Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Reddito di cittadinanza / Pagamento reddito di cittadinanza febbraio ridotto: per chi?

Pagamento reddito di cittadinanza febbraio ridotto: per chi?

Leggi chi riceverà meno soldi con il pagamento del reddito di cittadinanza di febbraio 2022.

di The Wam

Febbraio 2022

Il pagamento del reddito di cittadinanza di febbraio 2022 sarà ridotto per diversi beneficiari. In questo articolo vedremo di chi si tratta (Scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Pagamento reddito di cittadinanza febbraio 2022: quando arriva?

Il pagamento del reddito di cittadinanza di febbraio 2022 arriverà a partire da domani, venerdì 25 febbraio 2022, con le ricariche che inizieranno fra le 13.30-14.00.

Poste Italiane continuerà a erogare i pagamenti anche nei giorni successivi. Non tutti i beneficiari del sussidio, infatti, ricevono i soldi nello stesso giorno.

Da febbraio ci sarà un aggiornamento degli importi per chi ha rinnovato l’ISEE entro il 31 gennaio 2022. Chi non lo ha fatto, invece, vedrà bloccarsi l’erogazione del sussidio.

Nel prossimo paragrafo vedremo chi può ricevere meno soldi sull’Rdc di febbraio 2022.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

pagamento reddito di cittadinanza febbraio 2022 ridotto

Pagamento reddito di cittadinanza febbraio 2022: chi riceverà meno soldi?

L’importo del reddito di cittadinanza di febbraio 2022 sarà ridotto a:

Reddito di cittadinanza febbraio 2022, revoca e sospensione

Il Reddito di Cittadinanza verrà sospeso se non è stato aggiornato l’Isee entro il 31 gennaio dell’anno.

La situazione può sbloccarsi rinnovando l’ISEE e continuando a rispettare i requisiti di patrimonio, reddito, residenza e compatibilità necessari a ricevere il sussidio. Li vedremo in dettaglio nell’ultimo paragrafo di questo articolo.

La revoca del beneficio, invece, scatta quando uno dei componenti della famiglia:

In questo approfondimento abbiamo spiegato come avvengono i controlli sui percettori dell’Rdc.

Reddito di Cittadinanza, come controllare la data di pagamento e il saldo

Per controllare lo stato di pagamento del reddito di cittadinanza si può usare il fascicolo previdenziale. Ci riferiamo all’area riservata del sito Inps, accessibile con le credenziali usate per registrarsi sul portale online: lo SPID, la CIE (Carta d’identità elettronica) e la CNS (Carta Nazionale dei Servizio).

Il saldo dell’Rdc può essere verificato anche:

Reddito di Cittadinanza, requisiti

Per evitare la sospensione dell’Rdc, dopo l’aggiornamento dell’ISEE, è necessario rispettare specifici requisiti:

La scala di equivalenza

Il sistema della scala di equivalenza tiene conto della composizione del nucleo familiare.

Il richiedente ha un valore di 1; ogni altro maggiorenneha un valore di 0,4; ogni minorenne ha un valore di 0,2. Il valore massimo raggiungibile per famiglia è 2,1 (in caso di componenti del nucleo affetti da disabilità grave si può arrivare a 2,2).

Reddito familiare, esempio di calcolo

Mettiamo il caso che una famiglia sia composta da madrepadre e due figli minorenni. La madre decide di fare richiesta per ottenere il Reddito di Cittadinanza.

Secondo la scala di equivalenza sono questi i valori da assegnare:

ComponenteValore della scala di equivalenza
Madre1
Padre0,4
Figlio 1 (minorenne)0,2
Figlio 2 (minorenne)0,2
totale = 1,8

La famiglia del nostro esempio ha quindi un valore della scala di equivalenza pari a 1,8. Per stimare la soglia di reddito familiare annuale previsto, se il nucleo familiare non abita in affitto, va moltiplicato 6.000 per 1,8. Si avrà quindi una soglia di 10.800 euro annui.

Nel caso la famiglia abiti in affitto, invece, si dovrà moltiplicare 9.360 per 1,8. In questo caso si avrà una soglia di reddito familiare pari a 16.848 euro annui.

Altri requisiti

Per ricevere il reddito di cittadinanza è poi necessario:

Il richiedente della Carta Rdc non può essere sottoposto a misura cautelare. Non può neanche essere stato condannato in via definitiva, nei dieci anni precedenti, a uno dei seguenti reati:

270-bisDelitti contro la personalità dello Stato
280Attentato per finalità terroristiche o di eversione
289-bisSequestro di persone a scopo di terrorismo o di eversione
416-bisAssociazione di tipo mafioso
416-terScambio elettorale politico-mafioso
422Strage
640-bisTruffa aggravata per il conseguimento di erogazio

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp