro la scadenza prevista per evitare di correre il rischio di incappare in sanzioni progressive, calcolate in base ai giorni di ritardo accumulati.

In questo articolo vedremo cosa cambia in termini di importi nel caso in cui c’è da pagare il bollo di un’auto nuova, usata o a km 0.

Pagamento bollo auto: come si calcola?

Pagamento bollo auto. Iniziamo col dire che l’importo del bollo da pagare varia in base ad alcuni fattori, dalla potenza del veicolo alle variabili regionali.

Lo schema è il seguente:

Nel prossimo paragrafo vedremo insieme cosa cambia quando bisogna pagare il bollo di un’auto nuova, una usata o a km 0.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Pagamento bollo auto: chi paga?

Pagamento bollo auto. Nel caso in cui dovessimo acquistare un’autovettura nuova, la normativa prevede l’obbligo di pagare il bollo auto entro la fine del mese di immatricolazione. Se il veicolo acquistato è stato immatricolato negli ultimi 10 giorni del mese, c’è tempo per pagare fino al mese successivo.

In caso di acquisto di un’auto a km 0, il bollo auto dovrà essere pagato dal proprietario che risulta all’ultimo giorno utile per il pagamento. Se l’acquisto dovesse avvenire successivamente al termine, il primo bollo da pagare è a carico del concessionario che ha effettuato l’immatricolazione. In caso contrario sarà l’acquirente a dover pagare.

Pagamento bollo auto

E chi acquista un’auto usata da un privato deve pagare il bollo per l’anno in corso? In questo caso entrano in gioco due fattori. Il primo è la data di acquisto, il secondo è la data di scadenza del bollo auto.

Se l’acquisto è stato effettuato nel mese in cui scade il bollo, sarà l’acquirente a dover pagare. In caso di acquisto avvenuto prima del mese di scadenza, l’acquirente inizierà a pagare il bollo dalla scadenza successiva.

Se hai ancora dubbi sul pagamento bollo auto e cosa cambia in base all’acquisto di un’auto nuova, usata o a km 0, non esitare a scriverci su Instagram.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp