Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Disoccupazione » Lavoro / A chi spetta l’ex Bonus Renzi di maggio 2024

A chi spetta l’ex Bonus Renzi di maggio 2024

Scopri a chi spetta l’ex Bonus Renzi a maggio 2024, quali sono le date dei pagamenti e quali sono le caratteristiche di questo bonus.

di Romina Cardia

Maggio 2024

In questo post vediamo a chi spetta l’ex Bonus Renzi a maggio 2024 (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

A chi spetta l’ex Bonu Renzi a maggio 2024

L’INPS ha confermato due nuove date per il pagamento del trattamento integrativo, precedentemente conosciuto come Bonus Renzi, specificatamente per i beneficiari della Naspi.

Le date di versamento sono stabilite per il 15 maggio 2024 e il 16 maggio 2024 e sono valide unicamente per i beneficiari che vedono questi giorni indicati nel loro fascicolo previdenziale.

Ma a chi spetta l’ex Bonus Renzi a maggio 2024?  Il Bonus è stato introdotto con la Legge di Bilancio 2021 per sostenere i lavoratori con redditi fino a 40 mila euro.

Ma non è limitato solo a chi ha redditi da lavoro dipendente, infatti si estende anche a diverse categorie di lavoratori. Questi includono:

A partire dal 2022, il calcolo dell’ex Bonus Renzi tiene conto delle imposte lorde, cioè le tasse da pagare al lordo, e delle detrazioni che compaiono nella busta paga.

Dal 1° gennaio 2022, a causa delle nuove aliquote, il bonus è stato esteso ai lavoratori con redditi fino a 28mila euro. Si tratta di un contributo erogato direttamente in busta paga, con un importo massimo di 1200 euro.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Nuove detrazioni per lavoratori dipendenti

Come abbiamo anticipato, a partire dal 2022 le nuove detrazioni fiscali per i lavoratori dipendenti sono state aggiornate. Ecco cosa cambia:

Le detrazioni previste coprono diversi aspetti, tra cui carichi di famiglia, lavoro dipendente, interessi su mutui contratti entro il 31 dicembre 2021, rate relative alle detrazioni per spese sanitarie e detrazioni edilizie per spese sostenute entro la fine del 2021.

a chi spetta l'ex Bonus Renzi a maggio 2024
A chi spetta l’ex Bonus Renzi a maggio 2024. Nella foto: una donna si fa delle domande e ha attorno tanti punti interrogativi.

Ricordiamo che l’ulteriore detrazione fiscale per redditi da lavoro dipendente e assimilati, come stabilito dall’art. 2 D.L. n. 3/2020, è stata eliminata.

Cosa non viene considerato ai fini del calcolo del reddito per l’ex Bonus Renzi

Ai fini del calcolo del reddito, non vengono considerati:

Il trattamento integrativo deve essere riconosciuto in busta paga automaticamente dai sostituti d’imposta, ovvero i datori di lavoro, per le prestazioni rese dal lavoratore e rapportate al periodo di lavoro.

FAQ sull’ex Bonus Renzi

Cosa succede se il lavoratore incapiente riceve l’ex Bonus Renzi in busta paga?

In questo caso, il lavoratore incapiente, ovvero colui che registra detrazioni IRPEF da lavoro dipendente maggiori rispetto all’imposta lorda dovuta, sarà costretto a restituirlo presentando il modello 730, a causa dell’errore del suo datore di lavoro, che gli ha erogato il trattamento integrativo, senza che questo gli spettasse.

Come controllare le date di pagamento dell’ex Bonus Renzi?

Le date di pagamento del trattamento integrativo si controllano sul fascicolo previdenziale del cittadino:

Occorre presentare domanda per ricevere l’ex Bonus Renzi sulla Naspi?

Per ricevere il Bonus sulla Naspi non è necessario presentare alcuna domanda di incentivo. Il trattamento integrativo verrà riconosciuto in automatico dall’INPS. Sarà cura dell’istituto di previdenza sociale procedere con gli accrediti ogni mese. Qualora dovessi riscontrare difficoltà o mancanza di pagamenti, contatta subito l’ufficio territoriale INPS più vicino oppure affidati al servizio di Contact Center ai seguenti numeri:

L’ex Bonus Renzi viene calcolato sul reddito lordo o netto?

Il trattamento integrativo è calcolato sul reddito annuo lordo dell’avente diritto. È possibile verificare se il Bonus sia stato percepito correttamente a fine anno, oppure in fase di conguaglio. È altrettanto possibile modificare con la dichiarazione dei redditi, se il trattamento integrativo risulti:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp