Pagamento bonus 200 euro, cambia stato: ecco cosa significa

200 euro in pagamento? Ecco le ultime novità riguardanti l’indennità una tantum di 200 euro prevista dal decreto-sostegni aiuti.

6' di lettura

Bonus 200 euro in pagamento? Ecco le ultime novità riguardanti l’indennità una tantum di 200 euro prevista dal decreto-sostegni aiuti. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE:

Bonus 200 euro, pagamenti in arrivo, ecco per chi

Il bonus 200 euro è stato inserito nel maxi piano di sostegni dello scorso maggio 2022, chiamato decreto Aiuti. Si tratta di una misura che è stata adottata per contrastare il carovita, dunque l’aumento esponenziale dei prezzi di beni e di servizi di prima necessità, come pane e, più in generale, il grano, i latticini, la benzina, il gas e le carni.

Il bonus 200 euro ha sicuramente aiutato molte famiglie italiane ad arrivare a fine mese. In particolare, il sostegno è destinato a tutti coloro che hanno redditi non superiori ai 35mila euro e che sono inseriti in una delle seguenti categorie:

  • percettori di Reddito di Cittadinanza;
  • lavoratori della Pubblica Amministrazione;
  • lavoratori del settore privato;
  • percettori di indennità di disoccupazione;
  • ex indennità una tantum covid-19;
  • lavoratori autonomi con partita iva.

Ma per chi sono arrivati i pagamenti? I versamenti dell’indennità una tantum del valore di 200 euro sono iniziati già con il 1° luglio, in particolare per i percettori di trattamenti pensionistici.

In realtà l’INPS non è stata puntualissima con le erogazioni del bonus 200 euro per questi soggetti, tanto che alcune ricariche proseguiranno anche con i versamenti dei nuovi trattamenti pensionistici del 1° agosto 2022.

Per il Reddito di Cittadinanza, invece, i pagamenti del bonus 200 euro verranno effettuati a partire dal 27 luglio 2022 e proseguiranno fino alla giornata del 30 luglio. Per chi ha richiesto il rinnovo del sostegno nel mese corrente, invece, potrà ricevere il bonus 200 euro solamente a partire dal mese di agosto 2022.

Ricordiamo che per il Reddito di Cittadinanza vengono effettuate due ricariche: quella di metà mese, che corrisponde alla data del 15 e quella di fine mese, che cade sempre nella data del 27.

Sempre a luglio, sono iniziati i versamenti del bonus 200 euro per i lavoratori domestici che hanno presentato per primi la domanda all’INPS. In particolare, i primi accrediti sono arrivati il 18 e il 19 luglio, mentre gli altri arriveranno il 28 luglio.

Le ex indennità Covid e le indennità di disoccupazione (Naspi, Dis-Coll e Disoccupazione Agricola) arriveranno, invece, ad ottobre, mentre le Partite Iva potranno vedere il bonus solo dopo che verrà pubblicato un decreto attuativo, che in realtà doveva già essere stato pubblicato a metà giugno.

Ma vediamo nel dettaglio, ora, per chi attende i pagamenti della prestazione, cosa significa che il Bonus 200 eurocambia stato”.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 200 euro cambia stato? Ecco cosa vuol dire

Quando vediamo che il bonus 200 euro cambia stato, cosa vuol dire? Semplice, quando la prestazione introdotta dal decreto-aiuti 2022 cambia stato vuol dire che è stato sbloccato il pagamento e sta per arrivare sul conto corrente del beneficiario.

Si tratta di un cambio di dicitura che si attua solo in un secondo momento, a seguito delle lavorazioni effettuate dall’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale. La domanda, insomma, è stata accolta e il versamento del bonus 200 euro è in lavorazione.

Per tutti coloro che, invece, si stanno chiedendo quanto tempo ci vuole, dopo che la domanda è stata accolta dall’INPS, per vedere i 200 euro sul proprio conto corrente, la risposta è semplice e la fornisce lo stesso ente previdenziale: all’incirca 10 giorni lavorativi.

Ecco, infatti, come ha risposto l’istituto a una cittadina che ha richiesto informazioni riguardanti l’accredito del Bonus 200 euro.

Bonus 200 euro, diventerà strutturale?

Ne abbiamo sentite di ogni tipo in quest’ultimo periodo, in particolare sul bonus 200 euro. Chiariamo subito le cose ricordando che il bonus è un sostegno una tantum e che, per questo motivo, verrà pagato una sola volta ai cittadini in possesso dei requisiti idonei (redditi di massimo 35mila euro).

Coloro che riceveranno il bonus ad agosto dovranno capire che si tratta solamente di un ritardo di INPS, dunque, di una prestazione del RdC che doveva arrivare nel mese di luglio, come nel caso delle pensioni o del Reddito di Cittadinanza, ma che per qualche problema è slittato al mese successivo.

In ogni caso, il bonus 200 euro non sarà strutturale. Ad oggi, l’Esecutivo vuole fare in modo che il taglio del cuneo fiscale di 4 punti percentuali possa diventare una misura strutturale. Si tratterebbe di una diminuzione del divario tra l’importo lordo e quello netto in busta paga, facendo entrare nelle tasche degli italiani importi tra i 50 e i 75 euro al mese.

bonus 200 euro cambia stato
Bonus 200 euro.

All’inizio, con il Governo Draghi, si voleva provare questa nuova misura contro l’inflazione a partire dal mese di settembre fino al mese di dicembre, per poi renderla effettivamente strutturale da gennaio 2023, con l’approvazione ufficiale in Legge di Bilancio.

Ora, però, con la crisi di Governo in atto e con le elezioni alle porte, nulla è più certo sul destino della misura del taglio del cuneo fiscale. Quello che è certo, però, è che:

  • il bonus 200 euro è uno solo;
  • la misura dei 200 euro non verrà versata per più volte;
  • taglio del cuneo fiscale e indennità una tantum sono due cose completamente differenti

Il bonus 200 euro, per quanto possa essere stato utile (e per quanto potrà servire a chi ancora non l’ha percepito), è una misura che a lungo termine non dona dei benefici ai cittadini in difficoltà economica, ma permette solo di tirare un respiro di sollievo momentaneo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie