Reddito di cittadinanza dal 22 settembre per le elezioni? No

Pagamento del Reddito di Cittadinanza anticipato a causa delle elezioni? La risposta.

6' di lettura

Il pagamento del reddito di cittadinanza verrà anticipato per le elezioni? Andiamo subito a rispondere a questa domanda e facciamo chiarezza una volta per tutte sulle prossime date di accredito della misura (scopri le ultime notizie su agevolazioni economiche e diritti per la famiglia. Leggi su Telegram le novità su educazione, cura e salute dei figli, gravidanza, consigli per neo-mamme e relazioni familiari. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Prima di procedere con la lettura di questo approfondimento, vedi quando è possibile uscire dall’ISEE e avere possibilità di accedere più facilmente a Rdc e bonus e dai un’occhiata a quando spetta il nuovo bonus 150 euro sul reddito di cittadinanza.

Indice

Reddito di cittadinanza in anticipo? Ecco cosa c’è da sapere

La prima ricarica del reddito di cittadinanza è arrivata puntualissima lo scorso giovedì 15 settembre 2022. Questo primo accredito era rivolto unicamente ai seguenti percettori:

  • primi beneficiari in assoluto della prestazione, che hanno inoltrato la domanda per ottenere il reddito di cittadinanza nel mese di luglio o di agosto. L’INPS una volta effettuati tutti i controlli dei requisiti del cittadino o del nucleo interessato alla misura, ha provveduto a elargire la prima rata di Rdc a metà mese. Ricordiamo che i tempi per i controlli e per tutte le verifiche dei requisiti variano a seconda della quantità di domande che viene inoltrata allo stesso istituto;
  • cittadini o famiglie che hanno chiesto il rinnovo della misura dopo averla percepita per 18 mesi consecutivi. Come ben sappiamo il reddito di cittadinanza può essere percepito per 18 mesi, al termine dei quali, previa domanda e dopo aver atteso un mese di stop, potrà essere corrisposto nuovamente per altri 18 mesi. La prima rata a seguito della domanda di rinnovo viene corrisposta il 15 del mese;
  • percettori di reddito di cittadinanza che attendevano arretrati. Molte volte, infatti, INPS sospende i pagamenti a causa di qualche problema burocratico insorto, come ad esempio una variazione ISEE non comunicata o la mancata consegna di determinati documenti necessari per la percezione della misura.

Purtroppo, però, in questi ultimi giorni abbiamo letto sul web diversi articoli che parlavano di un’ipotetica erogazione anticipata del reddito di cittadinanza in vista delle elezioni. È possibile? Andiamo subito a scoprirlo insieme.

Scopri subito come avere il reddito di cittadinanza, quanto tempo ci vuole per i primi pagamenti del reddito di cittadinanza dopo la domanda e quante volte si può fare il rinnovo dell’Rdc.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sulla famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Reddito di cittadinanza ordinario arriva in anticipo? La risposta

Come dicevamo poco fa, in questi ultimi giorni sta circolando sul web la notizia di un’erogazione anticipata del reddito di cittadinanza in vista delle elezioni. Sarà vero? La risposta è no. Non ci sarà nessun accredito anticipato in vista delle prossime elezioni del 25 settembre, ma l’erogazione arriverà, come di consueto, nella data del 27.

Il programma di Conte su Rdc e Superbonus per le elezioni.

Insomma, la ricarica ordinaria della prestazione di contrasto alla povertà istituita nel 2019 verrà corrisposta il prossimo martedì 27 settembre e i pagamenti continueranno fino a venerdì 30. L’istituto INPS, infatti, non avrebbe alcun motivo per procedere con le erogazioni anticipate, anche perché, come abbiamo visto, il 27 cadrà in un giorno feriale e non festivo.

A tal proposito, vi consigliamo sempre di informarvi bene quando leggete una notizia sul web, anche confrontandola con più fonti autorevoli. Queste testate che hanno parlato di un accredito anticipato, infatti, non hanno fatto altro che creare confusione, ma soprattutto false speranze per i cittadini.

Leggi quali sono le somme previste con l’Rdc, i limiti di prelievo in contanti e le spese vietate con i contributi economici, i motivi che causano la sospensione del reddito di cittadinanza e i reati che fanno perdere l’Rdc.

Ricordiamo, infine, che il 27 settembre arriverà anche la ricarica della pensione di cittadinanza: quella prestazione rivolta solamente a nuclei over 67 o a famiglie in cui sono presenti persone non autosufficienti.

A differenza del reddito di cittadinanza, la pensione di cittadinanza non necessita di un rinnovo, ma si rinnova in automatico al termine dei 18 mesi di fruizione, pertanto, i beneficiari di pensioni di cittadinanza non dovranno inoltrare alcuna domanda all’INPS al termine di ogni periodo.

Reddito di cittadinanza, le ultime novità a riguardo

Osserviamo insieme le ultime novità riguardanti il reddito di cittadinanza, partendo dall’erogazione del bonus 200 euro.

Il bonus 200 euro è stato introdotto lo scorso 17 maggio 2022, mediante il DL n. 50/2022, per le categorie di pensionati, lavoratori domestici, lavoratori dipendenti, autonomi, ex indennità covid, disoccupati e percettori di reddito di cittadinanza.

I pagamenti dell’indennità una tantum contro il carovita sono partiti lo scorso mese di luglio, più precisamente il 29, e le ricariche sono continuate anche alla fine del mese di agosto. Ci sono dei cittadini che non l’hanno ancora ricevuto. Quando arriverà il bonus 200 euro per questi percettori di reddito di cittadinanza?

I pagamenti dell’indennità da 200 euro verranno effettuati subito dopo l’erogazione della ricarica ordinaria del Rdc, probabilmente già dal 28 settembre 2022 e continueranno fino a venerdì 30 settembre 2022.

Dall’altro canto, non riceveranno il reddito di cittadinanza tutti quei cittadini che ne hanno già beneficiato nelle mensilità precedenti e chi ha all’interno del proprio nucleo familiare un soggetto che ha già percepito il bonus ad altro titolo, come per esempio un pensionato.

Scopri come controllare il saldo del reddito di cittadinanza, come usare l’App Postepay per controllare gli importi dell’Rdc e come funzionano il numero verde e i servizi legati alla carta del reddito di cittadinanza.

reddito di cittadinanza
reddito di cittadinanza anticipo

Ma c’è anche un’altra notizia in arrivo per i percettori di reddito di cittadinanza: secondo le ultime novità verrà approvato nel Decreto Aiuti ter un nuovo bonus una tantum del valore di 150 euro indirizzato alle medesime categorie dell’indennità 200 euro, con la sola differenza del limite massimo di reddito che è stato abbassato da 35 mila euro a 20 mila euro. Tra i beneficiari di questo nuovo sostegno figurano anche i percettori di reddito di cittadinanza.

Per ora, stando a quanto affermato dal Ministro dell’Economia e delle Finanze Franco, il sussidio economico contro il caro vita verrà erogato in automatico dall’INPS nella mensilità di novembre, anche se non si esclude un’erogazione nel mese di dicembre.

Per il bonus 150 euro, però, non possiamo fare altro che attendere la pubblicazione del nuovo decreto-legge in Gazzetta Ufficiale con tutti i chiarimenti a riguardo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie