Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Reddito di cittadinanza / Pagamento reddito di cittadinanza da 40 euro per sempre?

Pagamento reddito di cittadinanza da 40 euro per sempre?

Il pagamento del reddito di cittadinanza sarà ridotto per sempre a 40 euro? Ecco le ultime notizie sull'Rdc.

di The Wam

Aprile 2022

Il pagamento da 40 euro del Reddito di Cittadinanza di marzo 2022 diventerà il nuovo standard? L’importo del sussidio è destinato a ridursi per sempre? Ne parliamo in questo articolo. (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Pagamento reddito di cittadinanza 40 euro per marzo: sarà sempre così?

Il pagamento del reddito di cittadinanza di marzo 2022 è in erogazione da ieri, 6 aprile 2022, per molti beneficiari. Le famiglie italiane hanno ricevuto un’amara sorpresa: l’importo, in molti casi, è stato ridotto a 40 euro. Ora, con quella cifra, dovranno tirare avanti fino al 27 aprile 2022, giorno in cui è prevista la ricarica dell’Rdc di aprile, e si chiedono: “Sarà sempre così?”.

Insomma, l’importo del sussidio si è ridotto definitivamente? Per fortuna le cose dovrebbero cambiare già dalla prossima ricarica. La quota dell’Rdc di aprile, infatti, sarà identica a quella di gennaio. Non ci saranno doppi tagli dell’importo ogni mese.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Pagamento reddito di cittadinanza 40 euro: perché?

Ma chi è che ha ricevuto queste riduzioni del beneficio? Come si spiega una situazione così vergognosa? Per trovare una risposta si può partire dal comunicato dell’INPS del 6 aprile 2022, che chiarisce l’applicazione di quanto anticipato nel messaggio n.548/2022.

In quel documento l’ente ha chiarito che, dall’Rdc di marzo marzo, sarebbero stati scalati:

Fra le persone danneggiate dai nuovi importi ci sono gli invalidi civili al 100% che hanno beneficiato del cosiddetto incremento al milione sulla pensione di inabilità civile.

Si tratta delle persone con disabilità più grave, non autosufficienti, che richiedono di un’assistenza continua per affrontare le azioni della vita quotidiana: mangiare, lavarsi, camminare.

Reddito di cittadinanza aprile sospeso: per chi?

L’INPS sta sospendendo molti pagamenti del reddito di cittadinanza. Le ragioni sono differenti: ci sono famiglie che non hanno ancora rinnovato l’ISEE, aggiornando la DSU (Dichiarazione sostitutiva unica), documento necessario per ricevere l’Rdc. Altri nuclei familiari, invece, hanno maturato debiti con l’ente fino a 20mila euro.

La cifra, che può far sgranare gli occhi a tanti lettori, è legata a un mancato aggiornamento dei dati sul patrimonio mobiliare o sulla residenza.

Questa situazione ha fatto sì che, per mesi, quelle famiglie abbiano ricevuto una cifra non dovuta per l’Rdc. Ora l’INPS ha sommato quegli importi e ottenuto il totale a quattro zeri.

L’unico modo per sbloccare il sussidio, è pagare la somma richiesta o chiedere una rateizzazione entro 30 giorni dalla comunicazione del debito da parte dell’INPS.

L’alternativa è quella di ricorrere a una rediterminazione (ricalcolo) della cifra. Uno scenario, quest’ultimo, possibile solo in situazioni di particolare fragilità economica.

L’INPS può avvalersi dell’Agenzia delle Entrate per riprendersi i soldi indietro, attraverso il recupero coattivo (forzato) delle somme. Questo avviene quando non è possibile compensare la cifra con crediti maturati da chi ha richiesto l’Rdc o dai familiari.

Trova lavoro: ecco le aziende che assumono in Italia. Scopri tutte le offerte aggiornate.

Come fare domanda per il reddito di cittadinanza

Chi rispetta i requisiti di patrimonio, reddito e residenza, fissati dal decreto, può compilare telematicamente (online) la domanda per l’Rdc attraverso il sito ufficiale del sussidio, redditodicittadinanza.gov.it, i centri di assistenza fiscale (CAF), o presso gli uffici postali.

La presentazione della domanda per ottenere il beneficio presso un Caf o un patronato può essere facilitata scaricando e compilando questo documento:



Saldo reddito di Cittadinanza aprile 2022, come si controlla il pagamento

Per controllare il saldo dell’Rdc, si possono utilizzare:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp