Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Previdenza e Invalidità / Pagamento pensioni di dicembre 2023: aumenti e tredicesima

Pagamento pensioni di dicembre 2023: aumenti e tredicesima

Pagamento delle pensioni di dicembre 2023: ecco il calendario, gli aumenti, gli arretrati e gli importi di tredicesima, quattordicesima e Bonus tredicesima.

di Carmine Roca

Novembre 2023

Oggi vi parliamo di pagamento delle pensioni di dicembre 2023: ecco le date e gli importi di aumenti e tredicesima (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Pagamento delle pensioni di dicembre 2023: le date

Partiranno domani, venerdì 1° dicembre, i pagamenti delle pensioni di dicembre 2023, sia per quanto riguarda gli accrediti postali (su libretti, conti correnti, conti Banco Posta e Poste Pay Evolution) e bancari, che per quanto concerne i pagamenti in contanti.

Ricordiamo che, chi preferisce ricevere la pensione in contanti, recandosi presso l’ufficio postale di riferimento, dovrà rispettare il consueto calendario dei pagamenti, ordinato in base alle lettere iniziali dei cognomi dei pensionati.

Di seguito il calendario dei pagamenti (vi consigliamo di informarvi, in anticipo, presso l’ufficio postale di riferimento, poiché il calendario potrebbe essere oggetto di variazioni, soprattutto nei Comuni meno popolosi):

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come controllare il pagamento della pensione di dicembre 2023?

Per controllare il pagamento della pensione di dicembre 2023 basta accedere all’area riservata My INPS e seguire questa procedura:

Per leggere il cedolino della pensione in modo corretto:

Pensione di dicembre 2023: arriva la tredicesima?

Ma cosa dobbiamo attenderci dalla pensione di dicembre 2023? In primis la tredicesima.

La mensilità aggiuntiva, nota anche come gratifica natalizia, viene erogata ai pensionati titolari di assegni previdenziali e assistenziali.

Gli unici a non riceverla saranno i titolari di:

L’importo della tredicesima corrisponde al valore della pensione. Chi è andato in pensione a dicembre 2022 o a gennaio 2023 avrà diritto alla tredicesima in misura piena (calcolata sui 12 mesi del 2023).

Per il calcolo della tredicesima di chi è andato in pensione durante l’anno, si tiene conto dei mesi vissuti da pensionato.

Prendiamo come esempio un pensionato che ha ricevuto il primo assegno a luglio 2023: avrà diritto a una tredicesima calcolata su 6 mesi (da luglio a dicembre).

Dunque, se prendesse 1.000 euro di pensione, dovremo calcolare l’importo per 6 mesi e il risultato (6.000 euro) lo divideremo per 12 mesi: il nostro pensionato ha diritto a 500 euro di tredicesima.

Aumenti e arretrati con la pensione di dicembre 2023: ecco gli importi

Oltre alla tredicesima, nel cedolino di dicembre 2023 ci sarà spazio anche per gli aumenti e per gli arretrati del conguaglio perequativo dello 0,8%.

Parliamo della differenza tra la rivalutazione effettiva del 2023, pari all’8,1% e la rivalutazione provvisoria, applicata sugli importi delle pensioni, pari al 7,3%.

Lo scarto (lo 0,8%) verrà erogato a dicembre, in misura piena soltanto per chi percepisce pensioni di importo inferiore a 2.101,52 euro lordi al mese.

A tutti gli altri spetta un “aumentino” proporzionato all’importo della pensione, secondo la scala di rivalutazione applicata sulle pensioni dal 1° gennaio 2023, in questo modo:

Sempre a dicembre, l’INPS pagherà anche gli arretrati del conguaglio perequativo non corrisposti da gennaio a novembre 2023.

Per facilitarvi il calcolo dell’aumento in arrivo a dicembre, ecco una pratica tabella, che tiene conto della pensione di novembre, dell’aumento per il conguaglio, del totale degli arretrati e dell’importo maggiorato in pagamento:

PENSIONE LORDA NOVEMBRE 2023AUMENTO CONGUAGLIOARRETRATI CONGUAGLIO (DA GENNAIO A NOVEMBRE 2023)PENSIONE LORDA DICEMBRE 2023
1.000 euro8 euro (100%)88 euro1.096 euro
1.500 euro12 euro (100%)132 euro1.644 euro
2.000 euro16 euro (100%)176 euro2.192 euro
2.500 euro17 euro (85%)187 euro2.704 euro
3.000 euro12 euro (53%)192 euro3.144 euro
3.500 euro13 euro (47%)143 euro3.656 euro
4.000 euro15 euro (47%)165 euro4.180 euro
4.500 euro13 euro (37%)143 euro4.656 euro
5.000 euro14 euro (37%)154 euro5.168 euro
Pensione di dicembre 2023: ecco l’importo di conguaglio e arretrati

Chi prenderà la quattordicesima con la pensione di dicembre 2023?

Sempre a dicembre, ma solo per chi ha compiuto 64 anni a partire da luglio e rientra nei limiti reddituali previsti dalla legge, verrà pagata la quattordicesima.

Con un reddito fino a 10.992,93 euro spettano:

Con un reddito annuo lordo fino a 14.657,24, spetta una quattordicesima di:

Bonus tredicesima con la pensione di dicembre 2023: a chi spetta?

Infine, solo per i titolari di pensione minima, dicembre è il mese del Bonus tredicesima, l’integrazione di 155 euro che spetta in misura piena se l’importo di tutti i trattamenti pensionistici percepiti non è superiore a 7.327,32 euro annui e il reddito complessivo assoggettabile all’IRPEF non è superiore a 10.990,98 euro (se coniugato, 21.981,96 euro).

In caso di reddito superiore a 7.327,32 euro, ma inferiore a 7.482,26 euro, spetta un Bonus tredicesima di importo ridotto.

Pagamento delle pensioni di dicembre 2023
Pagamento delle pensioni di dicembre 2023: in foto alcune banconote di euro e un calendario.

Faq sulla pensione di dicembre 2023

A chi non spetta la quattordicesima?

Oltre agli esclusi per motivi anagrafici redditualinon riceveranno la quattordicesima mensilità neppure:

La quattordicesima, oltre che ai pensionati titolari di pensioni dirette, con età e redditi indicati dalla legge, spetta pure:

Gli aumenti a dicembre spettano pure sulle prestazioni di invalidità?

Sì, ma in questo caso parliamo di aumenti ridottissimi.

2,34 euro in più per:

Gli importi di queste prestazioni saliranno da 313,91 euro a 316,25 euro.

Circa 2,74 euro in più, invece, sarà l’aumento previsto per la pensione per ciechi assoluti non ricoverati, che passerà da 339,48 euro a 342,01 euro.

C’è il rischio di dover restituire il Bonus tredicesima 2023?

Purtroppo sì. Con il messaggio numero 1661 del 9 maggio 2023, l’INPS ha annunciato la revoca dei trattamenti aggiuntivi sulle pensioni e l’obbligo di restituzione delle somme ricevute, a chi non ha effettuato l’annuale comunicazione dei redditi tramite Modello Red o modello 730.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp